ALLERGIE ALLA COLLA PER UNGHIE E IL GEL

Per coloro che parlano male dell’acrilico inventando storie assurde e infondendo timore alle donne che vogilono usare l’acrilico o chiedere informazioni a riguardo della ricostruzione in acrilico, consiglierei di leggere per bene questo articolo che riporto:

Articolo redatto da APNO – Associazione Professionale Nazionale Onicotecnici http://www.apno.it

I risultati dei patch test a cui sono stati sottoposti i pazienti hanno dimostrato che il 2-idrossietil metacrilato (2-HEMA) e l’etil-cianoacrilato (ECA) sono i due allergeni che permettono più frequentemente, e con sicurezza, una diagnosi di allergia da contatto agli acrilati contenuti nelle unghie cosmetiche.
Il 2-HEMA è, tuttavia, un ingrediente costantemente presente nei prodotti a gel, mentre non è presente in alcune unghie acriliche.
Per i pazienti allergici al 2- HEMA l’uso di gel per le unghie è da evitare, a meno che non si usino preparati che ne sono privi. La migliore alternativa sembrano essere comunque le unghie in seta sempre se il paziente non è sensibile all’ECA presente in tutte le colle per unghie.

Manifestazioni cliniche
L’eczema da contatto è provocato da una reazione della pelle a sostanze esogene di varia natura (chimica, chimico-fisica, biologica). I meccanismi che provocano l’insorgenza degli eczemi da contatto sono due. Nel primo caso, il contatto con la sostanza provoca un’irritazione della cute e un danno cellulare, e in questo caso si ha una dermatite da contatto irritante. Nel secondo caso si ha una sensibilizzazione allergica verso sostanze specifiche e si è in presenza di una dermatite da contatto allergica. Per la prima è sufficiente anche un singolo contatto cutaneo, mentre la seconda richiede un periodo di almeno 6-10 giorni per la comparsa dei sintomi. La dermatite da contatto provoca la comparsa di eritemi, edemi e vesciche, con la successiva formazione di croste e, infine, desquamazione. Le lesioni iniziali sono localizzate nella zona della cute che è stata esposta alla sostanza sensibilizzante, ma possono anche propagarsi ad altre aree cutanee, nel caso in cui l’esposizione alla sostanza irritante continui.

Le sostanze in grado di provocare questo genere di patologia sono molte e di tipi diversi oltre alle sostanze presenti nei gel e nelle colle da ricostruzione: metalli (cobalto, cromo, nichel), farmaci (antibiotici, antistaminici), tessuti, cosmetici (deodoranti, smalti per unghie, tinte per capelli), prodotti utilizzati in casa (saponi, detersivi ecc.).
Alla diagnosi si giunge mediante test allergologici cutanei; la terapia ha lo scopo di ridurre i sintomi, specialmente il prurito, e accelerare la fine della malattia.
È ovviamente di fondamentale importanza individuare la sostanza che ha scatenato la reazione ed evitarla, anche ricorrendo a indumenti protettivi (guanti, tute) o creme apposite.

7 Risposte

  1. E’ la prima volta che scrivo ad un blog…scusa il mio essere imbranata. Sono una donna di 48 anni e sono ahimè disoccupata. Circa 4anni fa avevo iniziato questa professione investendo denaro in corsi e materiale, ero diventata bravina poiché sono una persona creativa e brava quando si ha a che fare con la manualità ( tra i miei hobby c’è la pittura decoupage disegno ecc.) tanto che la voce si era sparsa e le clienti stavano aumentando….. Ma purtroppo ad un certo punto ho dovuto fare i conti con una allergia che purtroppo mi ha fatto interrompere questa professione che a me piaceva tantissimo. I fastidi che avevo erano i seguenti: irritazione e prurito sotto il mento nelle guance e sulla fronte, nulla alle mani. Utilizzavo l’aspiratore e le mascherine… Provai anche quelle dei muratori, uno specialista mi ha prescritto una preparazione fattami da un farmacista a base di vaselina e altro….niente da fare. Stamattina mi sono imbattuta sul tuo blog per cercare di capire se ci può essere una risoluzione al mio problema perché a causa della mia nuova inattività vorrei ricominciare questa professione. Mi puoi aiutare dicendomi dv mi posso rivolgere per individuare a cosa sono allergica? Ti ringrazio anticipatamente.

    • Grazie per avermi contattata, mi spiace molto per la tua situazione. Come consiglio direi di iniziare a parlarne con un dermatologo esperto che ti aiuterà ad individuare a cosa sei allergica attraverso dei pachtest o altri metodi, noto che avevi questo problema solo sul viso, potrebbe essere una crema che contiene nikel o essere collegato al cibo. . Purtroppo le allergie sono una brutta bestia da capire io sono allergica alla aspirina ad esempio, ma l’ho scoperto rischiando di morire soffocata!!! Quindi potrebbe essere di tutto! Ti consiglio un bravo dermatologo allergologo.
      In bocc al lupo Katy

  2. Ciao kate

  3. grazie per i vostri commenti, finalmente ho capito perchè ho queste reazioni allergiche che diventano sempre peggio con l andare del tempo quindi devo ringraziare questo blog……. ma una cosa c è da dire. perdonatemi se mi permetto ma ormai è scientificamente provato, lo sanno anche i muri, che le lampade UV che usate per le unghie fanno venire i tumori, le uniche persone che ancora non lo ammettono sono, guarda caso le estetiste….. comunque le vostre ricerche sulle allergie mi sono state molto d aiuto quindi vi ringrazio perchè esistono ancora persone che studiano e ricercano come voi che ormai sono poche

  4. Ciao,
    sono d’accordissimo con te. Molte persone che si definiscono “onicotecniche” pur non avendo mai studiato per fare questo mestiere, demonizzano un metodo piuttosto dell’altro solo perchè non sanno usarlo.
    Mi chiedo però perchè anche tu fai la stessa cosa, e mi riferisco alla tua inserzione su Kijiji dove asserisci che ” NON VENGONO UTILIZZATE COLLE E UNGHIE DI PLASTICA CHE PROVOCANO MUFFA E INDEBOLIMENTO DELLE UNGHIE E NON VIENE UTILIZZATA LA LAMPADA A RAGGI UVA CHE CAUSA BRUCIORE E TUMORI ALLA PELLE.”
    Da qui immagino che tu non sia molto preparata e professionale. Non sono le tip che fanno venire la muffa ma il sollevamento del materiale (qualsiasi) e la conseguente infiltrazione di umidità. Non indeboliscono neanche le unghie… Solo chi riduce l’unghia ad un foglietto inesistente a forza di limarle male farà avere alla propria cliente unghie indebolite e doloranti. La lampada UV non causa tumori alla pelle… sfatiamo questi falsi miti!!!
    Cordiali saluti
    Milena

    • Tanto per cominciare questo è l’articolo esatto:
      RICOSTRUZIONE UNGHIE EXTENSION. NUOVA TECNICA SENZA COLLA CHE CAUSA MUFFA E INFEZIONI, SENZA UNGHIE DI PLASTICA E LAMPADA UVA CHE PROVOCANO BRUCIORE E TUMORI ALLA PELLE. COMODAMENTE A CASA TUA COSTO FRENCH 50 EURO COSTO RITOCCO 28 EURO TEL KATY 392xxxxxxx SOLO SU APPUNTAMENTO. NO SMS. SITO WEB: katynails.wordpress.com

      Quindi asserisco quello che leggi e non quello che dici, ma voglio essere precisa:
      Hai perfettamente ragione, mi sono lasciata prendere dalla guerra tra onicotecniche, ma non hai ragione sulla mia preparazione: So perfettamente che èsono il sollevamento e le infiltrazioni a causare funghi e muffe riguardo alle ricostruzioni, ma non solo ed è per questo esiste il ritocco appena succede e l’onicotecnica che deve evitare appunto, queste problematiche e so tante altre cose che ho studiato e ricercato e che annoto ogni giorno, da tutte le mie esperienze.
      Il mio è un mestiere e non un secondo lavoro!
      Il fatto della lampada, come ho spiegato in un mio articolo e dove ho anche riportato l’articolo con i rispettivi link, è semplicemente incitare le persone a richiedere una crema protettiva per i raggi UVA emessi dalla lampada, come si fa per le lampade abbronzanti UVA, anche se l’esposizine è minima, sempre meglio è proteggere la pelle.
      Il bruciore è reale e non diciamo cavolate perchè una mia cliente ha pianto sotto la lampada e da quando ha scoperto che esiste l’acrilico e non si usa la lampada è felice di fare ricostruzione!
      Riguardo la colla e non le unghie di plastica, faccio riferimento all’articolo, è appunto la colla che causa allergie e rovina le unghie, tanto più ti dico che ci sono “onicotecniche” che usano l’attak per risparmiare, per non parlare di prodotti cinesi e scadenti, al contrario l’acrilico non esiste nei negozi dei cinesi, ma questo è un altro argomento.
      Sembra che tu non abbia letto bene l’articolo che ho riportato, parola per parola, dell’Associazione APNO e cioè, che le colle causano allergie e che anche alcune componenti che si trovano nei gel utilizzati per la ricostruzione, mentre non ci sono nella resina acrilica che viene usata in odontoiatria e nella cosmetica per curare l’acne.
      Sinceramente, e sono schietta, credo che tu abbia letto poco il mio blog.
      Ho spiegato anche il fatto di chi usa lime in modo errato e ho fatto una ricerca vera e propria in libri di chimica sui monomeri e i polimeri, cose che nei corsi nessuno ti spiega e comunque nessuno va a ricercare.
      C’e solo un unico discorso da fare: EVITARE SE E’ POSSIBILE QUESTA GUERRA TRA ONICOTECNICHE E TECNICHE O MATERIALI UTILIZZATI. PERCHE’ SIAMO TUTTI BRAVI COME VEDI A TRAVISARE LE PAROLE SE USATE MALE.
      E’ OVVIO CHE IL GEL E’ COMMERCIALE E IL COMMERCIO VUOLE IL GEL PENALIZZANDO CHI, CON PAZIENZA E BRAVURA, ESEGUE LA TECNICA IN ACRILICO E CREDIMI NE HO SENTITE FIN TROPPE E AGGIUNGO CHE PER TROVARE I PRODOTTI FACCIO TANTA, TANTA FATICA E 40 KM PER COMPRARE UNA POLVERE ACRILICA DI BUONA QUALITA’…
      DIMMI SOLO SE AL POSTO MIO NON TI ARRABBIERESTI QUANDO CHIEDI NEI CENTRI SE FANNO ANCHE ACRILICO E TI RISPONDONO ” PER CARITA’ L’ACRILICO E’ TOSSICO E CANCEROGENO, E’ VECCHIO E IN DISUSO”
      C’è un mio articolo dove dichiaro che ogni centro che si rispetti deve avere specializzate sia in acrilico che in gel, e credimi se sei brava a fare l’acrilico il gel non lo usi e viceversa.
      E PERCHE’ QUANDO VAI ALL’ESTERO E CHIEDI SE FANNO IL GEL TI RIDONO IN FACCIA?
      Riguardo all’annuncio è semplicemente una provocazione se questa è la guerra e vogliono la guerra dai retta a me, allora guerra sia!
      Anch’io devo lavorare e se uso l’acrilico da anni sulle mie mani e non ho mai avuto allergie o funghi o cancro e tumori e ho le unghie sanissime, ne saprò qualcosa o sono pazza?
      E se sia l’acrilico che il gel sono tecniche e materiali di ricostruzione uguali, ma differenti solo per polimerizzazione e tecnica, allora anche chi li vende e li fabbrica sono sicuramente pazzi !
      Sono veramente stanca e offesa da certe persone.
      Non lascerò mai l’acrilico per il gel a costo di cambiare mestiere!
      Sono certa che tra qualche anno tutti vorranno fare anche l’acrilico, perchè in Italia sono lenti a capire la qualità delle cose e si bevono ogni parola non conoscendo ancora nulla, data la poca informazione malsana che c’è in giro ecompra tutto quello che il mercato offre a occhi chiusi pur di risparmiare, senza possibilità di scegliere perchè ignorano l’esistenza dell’acrilico e nessuno le informa e peggio ancora le informa male e a discapito di una tecnica difficile, ma di ottima resa, che significa esperienza e bravura.
      Comunque, come avrai capito, mi arrabbio molto, e se non smetteranno loro per primi di parlare male dell’acrilico io comincerò a parlar male del gel, ma con ricerche sui libri di chimiaca e non con le cavolate…
      Ti ripeto GUERRA SIA, ma sappi che non ho cominciati io, bensì io sto solo difendendo il mio mestiere con tanta fatica e trovo queste persone che parlano male dell’acrilico ingiuste, cattive e non dico altro.
      Spero solo che la gente capisca presto come funziona questo mestiere, il commercio che c’è dietro e chi sono davvero i professionisti e che sia regolarizzato da leggi come per i tatuatori e per gli estetisti.

      Grazie davvero di aver commentato il mio articolo.
      Se hai tempo e voglia , magari leggi qualche altro articolo del mio blog e commenta pure, mi fa piacere confrontarmi con persone come te, ma cerca di essere precisa nel riportare ogni cosa dal web..
      Grazie ancora Katy

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: