Come fare ricostruzione unghie perfetta

Carissime lettrici, ancora una volta sono qui a scrivere le mie opinioni sulla ricostruzione delle unghie ed è bene specificare che non significa spalmare gel , ma ricostruire interamente la forma delle unghie nel modo più elegante possibile. Quando avviene la fase della preparazione, non usate lime aggressive e pulite bene le pellicine poichè sono quelle che causano distaccamento delle unghie artificiali. La buona riuscita della ricostruzione ha come base fondamentale la preparazione. Usate la fresa se possibile con una punta molto fine.

fresa  professionale unghie

fresa professionale unghie

Naturalmente mi rivolgo  a chi intende fare da se dato che molte donne usano ricoprire le unghie con gel colorato e comprano i prodotti nei negozi seguono le istruzioni e le fanno a casa personalmente , poi mi chiamano disperate perchè hanno le unghie deteriorate  che si sfaldano e si spezzano.

unghie rovinate da gel

unghie rovinate da gel

Ho sempre dichiarato apertamente che il fai da te spesso è dannoso.   Prima di acquistare prodotti controllare la provenienza è preferibile acquistare prodotti americani veri! controllate sempre l’igiene per evitare malattie funghi o peggio!

io ho dato tanti consigli e avvisi, ma sembra quasi che mille lettori al giorno che passano su questo blog non ne traggano alcun beneficio.  Questo mi dispiace molto perchè cerco di dare consigli attraverso le mie esperienze. Ho scritto mole informazioni e ho dato tante risposte alle seguenti domande:

-PERCHE’ FARE LA RICOSTRUZIOEN UNGHIE?
-QUANTO DURA LA SEDUTA PER LA RICOSTRUZIONE UNGHIE?
-LE UNGHIE ARTIFICIALI SI SPEZZANO O SI SOLLEVANO?
-POSSO FARE LA RICOSTRUZIONE UNGHIE ANCHE SUI PIEDI?
-QUALI SONO LE FORME USATE PER LE UNGHIE?
-CHE COS’E’ LA RICOPERTURA DELLE UNGHIE?
-CHE COS’E’ LA NAIL EXTENSION?
-CHE COS’E’ LA NAIL EXTENSION SCULTURE?
-CHE COS’E’ LA FRENCH?
-SE INCOLLO LE TIPS LA RICOSTRUZIONE E’ PIU’ RESISTENTE?
-LA RICOSTRUZIONE UNGHIE QUANTO TEMPO DURA?
QUANDO LE UNGHIE CRESCONO SI DEVE FARE IL RITOCCO?
-QUANTI MODI ESISTONO PER IL RITOCCO O REFILL?
COS’E’ LA NAIL ART?
-QUANTO DURANO LE DECORAZIONI SU UNA RICOSTRUZIONE?
-POSSO USARE LO SMALTO SULLA RICOSTRUZIONE UNGHIE?
-COME SI TOGLIE LA RICOSTRUZIOEN UNGHIE?
-LA RICOSTRUZIONE ROVINA LE UNGHIE NATURALI?
-E’ VERO CHE LE UNGHIE NON RESPIRANO?
-COME SONO FATTE LE UNGHIE?
-HO SENTITO DIRE CHE L’ACRILICO E’ TOSSICO E PERICOLOSO E’ VERO?
-HO SENTITO DIRE CHE L’ACRILICO PUZZA E FA MALE E’ VERO?
-HO SENTITO DIRE CHE LA LAMPADA PROVOCA TUMORI E’ VERO?
-LA RICOSTRUZIONE UNGHIE CREA PROBLEMI AI GESTI QUOTIDIANI?
-LA RICOSTRUZIONE UNGHIE CURA L’ONICOFAGIA?
-HO I FUNGHI POSSO FARE LA RICOSTRUZIONE UNGHIE?
-SOTTO LA RICOSTRUZIONE VEDO UNA MACCHIA VERDE COS’E’?
-LA RICOSTRUZIONE UNGHIE FA VENIRE I FUNGHI?
C’E’ DIFFERENZA TRA FUNGHI E MUFFA?
GEL O ACRILICO. COME SCEGLIERE I CORSI?

Trovate tutte le risposte nella pagina in alto cliccando domande e risposte se siete pigre cliccate direttamente su questo link

Spero vivamente che troviate utile questa pagina. Mi raccomando quando scegliete di fare una buona ricostruzione unghie cioè allungarle e renderle più belle e resistenti affidatevi a persone competenti. Se comprate lampade uva usate creme protettive o guanti appositi prima di inserire le mani dopo aver spalmato il gel.Possibilmente affidatevi a un professionista serio che sia in grado di usare sia il gel che l’acrilico specie se fate lavori manuali o soffrite di onicofagia. So che non è facile, ma è per il bene delle vostre unghie.

Non solo apparenza, ma soprattutto QUALITA’ !

Un abbraccio Katy

Unghie, come scegliere l’abbellimento delle unghie evitando brutte sorprese?

Unghie, come scegliere l’abbellimento delle unghie evitando brutte sorprese?
Ci sono ormai vari modi per abbellire le unghie: Quello classico con manicure e smalto, lo smalto permanente e dulcis in fundu la ricostruzione delle unghie, specie quella in acrilico, se si riesce a trovare una brava professionista della tecnica in sculturale americano in resina acrilica, che non è gel! Il gel si spalma, non si scolpisce se non in enormi strati ed eccessive bombature!!!
Ultimamente va tanto di moda lo smalto permanente che è un gel più fluido a cui sono stati aggiunti pigmenti colorati e poi versato nella boccetta con pennello la stessa del contenitore per lo smalto, da qui il nome di smalto permanente.
Le fasi di applicazione sono : Preparazioen delle unghie con abrasione della superficie applicazione della base trasparente e infine applicazione del colore. Ogni procedimente va asciugato bene sotto i raggi UVA della lampada.
E’ a tutti gli effetti un gel più fluido, ma chimicamente simile a quello della ricostruzione unghie in gel, con tanto di lampada di scottature ecc…
I vantaggi con lo smalto permanente sono rivolti solamente a chi possiede unghie belle, di forma perfetta e robuste, poichè su unghie deboli molli e che si sfaldano, lo smalto permanente tende a sfogliarsi o sbeccarsi facilmente specie se usiamo le mani senza dovute accortezze come indossare guanti per faccende domestiche ecc.
La spesa si aggira intorno alle 40 Euro che a dire il vero non è poco, tanto vale fare una buona ricostruzione almeno si ha il vantaggio di creare una forma alle unghie più bella e sappiamo che dura un mese o meno a seconda della ricrescita.
La ricosruzione delle unghie in GEL purtoppo non potrà mai essere di forma pefretta come quella in acrilico tranne che su unghie robuste e dalla conformazione naturale con curva C.
Con la ricostruzione in ACRILICO si hanno maggiori vantaggi e la spesa è davvero rapportata alla resistenza alla durata e alla qualità dei prodotti in resina acrilica e non in gel, poichè il gel tende a modellarsi sulla forma naturale delle unghie e in caso per avere una forma bella si deve ricorrere a incollare un supporto in plastica preformato con curva C, ma la durata della colla è davvero relativa e precaria anche dopo soli due giorni dalla ricostruzione.
L’ACRILICO o la resina acrilica, invece, ci permette di avere la forma che desideriamo modellandola sculturalmente su cartina, fino ad ottenere una curvatura C perfetta anche su unghie piatte quindi si possono correggere i letti ungueali di unghie storte o che vanno in direzione diversa alla forma del dito.
Inoltre con la resina possiamo ricavare un’unghia artificiale anche su unghie onicofagiche cioè mangiate e cortissime, mentre con il gel si deve ricorrere ad incollare una base in plastica.
Che dire le scelte sono tante, ma si deve anche avere un briciolo di mestiere per capire quale ricostruzione o procedimento effettuare alla cliente consigliandola onestamente e in base alla conformazione delle unghie naturali, senza offendere, ma cercando di spiegare i motivi delle scelte e se proprio vi trovate difronte una persona testarda, avvisatela però che se la ricostruzione unghie o lo smalto permanente non soddisfa le sue aspettative…Bhe voi l’avevate avvisata!

Ricostruzione unghie acrilico. Ancora sconosciuta

Ricostruzione unghie acrilico. Ancora sconosciuta…
Forse sono un po’ ripetitiva, ma ancora dopo 3 anni che curo il blog e tanti lo leggono, il fenomeno acrilico è sconosciuto tra tante donne che oggi sono fortunate rispetto al passato perchè possono ricorrere alla ricostruzione delle unghie e possono avere unghie lunghe e belle  in meno di 2 ore!
Però, la maggior parte delle donne sembra non capire ancora quale sia la qualità delle cose che ci circondano.
Mi accorgo che sono tante che fanno un tentativo di apparire belle con mani e unghie curate, ma durano poco o niente e tra mille scuse ritornano ad avere unghie mangiate, corte, colorate appena.
Il fenomeno che sto osservando tramite l’esperienza è che si è ancora al punto di partenza ancora retrò e ancora nascoste dietro moralismi ed etichette antiche!
Non capisco perchè oggi come oggi, avendo la possiblità di ricostruire le unghie in tante decorazioni e lunghezze e forme diverse ancora si scelgono french o colori che sembrano semplici smalti. Infatti in Italia va tanto la moda del colore o smalto semipermanente o permanente.
Che peccato non poter sfruttare la ricostruzione in acrilico per sbizzarrirsi con colori sfumature e decorazioni.
Con l’acrilico si possono ottenere quantità infinite di forme e decorazioni, ma la maggior parte ancora ignora questo prodotto e questa fenomenale tecnica dove l’utilizzo della lampada uva non c’è e nemmeno l’uso delle colle e delle unghie di plastica cinesi!
Certo è che l’acrilico è una tecnica molto difficile e poco diffusa e sono anche pochi quelli che sanno usarlo bene e ottenere unghie esteticamente perfette e durature e di solito i costi son di gran lunga superiori al gel, ma è anche vero che l’acrilico è sinonimo di qualità e durata quindi i costi sono nel giusto rapporto qualità prezzo.
Il segreto della tecnica in acrilico c’è,  ma non si dice e anche dicendolo, ci vuole davvero tanta pazienza e tanta tanta manualità e bravura.
Così ci si rifugia nel gel e finchè c’è busines si va avanti, mantenendo nell’ignoranza e nella scarsa qualità le donne che si accontentano di poco., che dopo 10 giorni circa se va bene, sono costrette a ritoccare spendendo di più di quanto credano di risparmiare.
La qualità ha il suo prezzo e i suoi vantaggi.
Le unghie in acrilico sono sinonimo di qualità e resistenza, mi auguro con il mio sito web  di dare consigli utili a tante donne e invito a non fermarsi e sperimentare la qualità per capire la differenza ed evitare spese e sorprese sgradevoli.

Ecco un esempio di cosa si può ottenere con l’acrilico

Unghie e regole

Nonostante ormai la ricostruzione unghie è conosciuta da molti, sono tantissime le donne  insoddisfatte e soprattutto danneggiate da limature eccessive o infezioni causate dalla poca igiene.
Premetto che il vero professionista si occupa solo ed esclusivamente di questo lavoro e non lo fa nel tempo libero e in orari strani, oppure di notte o solo il sabato e la domenica.
Sappiamo che chiunque ormai, può acquistare un kit in tv o dai rivenditori di cosmetici e improvvisarsi onicotecnico, come chiunque può acquistare una tinta per capelli e fare la tinta.
Il fai da te e le improvvisazioni possono riuscire o danneggiare, certo è che se andassimo dal dottore o dall’avvocato o dal piastrellista o dal meccanico e ci improvvisassimo facoltosi operatori, allora alcuni mestieri non sarebbero utili e saremmo un tuttofare semplicemente utilizzando manuali tecnici per motori o murature fai da te, o magari manuali di legge e medicina fai da te.
Quindi, escludendo coloro che approdano a questo  mestiere come secondo lavoro ed escludendo l’improvvisa crescita di tecnici di unghie e postazioni per ricostruzione unghie nei parrucchieri, nelle palestre e nei centri estetici, vorrei soffermarmi solo sui veri centri nails.
Dalla esperienza che ho, molte donne si lamentano di aver pagato 80 90 euro per ritrovarsi unghie che saltano dopo un giorno, unghie doloranti, unghie indebolite simil carta velina e  infezioni .
La sorpresa che mi lascia disgusto è che anche nei centri nails avviene questo disastro.
Ma come si fa allora  a riconoscere chi lavora con serietà, professionalità,  passione e rispetto per le unghie? Che non vedono le mani come produzione di soldi accelerando i tempi delle ricostruzioni con dolorose procedure e senza rispetto per le unghie?
Partiamo dal presupposto che la ricostruzione unghie non è un processo di abbellimento e implica l’uso di sostanze chimiche che potrebbero provocare seri danni se non sono applicate adeguatamente.

E’ importante capire che ricevere questo servizio deve essere rilassante, piacevole e assolutamente non doloroso.

Abbandonate subito è un vostro diritto:

– se il tecnico ti fa male
-se la postazione è sporca
-se il tecnico utilizza oggetti non disinfettati
-se il tecnico usa sostanze in contenitori non contrassegnati
-se il tecnico non può o non risponde alle vostre domande sui prodotti
-se il tecnico non può o non risponde alla procedura d’igiene
-se il tecnico pur di giustificare le sue carenze inventa che le tecniche di ricostruzione diverse da quella utilizzata sono dannose.

E’ sintomo di poca professionalità anche  non pulire le cuticole se sono eccessivamente cresciute, limare le unghie naturali, non prendere appuntamento per il ritocco almeno dopo 2 settimane per seguire la reazione alla ricostruzione unghie, non usare crema protettiva per i raggi uva soprattutto per chi utilizza la lampada spesso per catalizzare (asciugare il gel)

La regola fondamentale primaria è: Se il tecnico è causa di dolore qualsiasi, cerca un altro qualificato e non consentire di proseguire! Assolutamente non pagare e dire con chiarezza se vi va dove non siete soddisfatte o se vi hanno danneggiate!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: