Domande Risposte

PERCHE’ FARE LA RICOSTRUZIOEN UNGHIE?
Lo scopo della ricostruzione unghie è avere sempre le unghie naturali protetette in modo da non farle spezzare ed essere sempre in ordine. In questo caso si fa la “ricopertura” cioè si ricopre l’unghia corta o lunga che sia, senza extension artificiale, con un crystall trasparente. Oppure si sceglie di fare la ricostruzione unghie per allungare le unghie corte tramite “extension” con tips o “sculturale” con cartina dando un’immagine immediata di lunghezza, In entrambi i casi si può scegliere tra colore, decorazione o french.

QUANTO DURA LA SEDUTA PER LA RICOSTRUZIONE UNGHIE?
La durata della lavorazione dipende dal tipo di procedura che si sceglie di utilizzare in base alle problematiche riscontrate nella cliente. Vale ancheil tempo dovuto all’esperienza e dalla manualità dell’onicotecnico.
Da aggiungere il tempo se si sceglie decorazioni elaborate.
Indicativamente per una estensione con tips circa 1 ora. Per eseguire una sculturale con le cartine circa 2 ore
Tuttavia il tempo va usato onestamente sappiamo che un lavoro ben curato necessita del suo tempo!

LE UNGHIE ARTIFICIALI SI SPEZZANO O SI SOLLEVANO?
Le unghie artificiali anche se in acrilico, per quanto sono le più resistenti,vanno trattate con rispetto e femminilità!
I motivi più comuni per cui si spezzano, salvo incidenti urtando sbadatamete, è che spesso si usano le unghie non come gioielli, ma come utensili da lavoro.
Non si deve rinunciare alla ricostruzione unghie semplicemente non si devono usare le unghie come cacciavite, apriscatole, taglia carte o pinze se si deve martellare un ghiodo sul muro.
Non si devono mordere quando siamo sotto stress perchè si solleveranno ai bordi, dovremmo usare guanti adatti se facciamo faccende domestiche. Insomma dobbiamo trattare le unghie con lo stess rispetto se fossero un nuovo anello o un braccialetto.

POSSO FARE LA RICOSTRUZIONE UNGHIE ANCHE SUI PIEDI?
Si! La ricostruzioen unghie si può fare sia d’inverno che d’estate sia alle mani sia ai piedi dove ha una durata maggiore perchè la ricrescita delle unghie è più lenta. Il Refill è consigliato anche dopo 1 mese e mezzo.

QUALI SONO LE FORME USATE PER LE UNGHIE?
La forma delle unghie più comunemente usata è detta “quadrata” si presenta perfettamente quadrata. Nasce negli anni 70.
Unghie con forma detta “squoval” è la forma stessa del quadrato, ma si presenta con gli angoli più arrotondati. nasce negli anni 80.
Unghie con forma detta “rotonda” classica forma fin dagli anni 30.
Unghie con forma detta a “punta” nata negli anni 90 molto usata nell’Europa dell’est.

CHE COS’E’ LA RICOPERTURA DELLE UNGHIE?
Quello che noi in italia chiamiamo ricopertura delle unghie lo dice la parola stessa: Le unghie vengono ricoperte di prodotto senza però l’allungamento.

CHE COS’E’ LA NAIL EXTENSION?
La nail extension è il termine esatto per definire la ricostruzione unghie con allungamento tramite le tips.

CHE COS’E’ LA NAIL EXTENSION SCULTURE?
La nail sculture è il termine esatto per definire la ricostruzione unghie con allungamenteo tramite nail form o cartine che successivamente verranno eliminate.

CHE COS’E’ LA FRENCH DELLE UNGHIE?
La french o francese è la creazione del bordo libero con colore decisamente bianco si può effettuare si su “copertura” che su “allungamento” con tips o sculturale per cui si procederà nelle diverse tecniche differenti tra acrilico e gel.

SE INCOLLO LE TIPS LA RICOSTRUZIONE E’ PIU’ RESISTENTE?
La tecnica di ricostruzione unghie con tips viene insegnata nei corsi di livello base e sono sinonimo di principianti che non hanno fatto il corso di livello avanzato. Molti usano le tips perchè il lavoro si fa in poco tempo e costa di meno, ma è anche vero che dura di meno, perchè la reazione della colla con acqua o col calore è instabile.
Ricordiamo in oltre che la colla contiene i cianoacrilati sostanze che col tempo corrodono le unghie naturali e causano anche gravi forme di allergia. Meglio evitare le tips preincollate e chiedere esclusivamente la ricostruzioen unghie con nail form, uno speciale supporto di carta,che finita la ricostruzione viene semplicemente eliminato.
In presenza di unghie cortissime ed onicofagiche è bene usare la resina acrilica invece del gel.

LA RICOSTRUZIONE UNGHIE QUANTO TEMPO DURA?
La durata della ricostruzione unghie può variare da 15 fino a 30 giorni, in base alla conformazione del letto ungueale e alla ricrescita.

QUANDO LE UNGHIE CRESCONO SI DEVE FARE IL RITOCCO?
Con la ricrescita delle unghie è obbligatorio fare il ritocco o scegliere se eliminare definitivamente la ricostruzione.
Il ritocco andrebbe effettuato non più tardi di 21 giorni perchè la ricrescita sposta il punto di forza che da resistenza e mantiene salda la struttura dell’unghia artificiale. Quando l’unghia si sposta troppo in avanti, basta la pressione dei polpastrelli a causare sollevamenti e c’è anche il rischio di farsi male urtando con le superfici. Anche esteticamente si vedrà un’unghia dalla forma poco naturale e sgradevole. Il rritocco in gergo tecnico si chiama refill.

QUANTI MODI ESISTONO PER IL RITOCCO O REFILL?
Esistono ter modi di ritoccare le unghie in base a cosa è stato scelto di fare con la ricostruzione.
– “Ritocco semplice” solo di riempimento:
E’ l’applicazione del prodotto tra le cuticole e la ricostruzione si andrà a riempie col prodotto, la parte di unghia naturale si è formata con la ricrescita.
– “Ritocco semplice + bordo french”:
Si applica lo stesso riempimento e in più si va ad eliminare la parte bianca della french che andrà nuovamente rifatta perchè a causa della ricrescita si dovranno accorciare le unghie. Se si decide di non accorciare il bordo bianco della french, sarà comunque troppo spostata in avanti ed steticamente innaturale.

COS’E’ LA NAIL ART?
La Nail Art è un termine generico che indica la decorazione sulle unghie, ma esistono tantissimi altri termini usati in base alla tecnica scelta per decorare.ad esempio:Scultura 3D o micro-scultura. Water painting (pittura ad acqua) micro-pittura. Nail Fantasy. ecc ecc.
La decorazione unghie è il miglior modo per rendere le unghie personalizzate scegliendo in base al proprio look o stile che si vuole portare.

QUANTO DURANO LE DECORAZIONI SU UNA RICOSTRUZIONE?
Le decorazioni sulle unghie arificiali durano fino al ritocco o refill.
La frecnh è meno pratica va rivista col back-fill cioè rifatta perchè con la ricrescita è esteticamente innaturale e brutta!

POSSO USARE LO SMALTO SULLA RICOSTRUZIONE UNGHIE?
Certamente sulla ricostruzione unghie ben protetta e sigillata da prodotti finali al trattamento che siano lucidi o opachi si può utilizzare lo smalto.
CONSIGLIO: Quando si ha la differenza di distacco tra unghia naturale e unghia artificiale si può camuffare esteticamente ricoprendo tutto con lo smalto, ove non ci siano eccessive bombature!

COME SI TOGLIE LA RICOSTRUZIOEN UNGHIE?
Ci sono tante teorie e tanti modi per eliminare la ricostruzione.
Per togliere quella in acrilico è sicuramente meno dannoso.
Per togliere quella in gel si deve eliminare per forza con la fresa fino alla superficie delle ungheie naturali.
Per il gel non esiste alcun solvente!
Quello che non si deve fare mai è staccare le unghie artificiali con la forza.
Il mglior modo è andare dalla vostra onicotecnica che con la fresa ossia un attrezzo meccanico e tecnologico e non con la lima, eliminerà la ricostruzione.
Per i più sensibili. si potrà prima assottigliare al minimo l’unghia artificiale in acrilico per immergerla nell’ acetone puro e quando sarà ammorbidita verrà spinta con un attrezzo apposito senza causare danni alla lamina.
Non fatelo da soli direttamente senza assottigliare le unghie artificiali prima di mettrle abgno in acetone tanto tempo per sciogliere l’acrilico e si possono aver escoriazioni o infiammazioni della pelle!

LA RICOSTRUZIONE ROVINA LE UNGHIE NATURALI?
La ricostruzione unghie se viene fatta da professionisti specializzati e con prodotti professionali di buona marca, non causa alcun problema alle unghie naturali. L’importante è stare attenti a non limare troppo la superficie unghueale per la preparazione delle unghie e non usare primer a base acida.

E’ VERO CHE LE UNGHIE NON RESPIRANO?
Questa affermazione è frutto d’ignoranza perchè se ci documentiamo sulla reale conformazione delle unghie anche solo su libri di medicina impareremo che le unghie traggono l’ossigeno attraverso il sange quindi dai vasi sanguigni che si trovano sotto il letto ungueale.

COME SONO FATTE LE UNGHIE?
L’unghia è composta da varie sezioni con nome specifico:
LAMINA o corpo dell’unghia è composta maggiormente da cheratina e protegge tutto il corpo sottostante.
SOLCO UNGHUEALE è il solco tra la lamina e la pelle dove si formano le pellicine ed è bene che sia protetto evitando di rimuoverle in eccesso causando infiltrazioni di batteri.
LUNULA sembra una mezzaluna di colore chiaro è la parte giovane dellìunghia
BORDO LIBERO è la parte che fuoriesce dal polpastrello) e, al di sotto di questo, l’iponichio che non sempre è visibile.
IPONICCHIO si trova sotto il bordo libero non sempre visibile a volte può sembrare pelle sporgente sotto l’unghia, non rimuovere assolutamente!
MATRICE si trova nella parte superiore parte vitale responsabile della crescita, non è evidente, ma viene protetta dalla pelle quando si tolgono le pellicine è consigliato non rimuoverle troppo in quel punto proprio per non causare infezioni!

HO SENTITO DIRE CHE L’ACRILICO E’ TOSSICO E PERICOLOSO
Purtroppo, ancora oggi si continua a spaventare le clienti con questa ignobile bugia.
Chi mette in giro queste voci sicuramente non è in grado di eseguire la tecnica di scultura in resina acrilica e non è nemmeno un vero professionista!
Spesso chi inizia questo mestiere capisce che la cliente non ha alcuna informazione e può comunque solo con il gel. Però il gel per alcunei tipi di unghie non va bene e invece di proporre l’acrilico se ne parla male per non perdere il cliente dato che loro non sono in grado di offrire quetso servizio.

HO SENTITO DIRE CHE L’ACRILICO PUZZA E FA MALE
Il liquido usato per la ricostruzione in acrilico ha odore non più forte di uno smalto o l’acetone per una semplice manicure o i prodotti utilizzati per le tinture dei capelli!
Il fatto che non sia inodore come il gel non vuol dire che fa male!
Quelli che si definivano tossici che davvero avevano un nodore fastidioso sono stati banditi dal commercio nel 1972 quando ancora contenevano metil metacrilato MMA!
Già 30 anni fa l’MMA è stato sostituito con l’ hetil metacrilato che non ha alcun fattore di tossicità e l’odore è leggerissimo.

HO SENTITO DIRE CHE LA LAMPADA PROVOCA TUMORI
Secondo studi approfonditi dalla sanità mondiale si è accertato che in caso di esposizione prolungata ai raggi ultravioletti, alcune persone hanno riscontrato diverse forme di problemi dal melanoma accentuato e strane forme di screpolature, non conducibili a tumori veri e propri.
CONSIGLIO: Se si sceglie di fare la ricostruzione in gel dove l ‘utilizzo della lmpada è obbligatorio, evitare la french perchè i passaggi necessari all’esposizione ai raggi uva sono pari a10 volte l’esposizione (per ogni dito dove va eseguito il bianco sul bordo libero ) più l’esposizione per la base, la bombatura e la sigillatura. Optare per il colore unico.
Oppure optare per la french in resina acrilica, dato che l’acrilico non necessita di lampada per asciugare.

LA RICOSTRUZIONE UNGHIE CREA PROBLEMI AI GESTI QUOTIDIANI?
La ricostruzione unghie si usa proprio per rinforzare le unghie deboli e che si spezzano facilmente.
Specie la resina acrilica è un prodotto altamente resistente e permette di utilizzare le mani in completa tranquillità.
Con l’acrilico si può scegliere anche una lunghezza media o extra, molto femminile, senza sentirsi insicure dei gesti quotidiani.
Abituarsi gradualmente ad usare le unghie lunghe, rende i gesti davvero eleganti e femminili, ma bisogna avere un minimo di delicatezza e non utilizzare le unghie come utensili da lavoro!

LA RICOSTRUZIONE UNGHIE CURA L’ONICOFAGIA?
SI! La ricostruzione unghie in resina acrilica è specifica per onicofagia anche nella forma più grave dove con il gel non si può intervenire dato che non c’è spazio sufficiente per incollare le tips.
La durezza della resina acrilica farà si che tu non abbia voglia di rosicchiare le unghie e inoltre vederle finalmente belle ti aiuterà nella dura lotta all’onicofagia.
Chi è specializzato nella ricostruzione unghie in acrilico saprà donare alle unghie un aspetto molto naturale.
Quando ti mandano via dicendoti che le hai troppo corte per fare la ricostruzione unghie vuol dire che non sono seri professionisti!

HO I FUNGHI POSSO FARE LA RICOSTRUZIONE UNGHIE?
NO! Assoluto divieto in caso di qualsiasi sospetto minimo d’infezione presente sulle unghie.
Rivolgersi al medico o al dermatolo di fiducia Alcune infezioni se sottovalutate possono causare la perdita delle unghie!

SOTTO LA RICOSTRUZIONE VEDO UNA MACCHIA VERDE COS’E’?
Quasi sicuramente in quel punto si è formata una bolla d’aria tra la ricostruzione e l’unghia naturale e c’è stata qualche infiltrazione di acqua che a lungho andare ha formato della muffa a causa del’umidità.
Semplicemente recarsi subito a fare il ritocco.
La muffa non è pericolosa se presa in tempo, ma a lungho andare potrebbe generare batteri e funghi dato che l’umidità e il calore sono la casa madre dei batteri e dei virus!

LA RICOSTRUZIONE UNGHIE FA VENIRE I FUNGHI?
No. La ricostruzione unghie non è causa di funghi.
La causa dei funghi è i batteri conduttori dell’infezione che proliferano nella sporcizia e scatenano la malattia.
E’ una vera e propria infezione che si può contrarre se l’igiene delle mani e delle unghie è scarsa e se trascurata può causare la perdita delle unghie che si staccheranno cadendo interamente!
I funghiè spesso si contraggono quando si immergono le mani in posti dove il batterio è presente come ad esempio l’acqua sporca dopo aver lavato il pavimento, o la terra facendo del giardinaggio.
Durante una seduta per manicure o una seduta di ricostruzione unghie si contraggono i funghi se c’è scarsa igiene nelle postazioni.
e se il batterio è presente nelle attrezzature utilizzate da qualche pazzoide ( e ci sono…) su unghie infette!
I prodotti per sterilizzare le attrezzature sono molto importanti, è bene sempre proteggere le mani con un antifungino per la cliente e i guanti per l’onicotecnico (se si è allergici al lattice disinfettare accuratamente la mani!
Fare attenzione perchè alcuni onicotecnici senza scrupolo non si preoccupano di voi, ma del proprio guadagno.

C’E’ DIFFERENZA TRA FUNGHI E MUFFA?
Fortunatamente la muffa non è pericolosa se presa per tempo ed eliminata. Si forma quando c’è umidità continua. Si presenta con colorazione verde acceso.
I funghi al contrario sono una vera e propria infezione non sempre causata dalla ricostruzione unghie, ma che potrebbe essere trasmessa durante una seduta se precedentemente è stata effettuata un trattamento su unghie infette.
I funghi hanno una colorazione verde-giallastra che si può confondere con la muffa, se non siete sicuri fate un controllo dal vostro dermatologo di fiducia, non azzardate solo per coprire esteticamente è davvero pericoloso!

GEL O ACRILICO. COME SCEGLIERE I CORSI?
-Gel (corsi principianti)
Il gel è il sistema adatto per i primncipianti. Il Gel viene fornito già pronto in un vasetto ed ha la consistenza simile al miele.
Si applica sull’unghia con o senza extension spalmandolo tramite un pennello. Il Gel è autolivellante’, molto facile da applicare rispetto acrilico, per questo è il sistema ideale per i principianti.
Le unghie in gel sono catalizzate sotto una lampada ultravioletti (UV) l sono inodore.
-Acrilico (corsi avanzati)
L’ Acrilico è il corso di avanzamente. L’acrilico è anche conosciuto come il liquido o il sistema di polvere ed è molto richiesto dai clienti in quanto è il più forte come resa e tenuta. Si mescolano liquido e polvere formando piccole sfere di acrilico sul pennello e si applica sulle unghie, non essendo autolivellante va spinto fino a creare la foma con il pennello occorre velocità ed esercizio primadi raggiungere buoni livelli di applicazione. E ‘difficile da imparare rispetto al Gel e alcune persone non amano l’odore del prodotto.

2 Risposte

  1. Ciao Cara
    ti ho chiamato questa mattina per informazioni sulla riostruzione in acrilico, volevo anche chiederti però quanto tempo ci vuole per la ricostruzione con acrolico.

    Grazie molte
    serena

    • I tempi variano a seconda di cosa si sceglie di fare se french, decorazione, colore, smontare una vecchia ricostruzione, la lunghezza, onicofagia, manicure per pellicine (anche se il consiglio è di farla almeno un giorno prima)ecc. Comunque nn più di 2 ore massimo 3 salvo chiacchiere, caffè, cellulari, bambini ec ecc ecc
      :o) baciotti Katy

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: