ACRILICO O GEL ?

Chimicamente sono identici, ciò che fa la differenza è la resistenza la tenuta in base al tipo di unghie. L’unico difetto dell’acrilico è l’odore forte emanato dal liquido di polimerizzazione che viene demonizzato a svantaggio di un’ottima extension che con il gel è difficile ottenere su unghie con problematiche.
Il gel è una miscela già pronta di oligomeri acrilici, uretano acrilati e dimetacrilati e silice e l’elemento iniziatore invece di reagire all’aria, ha bisogno del calore dei raggi ultra violetti delle lampade.
Il processo di asciugatura viene detto fotoiniziatore ed ogni marca ha i suoi tempi di asciugatura, più ne occorrono più scotta.
I primer per i gel sono identici a quelli usati per l’acrilico, contengono molecole iniziatrici e per il gel, anche i questo processo iniziale di preparazione dell’unghia, occorrono i raggi UV (ultra violetti), mentre per l’acrilico asciuga all’aria. Per allungare le unghie con il gel occorre utilizzare un’unghia in plastica preformata che s’incolla sul letto ungueale per poi ricoprirla col gel.
Con la nail extension in acrilico non è necessario utilizzare l’unghia in plastica preformata, ma si modella direttamente sul letto ungueale, senza colla: Questo indica che la resina acrilica è più resistente se si pratica l’allungamento, infatti l”acrilico è simile alla pasta per i dentisti basta osservare il vostro dentista e vi accorgerete che usa proprio il liquido monomero e la polvere polimero per fare l’impasto delle otturazioni.
Pensate che l’idea della ricostruzione delle unghie nasce in America : La storia racconta di un dentista che aveva la moglie che rosicchiava le  unghie fino all’estremo e il marito detestava il suo brutto vizio e l’estetica delle mani della moglie. Un giorno prese la decisione e chiese alla moglie di fare uno sforzo per smettere di mangiare le unghie e per aiutarla, le spalmò il letto ungueale con la pasta per i denti. Questo impedi alla moglie di mangiarsi le unghie e dopo qualche tempo perse completamente quella brutta abitudine.
Da questa splendida idea la Nails Extension in America prese piede negli anni 50 e finalmente oggi in Italia viene alla ribalta e non tutti sanno che esiste già da 10 anni anche se molto costosa e dunque per gente d’elite e finalmente da circa due anni alla portata di tutti.

11 Risposte

  1. Ciao katy… volevo chiederti ma dopo aver effettuato la ricostruzione con acrilico e magari dopo una bella decorazione in micropittura come possiamo fissare il tutto ed evitare che tutto si rovini in poco tempo? Possiame mettere un gel finish e polimerzzare oppure basta anche un top coat che si asciughi all aria…?

    • entrambi, ma io preferisco evitare la lampada uva , anche se ora è in uso il led che è meno pericoloso… Ovviamente il top coat sarebbe da usare di ottima marca e resa, compatibile con l’acrilico per non avere sorprese.

  2. apprezzo con orgoglio il tuo lavoro e i tantissimi consigli
    che dai….con ammirazione dalla florida..
    Carmela G. Nail Technician

    • GRAZIE GRAZI GRAZIE e ancora GRAZIE. Sono lusingata! E’ un vero piacere… Opsss…Non ho parole… un abbraccioW la Florida!!!!! Wow!

  3. Salve a tutte..!!Io lavoro molto bene con l’acrilico nonostante la puzza,ma devo dire che le clienti preferiscono più l’acrilico che il gel,anche per quanto riguarda la tenuta..

  4. ciao sono una ragazza dalla provincia di pisa premetto no ho fatto il corso ma ho letto tantissimo su questo argomento mi sono affascinata alla ricostruzione unghie per uso personale .dopo qualche mese con la ricostruzione in gel sono diventata allergica uso l’aspiratore ho provato con la mascherina va un po meglio vorrei provare con l’acrilico senza il primer mi daresti qualche consiglio per evitare l’allergia grazie in anticipo

    • Scusa se sono brusca, ma sono solo un’onicotecnica non un medico…Io non soffro di alergie ne a gel ne ad acrilico e credo sia genetico. Rivolgiti ad un dermatologo o fai le proveallergiche, ma parlane col tuo dottore.
      In bocca al lupo Katy

      • grazie ugualmente.sono stata gia da un dermatologo e la sua risposta è stata cosa ti fai a fare la ricostruzione è solo una moda.ecco perche cercavo qualche consiglio visto che la ricostruzione mi piace tantissimo e tu sei bravissima

        • cambia dermatologo o kedico da retta a me, uno bravo che ti cura il problema. La ricostruzione ptrebbe causarti seri danni fino alla perdita delle unghie naturali e malformazione. Non farla se non l’hai curata prima mi raccomando!
          Ciao Katy

  5. ciao katy,leggo con interesse i tuoi articoli.Faccio ricostruzione unghie con passione e serietà,fino ad ora ho usato il gel,ma voglio fare a brevissimo un corso in acrilico.Avrei voluto farlo con te,ma sono di Milano,e nn credo sia fattibile.Quindi vorrei un consiglio,in privato.sono già semi orientata verso un marchio,ma vorrei proprio il tuo parere e un vorrei un consiglio tecnico.Potresti scrivermi in privato?grazie in anticipo della disponibilità.ciao

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: