Unghie, come scegliere l’abbellimento delle unghie evitando brutte sorprese?

Unghie, come scegliere l’abbellimento delle unghie evitando brutte sorprese?
Ci sono ormai vari modi per abbellire le unghie: Quello classico con manicure e smalto, lo smalto permanente e dulcis in fundu la ricostruzione delle unghie, specie quella in acrilico, se si riesce a trovare una brava professionista della tecnica in sculturale americano in resina acrilica, che non è gel! Il gel si spalma, non si scolpisce se non in enormi strati ed eccessive bombature!!!
Ultimamente va tanto di moda lo smalto permanente che è un gel più fluido a cui sono stati aggiunti pigmenti colorati e poi versato nella boccetta con pennello la stessa del contenitore per lo smalto, da qui il nome di smalto permanente.
Le fasi di applicazione sono : Preparazioen delle unghie con abrasione della superficie applicazione della base trasparente e infine applicazione del colore. Ogni procedimente va asciugato bene sotto i raggi UVA della lampada.
E’ a tutti gli effetti un gel più fluido, ma chimicamente simile a quello della ricostruzione unghie in gel, con tanto di lampada di scottature ecc…
I vantaggi con lo smalto permanente sono rivolti solamente a chi possiede unghie belle, di forma perfetta e robuste, poichè su unghie deboli molli e che si sfaldano, lo smalto permanente tende a sfogliarsi o sbeccarsi facilmente specie se usiamo le mani senza dovute accortezze come indossare guanti per faccende domestiche ecc.
La spesa si aggira intorno alle 40 Euro che a dire il vero non è poco, tanto vale fare una buona ricostruzione almeno si ha il vantaggio di creare una forma alle unghie più bella e sappiamo che dura un mese o meno a seconda della ricrescita.
La ricosruzione delle unghie in GEL purtoppo non potrà mai essere di forma pefretta come quella in acrilico tranne che su unghie robuste e dalla conformazione naturale con curva C.
Con la ricostruzione in ACRILICO si hanno maggiori vantaggi e la spesa è davvero rapportata alla resistenza alla durata e alla qualità dei prodotti in resina acrilica e non in gel, poichè il gel tende a modellarsi sulla forma naturale delle unghie e in caso per avere una forma bella si deve ricorrere a incollare un supporto in plastica preformato con curva C, ma la durata della colla è davvero relativa e precaria anche dopo soli due giorni dalla ricostruzione.
L’ACRILICO o la resina acrilica, invece, ci permette di avere la forma che desideriamo modellandola sculturalmente su cartina, fino ad ottenere una curvatura C perfetta anche su unghie piatte quindi si possono correggere i letti ungueali di unghie storte o che vanno in direzione diversa alla forma del dito.
Inoltre con la resina possiamo ricavare un’unghia artificiale anche su unghie onicofagiche cioè mangiate e cortissime, mentre con il gel si deve ricorrere ad incollare una base in plastica.
Che dire le scelte sono tante, ma si deve anche avere un briciolo di mestiere per capire quale ricostruzione o procedimento effettuare alla cliente consigliandola onestamente e in base alla conformazione delle unghie naturali, senza offendere, ma cercando di spiegare i motivi delle scelte e se proprio vi trovate difronte una persona testarda, avvisatela però che se la ricostruzione unghie o lo smalto permanente non soddisfa le sue aspettative…Bhe voi l’avevate avvisata!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: