Ricostruzione unghie tormentate:Osservazioni e consigli.

Questo piccolo appunto è dedicato a molte donne che fanno ricostruzione, che noto durante il giorno. Chiaramente, riconoscere una buona ricostruzione in gel o acrilico è ormai semplice per me.
Voglio per questo raccontare un piccolo episodio al ristorante mentre cenavo: Al tavolo difronte al mio era seduta una giovane ragazza con una ricostruzione con french bianca, non eccessivamente lunga.
Subito ho notato la fattuta della ricostruzione che era in gel, abbastanza carina, ma col passare del tempo, questa ragazza parlando con i suoi amici al tavolo, tormentava le unghie intorno alle cuticole, poi con i denti, poi con le stesse unghie sollevava i lati attorno alle unghie, credo proprio senza accorgersene e comunque per tutto l’arco della cena.
Ho pensato subito ad una persona ansiosa o che precedentemente mangiava le unghie o come la maggior parte di chi fa ricostruzione unghie, ad una persona che inconsiamente non riesce a portare unghie artificiali.
Avrei voluto fermarla mentre torturava le sue povere unghie in continuazione, dialogando distrattamente con gli amici, ma mi avrebbe sicuramente risposto male.
Stessa scena al bar: Unghie color arancio fattura in gel, carine.
Anche lei,  una ragazza giovane, molto curata, capelli lisci con frangia a taglio irregolare e anche lei dava il tormento ai capelli e alle unghie mentre chiacchierava con le amiche.
Tutti i giorni osservo le mani delle persone, è il mio mestiere e spesso succedono di questi episodi, così vorrei dare alcuni consigli e cioè di fare attenzione a come si utilizzano le mani e di prendere coscienza e cura delle ricostruzioni specie per non danneggiare le unghie e porle sotto stress continuo, dovendo poi rimediare ai distaccamenti causati da una incontrollata, mal manutenzione, delle vostre ricostruzioni.
Ovviamente la maggior parte delle persone che tormentano unghie e capelli di continuo, denotano sintomi ansiosi e non è colpa loro, ma succede spesso che accusano noi onicotecniche di non saper fare il nostro mestiere e lo trovo ingiusto.
Ho avuto clienti che staccano unghie con i denti, che limano i laterali delle unghie artificiali rovinandone la forma, insomma che no si danno pace.
Inoltre un buon consiglio che posso dare soprattutto per chi fa il gel:
Non limate e non toccate,  perchè il gel viene sigillato alla fine e se si stacca anche solo un  millimetrino di sigillatura, si infiltra polvere, acqua ecc. compromettendo l’aderenza e causando distaccamento in breve tempo.
L’acrilico non ha sigillatura ed è per questo che si compromette di meno, ma è pur vero che tormentando in ogni momento e in qualsiasi modo una ricostruzione, che sia delle migliori o no, è assicurato che oggi o domani la si compromette fino ad aver speso inutilmente dei soldi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: