LUGLIO il mese per provare l’acrilico e capire la differenza con il gel.

Solo per luglio è in promozione la ricostruzione unghie in acrilico per tutte coloro che ancora non hanno mai provato la differenza col gel, questo perchè ancora oggi facendo un sondaggio 7 donne su 10 a Roma non sanno dell’esistenza della resina acrilica oppure ne hanno sentito sempre parlare male da estetiste ed  onicotecniche poco esperte o specializzate solo in gel che per non perdere i clienti dimostrando la loro incapacità di usare entrambe le tecniche inventano tantissime bugie approfittando dell’ignoranza della gente.

Ora io non so perchè si continua a discriminare la ricostruzione unghie in acrilico o resina  che è esattamente identica al gel come composizione chimica con la differenza che è più difficile da realizzare in quanto si deve aver una certa manualità con la scultura e la velocità, perchè in meno di 30 secondi la resina si indurisce all’aria.

Si può provare la ricostruzione unghie in acrilico o resina acrilica solo per il mese di luglio a Roma soprattutto per coloro che vogliono avere la ricostruzione unghie con un ottimo prodotto di  qualità garantita e la professionalità di esecuzione con  risultati duraturi ed esteticamente naturali, come se fossero le unghie vere.

Questo mese lo dedico alle  tante donne che ignorano l’esistenza della ricostruzione unghie in acrilico o che sono state spaventate da onicotecniche non professioniste con falsità assurde ad esempio che la resina  è tossica dannosa s’ingiallisce dura poco ecc.

La resina ha lo stesso componente di quella che si usa per ricostruire i denti, chiedete all’odontotecnico cosa sono monomeri e polimeri ossia liquido e polvere da miscelare per le protesi dentarie e scoprirete quante bugie vi dicono pur di vendere solo il gel!

Anche per coloro che hanno sbagliato affidandosi a chiunque abbia fatto credere di poter eseguire questo mestiere e che si sono ritrovate unghie rovinatissime  e disastrate deboli scavate e spezzate a causa di gente poco seria e improvvisata.

Anche per coloro che mangiano le unghie e che nessuno accetta a causa di unghie troppo corte con la ricostruzione unghie in acrilico, basta anche un pezzettino di unghia come base e si fa il ponte che è appunto la tecnica per onicofagia grave, con l’acrilico non servono le tips.

Non servono unghie di plastica incollate e non serve la lampada così potete evitare le scottature traumatizzanti per le unghie naturali già indebolite o assottigliate da acidi che esistono e fate tanta attenzione da chi andate e ai prodotti che usa perchè di prodotti scadenti ormai reperibili a basso costo e non controllati dalla sanità europea si trovano ovunque.

Avviso tutte coloro che si affidano alle onicotecniche di richiedere come minimo la dimostrazione che abbiano frequentato almeno un corso con relativo attestato e che la marca usata coincida con il logo della scuola.

LUGLIO è IL MESE PER APPROFITTARE DELLA PROMOZIONE
potete trovare la pagina cliccando qui

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: