Corso unghie acrilico e microscultura

Grazie a tutte di cuore. Mi sono commossa oggi per il vostro affetto. Ho ricevuto tantissimi messaggi e ora non voglio proprio deludervi. Molte di voi hanno richiesto di organizzare eventi e incontri con me sulla tecnica acrilica e la microscultura. Un messaggio in particolare mi ha fatto arrabbiare e poi riflettere.

Una ragazza del sud, mi ha scritto che è demoralizzata in quanto non riesce a trovare un corso di ricostruzione unghie in acrilico perché , quando contatta le scuole, tutte le rispondono la medesima cosa. É meglio il gel, si lavora di più, faresti piu soldi. L acrilico non lo usa nessuno. Puzza è tossico. Ha chiesto anche a Milano, a Roma e altre grandi città e niente! Dimenticavo di aggiungere che lei usa già il gel, ma vorrebbe un semplice approfondimento e non spendere un capitale. 

Ecco che mi ritorna in mente la mia stessa difficoltà all inizio, quando cercavo di specializzarmi in resina acrilica. Ho capito che dopo tutti questi anni non é cambiato nulla. Soltanto un marchio offre questa opportunità, ma il costo non é accessibile a tutti ed é il doppio o il triplo dei corsi per il gel. 

Mi ricordo quando partecipavo ai masters nelle sale d albergo.      C era un grande schermo, la presentazione dei prodotti e dopo la pausa pranzo il video sul grande schermo e nessun insegnante o esercitazione. Rimanevamo si e no 2-3 persone, il resto era nell altra sala a comprare prodotti. Che tristezza! 

Ma, torniamo al presente, dove nulla é cambiato e proviamo a cambiarlo. Giusto? 

Mi avete scritto in molte, tutte sostenitrici della resina acrilica, della microscultura in 3D. Tante ragazze che soffrono di onicofagia e hanno risolto il loro problema con la resina acrilica dopo aver provato il gel perché la resina é piu resistente anche se si svolgono lavori manuali. 

Senza nulla togliere al gel e offendere chi lo preferisce, in America, al contrario dell Italia, le unghie si allungano con acrilico, il gel viene usato solo semipermenente. Posso confermarlo perché in estate e ancora adesso, molte turiste americane venivano da me , non trovando competenti nella resina acrilica. 

In breve, dopo i vostri messaggi, di aiuto, di consigli, e richiesta di un percorso specifico per apprendere al meglio le tecniche della lavorazione della resina acrilica sulle unghie e la microscultura in 3D. Vi comunico che mi sto organizzando per offrire il mio tempo a questa missione: Aiutare e sostenere tutte quelle onicotecniche che amano la resina acrilica con pecorsi mirati a un vero apprendimento. 

Ho un problema però, NON vendo prodotti per unghie, non ho alcun interesse di fare la venditrice, quello é un altro tipo di mestiere. Molti marchi mi hanno contattata e ho sempre rifiutato. Se notate non c è alcuna pubblicità sul mio blog.

L unico modo per esaudire le tante vostre richieste per fare il percorso con me é organizzare il corso unghie acrilico e microscultura  purché vi procuriate da sole il materiale io vi posso indirizzare , ma non vendo nulla.  Io metterò a disposizione la mia esperienza e il mio tempo per organizzare questo percorso. Magari il fine settimana, sabato e domenica ( cosa che non fa nessuno, ma vedremo strada facendo). In fine, Organizzare il programma. Trovare una sede, (quindi ci saranno dei costi per l affitto). Decidere il percorso se farlo individuale o collettivo massimo 2- persone, così non serve la modella. Ho sempre preferito piccoli gruppi senza confusione e senza sprecare tempo.

Fin qui, sembra facile( a parole!)

Vi aggiornerò la pagina dei corsi che trovate nel link in alto nella home. Oppure se siete pigre

Che ne dite? Ci sta? 

SORPRESA! 

Un abbraccio Katy

Annunci

Unghie. Articolo di prova da tablet

Unghie permettendo, sto provando l applicazione wordpress per questo post,  in modo da poter scrivere il blog anche senza pc e ovunque mi trovo. 

La cosa certa é che presto ci sarà una sorpresa. Non anticipo nulla perché non voglio dire qualcosa che non é facile da organizzare. Dico solo che oggi, ho avuto piú di 500 visite sul blog, dopo 2 anni che avevo tralasciato e piu di 400 messaggi di follower che mi sostengono e mi ringraziano per le informazioni che ho condiviso e per averle aiutate con i miei consigli.  

La sorpresa che sto preparando è utile, costa poco si può scegliere, ci sarà un colloquio, un esame e uno step successivo. È pensata per chi come me, quando ho iniziato, cercava qualcosa di serio, professionale, accessibile e onesto

Basta! Ho già detto troppo. Forse qualcuno di voi ha capito, forse no. 

Seguitemi o date una sbirciatina al blog ogni tanto, mi servirà il vostro aiuto e le vostre opinioni per realizzare un progetto utile a voi e  anche a me,  come una sfida da superare, una missione. 

Prometto solo che non sarà la solita fregatura come tante che ho preso anche io. 

Sarà sicuramente copiata da tantii, ma la mia idea è genuina, semplice, onesta, poco conveniente per il mercato miliardario che gira intorno. Spero soltanto di riuscire, perché non é semplice e crescerà col tempo. Il problema più ostico da superare, sarà la distanza, peccato non avere il teletrasporto 😁

Bene. Intanto iniziamo e insieme troveremo le soluzioni, ho fiducia nei miei follower.

Ora sono curiosa di vedere come é stato pubblicato il post con l applicazione per wordpress. Speriamo sia ok.

Un abbraccio Katy


Ricostruzione unghie. 2018 di nuovo con voi.

Finalmente! Eccomi nel mio blog dopo tanto tempo. Sono cambiate molte cose in questi anni, ora sono estetista e a breve tatauatrice. Ho studiato molto e sono stata impegnata a fare esperienza.

Sono cambiate le leggi e anche col diploma di estetista ora toccherà avere altre specializzazioni. A marzo prendo l abilitazione per fare tatuaggi. Ho scelto una scuola a Cosenza perché ha un costo accessibile. Quindi dopo un anno di pratica su pelle sintetica e tanto studio occorre  l ennesima spesa per un corso che mi insegna quello  he ho gia studiato, dermatologia, norme igieniche, ecc..ecc. 1000 euro per 90 ore e si possono fare tatuaggi.

La normativa che regola le professioni di onicotecnico ora equivale a 300 ore di corso 1500-2000 euro, ma ancora non si sa se è possibile aprire un nails center e finalmente fare ricostruzione unghie o meglio allungamento..  Per fortuna  dopo il corso si ha l abilitazione magari si affitta una cabina con partita iva o si puo lavorare come dipendente. Attenzione però, solo in alcune regioni d Italia, e ogni regione ha le sue regole … Forse! Si perché a volte non sanno nemmeno loro quale norma è valida…  Intanto a conti fatti ho speso 7 mila euro per essere estetista, piu di 2000 euro per il corso di onicotecnica e ora altre 1000 per il corso di tatuaggio semipermanente estetico e tatuaggio permanente artistico e piercing.

Al prossimo post carissimi lettori… NON DEMORDERE E SE NASCI RICCO É MEGLIO! 😀😁😂

Katynails avviso importante

CARISSIME LETTRICI

GUARDANDO SUL WEB E DIGITANDO SU GOOGLE KATYNAILS, NOTO CHE CI SONO TANTE E TANTE ALTRE KATYNAILS SPARSE IN TUTTA ITALIA.
CHE TRISTEZZA VEDERE IL MIO NOME E MARCHIO REGISTRATO GIA’ DAL 2009 , ESSERE COPIATO E SFRUTTATO PER FARSI PUBBLICITA’. (ANCHE DEI MIEI ARTICOLI NE HO VISTI MOLTI DI COPIA E INCOLLA OVUNQUE DATO CHE ME LI SEGNALA IL WEB, MA LASCIAMO STARE…)
ANDANDO OLTRE QUESTI POVERACCI DI FANTASIA E DI SPIRITO,

IO MI SENTO IN DOVERE DI COMUNICARVI CHE
IO , LA VERA KATYNAILS CHE VIVEVA A ROMA E CHE CURA DAL 2009 QUESTO BLOG CON TANTA PASSIONE, IMPEGNO E TEMPO PER QUANTO POSSIBILE,
SONO MOMENTANEAMENTE FUORI ROMA,  PER TERMINARE GLI STUDI DI ESTETICA.

PER TANTO IN QUESTO PERIODO NON ESERCITO ALCUNA MANSIONE RIGUARDO LE UNGHIE,  CHE NON SIA PER APPROFONDIMENTO E STUDIO E  SCRIVERE QUALCHE POST SUL BLOG  PER VOI, QUANDO POSSO, COSI’ DA DARVI PIU’ INFORMAZIONI POSSIBILI DELLA MIA ESPERIENZA.

NEL FRATTEMPO IO NON MI ASSUMO NESSUNA RESPONSABILITA’ SE VOI VI RECATE DA UN’OMONIMO E VI DANNEGGIA IN QUANTO NON SONO IO,  QUINDI ATTENZIONE! (SOLO PERCHE’ HA USATO IL MIO NOME NON E’ ME!)

AVVISO
RIBADENDO PER TANTO  CHE, CHIUNQUE SI CHIAMI KATYNAILS IN ITALIA NON SONO IO

CIOE’ NON E’ PROPRIETARIO DI QUESTO BLOG E  NON E’ PROPRIETARIO DEL MIO NOME E DEL MIO MESTIERE.

LA DATA DEL MIO RIENTRO IN  ITALIA SARA’ COMUNICATA SOLO SU QUESTO BLOG A TEMPO DEBITO

GRAZIE DI CUORE A TUTTI VOI E SPERO DI ESSERVI STATA UTILE E  CHE VOI APPREZZIATE LA MIA SOPRA.

UN ARRIVEDERCI A PRESTO KATYNAILS.

 

 

 

 

Onicotecnico mestiere inesistente senza qualifica di estetista

L’onicotecnico, colui che si occupa della ricostruzione delle unghie è un mestiere inesistente poichè NON RICONOSCIUTO legalmente e giuridicamente, senza un valido diploma o psecializzazione che non sia la qualifica di estetita.
Ciao carissime lettrici è da un po’ che non scrivo, ma ho preso del tempo per riflettere e per trovare la strada giusta per esercitare la professione di onicotecnica.
Dopo anni ho deciso di affrontare il discorso della qualifica seria, quella professionale nazionale ed europea. Oggi mi ritrovo ben 5 attestati appesi al muro, ma nessuno di questi è riconosciuto per esercitare ilmestiere di onicotecnica. Non è possibile spendere altro tempo e denaro per un corso regionale valido soltanto ed esclusivamente nella regione in cui si consegue e non a livello nazionale cioè, se prendo la qualifica nel Lazio, la stessa non è riconosciuta in Lombardia o in altre regioni.
E’ la solita fregatura di fossilizzarci in un luogo senza poter scegliere altre opportunità ed è anche una presa in giro dei corsi a pagamento! Documentandomi  ho anche scoperto che la regione ha affiderà alla provincia le qualifiche professionali e tra qualche anno qualificarsi come estetista sarà possibile solo dopo il diploma di 5 anni più 3 di specializzazione ossia una mini-laurea. ( Per fortuna in Italia siamo lenti e tutto è precario quindi ci vorrà del tempo e forse cambierà tutto) Riguardo l’onicotecnico non c’è nulla che lo qualifiche a livello imprenditoriale, se non avere il diploma di estetista.
Ho deciso la mia strada circa un mese fa iscrivendomi al biennio per la qualifica di estetista 900 ore più 900.
Sono al settimo cielo perchè proprio oggi è stato il primo giorno di scuola e sono felicissima di tutti i sacrifici fatti fino ad oggi per raggiungere questo obbiettivo per me importantissimo.

estetista

Se state pensando di intraprendere la strada per diventare onicotecnici, documentatevi bene prima di fare dei corsi inutili e costosi che promettono e illudono un futuro lavorativo certo.
Oggi occorre essere qualificati nella maniera più rigorosa ed efficente per competere nel mondo del lavoro.
Spero che questo post vi possa aiutare a capire la strada giusta da intraprendere se davvero avete passione per il mestiere dell’onicotecnico con una qualifica seria e reale, perchè avere rispetto degli altri è giusto come è giusto che chiunque eserciti una professione abbia rispetto per voi.

Come rimuovere smalto semipermanente soak off gel

Come rimuovere lo smalto semipermanente o soak off gel con l’acetone o il solvente apposito.

Occorrente : Acetone puro, una ciotola per manicure, cotone, foglio di alluminio, vaselina o crema protettiva per tinture,bastoncino di cotone, bastoncino d’arancio, buffer grana 280.

Rimozione smalto semipermanente o soak off gel.:
Riempite la ciotola con l’acetone puro, spalmate la vaselina o la crema intorno alla pelle, perchè l’acetone può seccare e danneggiare la pelle, con un bastoncino di cotone distribuite bene la vaselina intorno al giro cuticole evitate di coprire le unghie.
Potete immergere direttamente le unghie nella ciotola, ma l’acetone evapora in breve tempo quindi rischiate di utilizzarne davvero tanto.
Il miglior metodo è quello di immergere il batuffolo di cotone nell’acetone e poi adagiarlo sulle unghie e coprire con l’alluminio precedentemente tagliato a misura circa 4 cm x 10 cm. Ripetere l’operazione per tutte le unghie e lasciatele riposare per circa 30 minuti.
dopo questo tempo si può togliere l’alluminio e provare a spingere e sfilare il cotone sulle unghie per far venire via il gel. Se ciò non avviene lasciate ancora per 10 minuti e ricoprite l’unghia scoperta con lo stesso procedimento di prima. Potrà essere necessario aiutavi con un bastoncino di lehno per spingere via il gel.
Infine, lasciate riposare e asciugare le unghie per 5 minuti circa poi con un buffer rimuovete eventuali ruvidità sulle unghie.
Mi raccomando di idratare le unghie e le mani con lozioni creme o con olio apposito per le unghie perchè l’acetone può aver disidratato le unghie. Idratate le unghie ogni giorno e aspettate almeno una settimana o più prima di applicare di nuovo lo smalto semipermanente per non indebolire le unghie rischiando brutte infezioni batteriche.

Lo stesso metodo si può utilizzare per la rimozione  delle unghie in acrilico, appunto le mie che vedete qui sotto, solo che personalmeente preferisco usare la fresa.

smontaggio2deidrat smontaggioricopertura

Come fare ricostruzione unghie perfetta

Carissime lettrici, ancora una volta sono qui a scrivere le mie opinioni sulla ricostruzione delle unghie ed è bene specificare che non significa spalmare gel , ma ricostruire interamente la forma delle unghie nel modo più elegante possibile. Quando avviene la fase della preparazione, non usate lime aggressive e pulite bene le pellicine poichè sono quelle che causano distaccamento delle unghie artificiali. La buona riuscita della ricostruzione ha come base fondamentale la preparazione. Usate la fresa se possibile con una punta molto fine.

fresa  professionale unghie

fresa professionale unghie

Naturalmente mi rivolgo  a chi intende fare da se dato che molte donne usano ricoprire le unghie con gel colorato e comprano i prodotti nei negozi seguono le istruzioni e le fanno a casa personalmente , poi mi chiamano disperate perchè hanno le unghie deteriorate  che si sfaldano e si spezzano.

unghie rovinate da gel

unghie rovinate da gel

Ho sempre dichiarato apertamente che il fai da te spesso è dannoso.   Prima di acquistare prodotti controllare la provenienza è preferibile acquistare prodotti americani veri! controllate sempre l’igiene per evitare malattie funghi o peggio!

io ho dato tanti consigli e avvisi, ma sembra quasi che mille lettori al giorno che passano su questo blog non ne traggano alcun beneficio.  Questo mi dispiace molto perchè cerco di dare consigli attraverso le mie esperienze. Ho scritto mole informazioni e ho dato tante risposte alle seguenti domande:

-PERCHE’ FARE LA RICOSTRUZIOEN UNGHIE?
-QUANTO DURA LA SEDUTA PER LA RICOSTRUZIONE UNGHIE?
-LE UNGHIE ARTIFICIALI SI SPEZZANO O SI SOLLEVANO?
-POSSO FARE LA RICOSTRUZIONE UNGHIE ANCHE SUI PIEDI?
-QUALI SONO LE FORME USATE PER LE UNGHIE?
-CHE COS’E’ LA RICOPERTURA DELLE UNGHIE?
-CHE COS’E’ LA NAIL EXTENSION?
-CHE COS’E’ LA NAIL EXTENSION SCULTURE?
-CHE COS’E’ LA FRENCH?
-SE INCOLLO LE TIPS LA RICOSTRUZIONE E’ PIU’ RESISTENTE?
-LA RICOSTRUZIONE UNGHIE QUANTO TEMPO DURA?
QUANDO LE UNGHIE CRESCONO SI DEVE FARE IL RITOCCO?
-QUANTI MODI ESISTONO PER IL RITOCCO O REFILL?
COS’E’ LA NAIL ART?
-QUANTO DURANO LE DECORAZIONI SU UNA RICOSTRUZIONE?
-POSSO USARE LO SMALTO SULLA RICOSTRUZIONE UNGHIE?
-COME SI TOGLIE LA RICOSTRUZIOEN UNGHIE?
-LA RICOSTRUZIONE ROVINA LE UNGHIE NATURALI?
-E’ VERO CHE LE UNGHIE NON RESPIRANO?
-COME SONO FATTE LE UNGHIE?
-HO SENTITO DIRE CHE L’ACRILICO E’ TOSSICO E PERICOLOSO E’ VERO?
-HO SENTITO DIRE CHE L’ACRILICO PUZZA E FA MALE E’ VERO?
-HO SENTITO DIRE CHE LA LAMPADA PROVOCA TUMORI E’ VERO?
-LA RICOSTRUZIONE UNGHIE CREA PROBLEMI AI GESTI QUOTIDIANI?
-LA RICOSTRUZIONE UNGHIE CURA L’ONICOFAGIA?
-HO I FUNGHI POSSO FARE LA RICOSTRUZIONE UNGHIE?
-SOTTO LA RICOSTRUZIONE VEDO UNA MACCHIA VERDE COS’E’?
-LA RICOSTRUZIONE UNGHIE FA VENIRE I FUNGHI?
C’E’ DIFFERENZA TRA FUNGHI E MUFFA?
GEL O ACRILICO. COME SCEGLIERE I CORSI?

Trovate tutte le risposte nella pagina in alto cliccando domande e risposte se siete pigre cliccate direttamente su questo link

Spero vivamente che troviate utile questa pagina. Mi raccomando quando scegliete di fare una buona ricostruzione unghie cioè allungarle e renderle più belle e resistenti affidatevi a persone competenti. Se comprate lampade uva usate creme protettive o guanti appositi prima di inserire le mani dopo aver spalmato il gel.Possibilmente affidatevi a un professionista serio che sia in grado di usare sia il gel che l’acrilico specie se fate lavori manuali o soffrite di onicofagia. So che non è facile, ma è per il bene delle vostre unghie.

Non solo apparenza, ma soprattutto QUALITA’ !

Un abbraccio Katy

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: