Unghie accessori femminilità seduzione. Osare è DONNA

Femminilità è il modo di muoversi, di parlare, di sorridere, di curare il proprio corpo e la propria persona nei dettagli, questi sono alcuni degli ingredienti che fanno la “Donna Femminile”.
La femminilità è il risultato estetico ed  il mix necessario tra un profumo, il colore delle scarpe, la morbidezza dei capelli, la lunghezza delle unghie, il tono di un rossetto. Una donna femminile è una donna che si piace, viva ed esuberante con un pizzico di trasgressività e di ironia, colore e allegria.
Immaginate una scena romantica: Bellissima lei, con i capelli appena mossi dal vento, il suo dolce profumo di spezie esotiche, non guardavo il suo seno, non guardavo le sue gambe snelle, guardavo le sue mani, morbide e levigate, colorate di rosso ciliegia, artigli seducenti come le sue labbra, mentre dolcemente sfioravano le mie…
Ecco, cosa ne pensate se al posto di artigli rosso ciliegia ci fossero state unghie corte o mangiucchiate pallide? GRRRRRRRRR un disco rotto nel bel mezzo di una sinfonia romantica!
Le mani, la bocca, lo sguardo seducono più di un seno scoperto volgarmente. Le unghie corte diciamolo chiaro, non sono femminili, sono solo comode. Anche  il tacco alto  sappiamo bene che non è comodo, ma forzatamente e dolorosamente lo indossiamo perchè è femminile. Perciò, se è vero che i tacchi slanciano e rendono più femminili, così come i capelli lunghi sono l’emblema della donna, si dovrà cominciare a pensare lo stesso delle unghie.
Il corto “mozzato” e smaltato è OUT non è femmile, nè elegante.
I colori pallidi cadaverici sono OUT poichè rispecchiano poca personalità e intraprendezza, sono sintomo d’insicurezza e l’insicurezza non è seduzione!
La seduzione, la classe, l’eleganza è saper portare unghie lunghe, l’èleganza è avere mani affusolate e slanciate con movenze certe. La donna è donna quando sa ciò che vuole e lo prende ed è lì,  la vera arma di femminilità e seduzione!
Abituarsi a portare le unghie lunghe non è un problema come si pensa, basta cominciare a portarle lunghe e non trovare scusanti del lavoro, dell’ufficio, non si può, vorrei ma non mi è permesso, devo digitare sui tasti. E’ una bugia soltanto una bugia. Basta usare l’acrilico invece del gel!
Non si può vietare ad una donna di essere donna!
Ribellatevi a coloro che vogliono imbruttirvi e farvi apparire sciatte e spente. Abbiate forza di dimostrare la vostra personalità!
Se proprio chi fa il gel ha paura che siano fragili data la lunghezza e consiglia di farle corte diffidate!
Diffidante anche di quante vi attirano con lo slogan dell’acrilico per convincervi mentre poi vi rifilano il gel dicendovi che l’acrilico è tossico, è una bugia bella e buona! L’acrilico non è tossico, l’acrilico è resistente anche con lunghezze eccessive. Se l’ 80% delle donne nel mondo usa l’acrilico secondo voi sono loro sbagliate?
Andate via scappate rifiutatevi di ascoltare gli altri decidete finalmente per voi stesse, con i vostri gusti e il vostro istinto di donne sicure e mature.
Osate senza paura di essere donne seducenti e femminili con artigli color ciliegia se ciò vi piace e che delicatamente, con nonchalance (l’arte di fare una cosa strana come se fosse normalissima) alzate il dito medio e ve ne infischiate!
PS fate attenzione poi a non indossare quelle orribili quadrature mozzate che assomigliano a spatole, perchè quelle non sono unghie affusolate e femminili sono oscene e disgustose!
Non siate convinti che gli altri vi guardino le unghie perchè sono belle potrebbe essere l’opposto…

Esagerate? Forse, ma quanto son belle!!!

Annunci

Unghie moda estate 2010

La moda per questa estate veste le unghie di fiori e ricami ed  anche tanti strass e glitter, i toni variano da quelli decisi come il fuxia, l’arancio e il giallo, per ricordarci che l’estate è allegra e colorata.
Ogni dettaglio è studiato per la donna elegante e contemporanea che ama un tocco di Style personalizzato con le accurate decorazioni realizzate artigianalmente che rendono le mani raffinate attraverso esclusivi decori realizzati dal certosino lavoro dell’onicotecnica più esperta per rendere ogni gesto unico e imperdibile.
Le unghie in voga oggi sono adatte ad una donna moderna e di classe, che ama distinguersi e farsi notare in ogni occasione della giornata.
Frivolezze e chicche ricercate sono le novità che portano freschezza e glamour. Si passa così dal fashion al romantico, dal classsico senza tempo, scegliendo mani curate, ammiccanti e maliziose, fino al lusso degli strass più preziosi, per scoprire il nostro lato frivolo e fanciullesco, ma sempre con buongusto.
Ogni particolare è realizzato sempre a mano con grande ricerca di materiali , avendo cura dei particolari decisi e il tutto viene poi mischiato con fantasia ed esperienza.
Spazio quindi ai colori brillanti e ai contrasti uniti ai cristalli ed alle minuscole miniature per la sera elegante, spazio anche ai toni delicati ed ai colori base del bianco e del nero vicino al blu cobalto o al rosa perla, piccoli tocchi di glitter scintillanti tra sculture delicate floreali per una versione più decisa.
La moda per questa estate è rivolta alla donna che trae piacere e divertimento dal look curato, frizzante e spiritoso, una donna grintosa, che ama curare ogni dettaglio per essere femminile, si può optare per una scelta di colori  armoniosi e luminosi che miscelati formano contrasti forti e decisi, con palette tra rosa e blu, sabbia, viola, fuxia, verde, oro e arancio, di gran voga il ritorno al romantico floreale con macro fiori di colore acceso contrastanti oppure tono su tono. Pennellate di colore vibrante per sdrammatizzare le forme più classiche per una donna ironica e moderna.

Nail extension con glitter blu e giallo sfumato con scultura florale realizzata a mano in rilievo con viola  delicato tono su tono e in aggiunta  il glitter fuxia per dare un tocco deciso di colore  per l’estate.

Ricostruzione Unghie lista cosa fare e non fare

Le unghie artificiali rovinate dopo due giorni è il dramma di molti.
Le mani sono lo strumento principale di quasi tutte le nostre azioni quotidiane e per portare le unghie lunghe naturali o artifiaciali, si devono fare dei compromessi con i gesti abituali.
Tante donne che ricorrono alla ricostruzione delle unghie ancora non sanno bene come comportarsi dopo aver investito denaro per abbellire le proprie mani.
Allungare le unghie con l’extension  in un primo momento crea qualche problema e d è per questo che ho compilato un elenco di cosa fare o non fare dopo la ricostruzine e prima del prossimo appuntamento.
Non seguire queste regole e poi lamentarsi che il tecnico ha svolto male il suo lavoro è imperdonabile e se si crede di poter imbrogliare accusandolo, si verrà di certo ritenute appartenere alla categoria delle “per nulla portate ad avere belle mani” di conseguenza escluse dalla clientela.
Provate a prendere un cellulare posato sul tavolo e noterete che avrete indirizzato il gesto con le dita tese e la punta delle unghie. Fate la stessa cosa con unghie lunghe e andranno a sbattere sulla superficie del tavolo.
E’ in questi casi che si danneggiano le unghie rompendole!
Andiamo a vedere quali sono queste regole consigliate per mantenere il vostro investimento sulla bellezza delle unghie e non solo abituandovi avrete GESTI ancora più FEMMINILI ed ELEGANTI.
.
Regole importanti per manenere la tua ricostruzione unghie nel tempo.
.
  • -Pressioni ripetute e gravi con la punta delle unghie artificiali è causa di crepe e rotture sulla superficie di conseguenza bolle e sollevamento.
    .
  • -Applicare 2 volte al giorno olio per cuticole e massaggiare, aiuta la ricrescita e  favorisce la circolazione, è così che l’unghia respira e si nutre, attraverso il sangue.
    .
  • -Se le ughie diventano troppo lunghe prima del prossimo appuntamento, accorciare la lunghezza con una lima di cartone robusta grana 180.
    .
  • -Più alto è il livello di attività delle vostre mani in base alle faccende domestiche o al lavoro, più corta dovrà essere la lunghezza delle unghie.
    .
  • -Se notate infiltrazioni di acqua tra l’unghia artificiale e quella naturale con sollevamento, non usate colle per riattaccare le unghie telefonate al tecnico per un appuntamento quanto prima. L’umidità genera la muffa e i funghi.
    .
  • -Raccogliere dei piccoli oggetti sulle superfici liscie sicuramente danneggerà la punta delle unghie. Aiutatevi scivolando gli oggetti col polpastrello o il lato del dito oppure con una paletta, spingendolo nel palmo dell’altra mano. Si può anche usare un foglio di carta sotto l’oggetto e sollevarlo.
    .
  • -Per avere unghie sempre lucide, potete aggiungere un leggero strato di top finisc se il vostro lucido è compromesso da opacizzazione dovuta a liquidi corrosivi o graffi.
  • -Quando s’indossano unghie lunghe per la prima volta, è normale sbattere le punte delle dita, quindi fate attenzione e non  raggiungete le cose con le dita distese, ad esempio, battere le unghie sulla maniglia di una porta o quella del frigorifero, è il modo più sicuro per romperle. Cercate di tenere le dita arricciate e aiutatevi col laterale della mano per aprire le porte.
    .
  • -Per aprire lo sportello della macchina non infilate le punte delle dita sotto la maniglia e tirate, ma usate la nocca del dito indice, fatelo scivolare dai laterali della maniglia, tirate fuori l’unghia e poi tirate su lamaniglia sempre con delicatezza.
    .
  • -Non spingete mai i pulsanti della radio, del tostapane, della lavatrice, l’ interruttore della luce, della tv, i tasti del telefono con la punta delle dita, usa le nocche, una matita o altri strumenti.
  • -Non aprire mai lattine di cocacola, scatolette di tonno o altro con le unghie, sollevare con una moneta, un coltello da burro, un cucchiaio ecc.
    .
  • -Non aprire imballagi, scatole, sacchetti di plastica, cartellini adesivi di prezzi o altro con le unghie, usare sempre le forbici o il coltello.
    .
  • -Per lavare piatti, fare pulizie, raschiare con spugne superfici sporche, se fate giardinaggio, se usate detersivi che siano spray, candeggine, smacchiatori, anticalcare ecc ecc, indossate sempre i guanti.
    .
  • -Quando rifate il letto, utilizzate il ginocchio per tenere sollevati gli angoli e usate le mani come per dare un colpo di karate, spingendo le lenzuola o le coperte sotto. Potete aiutarvi altrimenti con una racchetta da ping pong.
    .
  • -Abbottonate abiti, jeans, camicie cappotti con il lato delle dita e non con le unghie.
    .
  • -Non tirare calzettoni, vestiti, pantaloni con le unghie, ma con i lati delle dita e non infilare le scarpe con le mani , usare il calzascarpe.
  • -Non tenere a bagno troppo le unghie in acqua calda perchè assorbono e si espandono promuovendo i sollevamento della ricostruzione. Se usate l’idromassaggio tenete le mani fuori dall’acqua.
    .
  • -Non togliere lo smalto con acetone, ma con appositi solventi senza acetone ormai reperibili ovunque. Specie per chi ha usato l’ allugamento col gel usando le unghie incollate precedentemente, perchè l’acetone corrode la plastica di cui son fatte le estensioni.
  • -Quando fate il bucato in lavatrice e dopo la centrifuga i vestiti sono aggrovigliati utilizzate delle pinze per tirarli fuori oppure usate movimenti delicati stando molto attente.
    .
  • -Quando indossate gioielli, per agganciare non usate le unghie, ma i lati delle dita.
    .
  • -Se decidete di rimuovere le unghie artificiali , non fatelo voi stesse per non danneggiare irreparabilmente causando torrure, sfaldamento, danni permanenti alle unghie naturali. Rivolgetevi a chi lo fa di mestiere e garantite alle vostre unghie la salute.
    .
Spero che questa lista di cose da fare e non fare sia stata utile e se avete avuto esperienze e volete raccontarle oppure volete suggerire altre cose in merito e condividerle, sarò ben lieta di ricevere consigli e aggiornare la lista.
Fatemi sapere!
.
Usate le unghie come gioielli e non come strumenti!!!

MANI E UNGHIE PERFETTE:CURE E CONSIGLI

Le mani sono una parte particolarmente delicata e che invecchia più rapidamente del corpo (in media 10 la pelle del corpo e 5 volte quella del viso e collo.
La pelle delle mani è tra le prime zone del corpo a mostrare segni d’invecchiamento precoce,anche nelle persone giovani. Questo accade perchè fisiologicamente questa zona è predisposta al deterioramento per l’assenza di un grosso strato lipidico sotto la cute, inoltre la pelle delle mani non è per natura molto elastica e quindi soggetta a rughe e secchezza, in più, sono sempre esposte alla luce del sole che, provoca inevitabilmente ad una certa età le tipiche macchie di melanina. Ecco perché le mani necessitano di cure attente per mantenersi belle e morbide.
Ricordiamo che sono estremità del corpo e che giunge meno sangue a causa della vasocostrizione e di conseguenza, avendo meno nutrimento da parte del sangue, la pelle delle mani risparmia energia producendo meno grassi e più secchezza.
Le mani sono il nostro principale strumento soggette ad uso intenso, con milioni di micromovimenti in un’ora, sono in contatto continuo con gli agenti esterni, più delle altre parti del corpo. In tutte le stagioni, sempre le stesse mani sono esposte costantemente agli agenti inquinanti, al caldo, al gelo, sempre a contatto con lavaggi e lavori domestici, con acqua piena di calcare, saponi, detersivi, prodotti detergenti vari, magari frequenti o prolungati, ed il sapone e l’acqua asportano il cosiddetto film idrolipidico, quel fisiologico velo protettivo di sebo che impedisce alla pelle di lasciar evaporare l’acqua dall’interno, evitando così la comparsa di rughe e screpolature.

Come si curano le mani:
Lavarle spesso utilizzando detergenti delicati e adatti allo scopo, saponi poco sgrassanti, sapone free, o prodotti cosmetici come le creme da lavaggio. Dopo averle lavate bisogna anche asciugarle con cura perché l’acqua che rimane sulla pelle può renderle ruvide. Bisogna poi massaggiarle con crema idratante. In ogni caso e’ consigliabile per la protezione delle mani usare delle creme emollienti. Per evitare che l’esposizione al sole causi la formazione di rughe  e macchie, è consigliabile utilizzare una crema protettiva sconsiglio prodotti troppo grassi e inefficaci di marche commerciali che ungono, ma non curano.
Buona abitudine sarebbe ricoprire quotidianamente le mani di un protettivo solare ad ampio spettro, anche quando si fa una ricostruzione in gel è fondamentale proteggerle dai raggi UV, ma pochi onicotecnici hanno queste accortezze!
Trucchi e consigli:
Bastano poche attenzioni ed i cosmetici giusti per mantenere a lungo la bellezza delle mani: Se il vostro lavoro richiede un lavaggio frequente, utilizzate sempre sapone neutro, o magari detergenti che non contengono saponi, più tardi vi consiglierò un buon prodotto, delicatissimo e specifico per la salute della pelle in generale.
Asciugate sempre le mani alla perfezione evitando di usare asciugatori ad aria calda.
Il contatto con i detersivi rovina le mani e spesso caus allergie, quindi usare guanti di gomma, magari foderati con un rivestimento interno in cotone perchè anche  la gomma è causa di allergie. Oppure si possono indossare guanti di cotone sotto di quelli usati per fare i lavori domestici. Ciò eviterà di provocare irritazioni alla pelle e non farà sudare le mani, disidratandole.
Prima di coricarvi, regalate alle mani una maschera nutriente, con una dose abbondante di crema emolliente.

Consigli su prodotti che io uso personalmente e sono ottimi:
Crema a base di aloe vera concentrata con propoli per mani veramente disastrate, per pelle secca o rovinata che ha bisogno di un trattamento particolare e specifico , è un trattamento ricco e intenso che rigenera l’epidermidee attenua gli arrossamenti.

Vado nello specifico riportando tutto su questo prodotto:

aloe-propoli-tutto-il-corpo1
Crema con Propolis: 79% di concentrazione di Aloe Vera  contro i duroni, contro le screpolature, contro la pelle secca (ginocchio, gomito, mani e pelle desquamata), contro i funghi ai piedi (dopo guarigione), per cicatrizzare le ferite, piccolo effetto antibatterico: è un antibiotico della natura, ha un effetto idratante ed ha tanta vitamina E, anche per i massaggi.
DESCRIZIONE: aloe Propolis Crema è ottima da utilizzare come tonificante ed idratante della pelle. E’ una ricca miscela di Aloe Vera Gel Stabilizzata e di altri ingredienti noti per il contributo che danno per mantenere la pelle in buona salute.
La propoli è stata aggiunta per arricchire la crema con maggiori proprietà antibiotiche perchè, la propoli aumenta la naturale proprietà antibiotica dell’Aloe Vera Gel. L’azione antibiotica naturale non produce gli effetti negativi degli antibiotici artificiali. Sono contenute anche la Camomilla e la Consolida Maggiore, due erbe naturali molto note per la cura della pelle e molto utilizzate. Inoltre, completa la formula lenitiva con vitamina A ed E, riconosciute per le loro naturali proprietà tonificanti della pelle. Aloe Propolis Creme è perfettamente adatta per idratare le pelle secche. La sua gradevole fragranza e la ricca consistenza la rende ideale da usare come un composto per il massaggio per un rilassamento totale. Inoltre, può essere usata per specifici problemi della pelle. Cioè, è abbastanza versatile per essere usata per problemi locali, come punture d’insetti o piccole scottature, o per problemi più gravi come eczema e psoriasi. In ogni situazione le sue proprietà lenitive ed antibiotiche sono particolarmente efficaci. La Propoli è un materiale naturale resinoso igienizzante che viene raccolto dalle api sulle gemme e sulle ferite vegetali già in via di riparazione dalle stesse piante. Arricchita, elaborata dalle api viene messa nella camera matrimoniale della Regina per la sua salute ed il suo benessere. E’ quindi una preziosa sostanza costituita da secrezioni resinose e da resine, mescolate poi con saliva e cera. La propoli contiene un gran numero di elementi che sono stati identificati in polisaccaridi, terpeni, acidi urici, acidi aromatici ed altri. Sono presenti anche sostanze minerali, vitamine (gruppo B, vitamina A e C), aminoacidi. Per la salute svolge una importante azione antibatterica (proprietà che le è stata sempre riconosciuta dalla medicina popolare fin dai tempi più remoti). Ma è anche antiossidante, vasoprotettiva, immunostimolante ed è molto apprezzata nelle affezioni della sfera otorinolaringoiatrica oltre che nel campo dermatologico. Ideale per la pelle delle mani arrossate (specie dopo aver lavato i piatti) e per la pelle secca dei piedi (per ammorbidirla).
CARATTERISTICHE A causa della sua composizione con Aloe Vera e Propoli questa crema idrata, ammorbidisce e dà sollievo alla pelle. Lo consigliamo per: Per pelli esigenti e secche, per trattamento delle ferite, per zone della pelle ove sono concentrate cellule morte. Ideale anche come crema per massaggio.
USO: Spalmare su pelle pulita e fate un leggero massaggio.
COMPONENTI PRINCIPALI Aloe Vera Gel 79%, propoli, estratti di erbe, vitamina E, B-carotene, allantoina, estratto di camomilla, lanolina, estratti di officinale. Costa solo 19,90 euro.

Detergente a base di aloe senza sapone che si può utilizzare anche per tutto il
corpo e l’igiene intima.

aloe-crema-soapALOE VERA SAPONE CREMA
Sapone Liquido: 38% di concentrazione di Aloe Vera (la concorrenza solo 3-33%) ph neutro, non è aggressivo sulla pelle, non si secca sulla pelle, ristabilisce il livello di grasso della pelle, si può usare tranquillamente per i bambini e per le persone che soffrono di allergie, è assorbito subito in profondità.
DESCRIZIONE: l’Aloe è rinomata per le sue proprietà detergenti, idratanti, ristrutturanti e trattanti che la rendono una base perfetta per il nostro sapone liquido all’Aloe. Biodegradabile, a pH controllato e non irritante, esso è sufficientemente delicato per la pulizia quotidiana di viso, mani e corpo. Disponibile con un erogatore, facile da utilizzare, questo ottimo prodotto dal buon profumo può essere usato ed apprezzato da chiunque, sia da adulti che da bambini. Aloe Cream Soap è un ricco detergente idratante perlato, per il viso e per le mani, caratterizzato da una abbondante quantità di Aloe. Esso genera una morbida schiuma che è semplice da applicare e da rimuovere. Preparato a base di Gel di Aloe Vera e di elementi che non bruciano agli occhi, Aloe Cream Soap lascia la pelle pulita, conferendole una sensazione di vellutata e setosa morbidezza, minimizzando al contempo ogni irritazione collegata alle saponette. E’ ideale come shampoo per i neonati e per i bambini ed è indicato per chi è affetto da problemi di pelle, come psoriasi ed eczema e per igiene vaginale (doccia vaginale).
USO: Fate ricca schiuma sull’epidermide bagnata.
COMPONENTI PRINCIPALI: Aloe Vera Gel 38%, ingredienti curativi.
Costa solo 9,00 euro.

Se poi vi occorre una crema veramente curativa a base di aloe al 90%  allora vi consiglio
aloe-vera-concentratoALOE VERA CONCENTRATO
Concentrata: 90% di concentrazione di Aloe Vera  da usare subito quando ti tagli la pelle ed hai delle ferite, contro le allergie, contro le scottature, contro il prurito, contro l’acne, contro lo sfogo della pelle, contro le infiammazioni, contro le punture d’insetto, contro i lividi, contro le contusioni, per ustioni, escoriazioni, cicatrici, scottature ed eritemi solari, pelli secche, arrossate e screpolate (come idratante), contro le distorsioni (fare impacchi freddi alcune volte al giorno: assorbe subito e non lascia unto. Pulire tutta la ferita prima di passare il concentrato).
DESCRIZIONE: storicamente, il maggior uso di Aloe Vera era per il trattamento di piccole scottature. L’Aloe Vera Concentrata, gelatina traslucida, viene assorbito dalla pelle rapidamente ed è meravigliosamente lenitivo. L’Aloe Vera Concentrata è un gel denso contenente umettanti ed idratanti ed è stato preparato specificatamente per uso topico per idratare, lenire e tonificare la pelle. Un eccellente composto per pulire e depurare la pelle e che, spalmato sulla pelle, è come se lo si applicasse direttamente dalle foglie. La formula del Gel di Aloe Vera è particolarmente efficace in una varietà di condizioni estreme della pelle, infiammazioni e dolori cutanei e muscolari, dolori reumatici e tendiniti, favorisce la guarigione di ecchimosi, grazie alla sua azione anti-infiammatoria. E’ ideale anche contro le scottature, la seborrea, l’acne, l’eczema, la psoriasi e l’impetigine e così via. E’ ottima per problemi cutanei: bruciature, gonfiori, orticaria, acne, ferite, colpi di sole, fuoco di Sant’Antonio punture di insetti, varici. Può essere applicato anche nel naso contro il raffreddore da fieno (nelle narici). Non ha controindicazioni per sintomi collegati ai farmaci e non è stato riscontrato alcun effetto collaterale. Dà sollievo al prurito, gonfiori, dolori, infiammazioni ed irritazioni. La sua azione germicida aiuta a combattere le infezioni, mentre la sua struttura morbida lubrifica e lenisce i tessuti feriti nelle zone delicate. Infine, non contiene sostanze oleose ed aiuta a ridurre l’irritazione ed è ideale per l’acne ed altre affezioni cutanee. Un altro pregio del prodotto è quello di essere completamente assorbito dalla pelle, favorisce la guarigione senza macchiare i vestiti. Aloe Vera Concentrata è efficace nel proteggere la Vostra pelle contro gli effetti dannosi dei trattamenti agli ultrasuoni; inoltre, ha un effetto particolarmente lenitivo dopo le elettrolisi. I parrucchieri applicano l’Aloe Vera Concentrata alla base dei capelli per prevenire le irritazioni della pelle prima di effettuare permanenti e tinture. L’Aloe Vera Concentrata è un aiuto ideale della pelle quando c’è bisogno di una piccola cura extra e deve essere presente dall’armadietto del bagno al kit di pronto soccorso e dalla cucina ai luoghi esterni. Applicata sul viso ha una funzione rilassante e aumenta la velocità di riproduzione e sostituzione delle cellule.
USO: Pulire accuratamente prima dell’uso. Ripetere l’applicazione molte volte secondo le necessità della pelle. Si assorbe senza lasciare tracce di unto.
COMPONENTI PRINCIPALI Aloe Vera gel 90%,glicerina, allantoina, vitamina E. Costa solo 16,50 euro.

aloe-vera-prodotti

Potete tranquillamente richiedere i prodotti a base di aloe vera per la cura corpo mani piedi, anche per la pulizia  e trattamento per il viso direttamente a me…Sarò lieta di consigliarvi al meglio.

UN PO’ DI CHIMICA DEI PRODOTTI UTILIZZATI PER LA RICOSTRUZIONE DELLE UNGHIE

Anche se per alcuni è noiosa è bene sapere qualcosa in più della chimica dei prodotti che usiamo sulle nostre mani.
I prodotti da ricostruzione più diffusi come acrilico e gel, derivano tutti dalla famiglia degli acrilati,  le differenze si hanno invece per la reazione chimica che crea l’unghia artificiale. Diamo uno sguardo su come si comportano i monomeri e i polimeri, che sono i componenti principali dei prodotti da ricostruzione e vediamo come avviene la reazione chimica.

A dovere,come richiesta da copyright,  indico che la maggior parte di questo che riporto nell’articolo si trova al seguente link www.ricostruzioneunghie.com un sito molto interessante dove poter reperire tante informazioni sulla ricostruzione delle unghie.

 

 

MONOMERI-POLIMERI: POLIMERIZZAZIONE
I monomeri si legano tra tra di loro formando delle catene molto lunghe chiamati polimeri e attraverso la reazione chimica chiamata polimerizzazione.  Un monomero in pratica è una molecola che forma polimeri.
La polimerizzazione comincia grazie ad un iniziatore che entra in contatto con una la molecola e le conferisce energia. I monomeria quel punto, cercano il modo di liberarsi dell’energia acquisita e si attaccano alla coda di un altro monomero, trasferendo ad esso l’energia ricevuta. In questo modo le catene di monomeri si espandono e crescono sempre di più, fino a quando il polimero ingrandito, non trova più monomeri.
A questo punto del processo, tutti i monomeri sono finiti e la reazione a catena termina: Il polimero è formato.
La reazione chimica vera e propria non è ancora terminata, ma la superficie può essere abbastanza dura da essere limata, ci vorrà qualche giorno prima che le catene raggiunga la lunghezza finale e una durezza tale da stabilizzarsi.
Teniamo ancora presente che i polimeri che si sono formati, oltre ad essere saldamente legati, si restringono e se il restringimento è eccessivo può causare numerosi problemi, come le crepe, i sollevamenti e altri tipi di inconvenienti, questo significa che un dosaggio sbagliato degli elementi e una polimerizzazione scorretta possono causare un alto restringimento del composto.

COME SI UNISCONO I MONOMERI
I monomeri si attaccano tra loro unendo la testa alla coda, e viceversa.
I monomeri detti incrociatori, si uniscono in questo modo, ma possiedono anche altri due lati che si uniscono e che consentono di collegare tre o più catene tutte insieme, creando  polimeri chiamati “polimeri a legami incrociati”. Quello che ne risulta è una struttura tridimensionale di grande resistenza e flessibilità. In questo modo si compongono molti tipi di unghie artificiali ricostruite. Allo stesso modo anche un eccessivo numero di polimeri “a legami incrociati” causa restringimento del prodotto; questo può portare al suo sollevamento al centro dell’unghia.

GLI INIZIATORI
Qualsiasi monomero necessita di energia per formare i polimeri, e gli iniziatori servono proprio a questo. Alcuni iniziatori prendono energia assorbendola dalla luce , altri assorbendola dal calore. I prodotti che polimerizzano tramite la luce traggono l’energia appunto dalla luce UV ultravioletta. I prodotti che polimerizzano grazie al calore usano invece l’energia dal calore ambientale e corporeo( ne fa parte il tradizionale acrilico).

I CATALIZZATORI
I catalizzatori sono usati per far sì che le reazioni chimiche avvengano più velocemente.

LA REAZIONE ESOTERMICA
Quando i monomeri si uniscono rilasciano una piccola quantità di calore che viene chiamata reazione esotermica. Questa reazione avviene in tutti i prodotti da ricostruzione, anche se alcuni rilasciano più calore di altri e la sensazione di calore è più facilmente percepita se si  utilizzano prodotti che polimerizzano con la luce uv. La reazione esotermica che causa eccessivo bruciore sul letto ungueale della cliente può portare danni al tessuto ed indebolire la ricostruzione.

Preparazione dell’unghia naturale
L’unghia naturale deve essere adeguatamente preparata a ricevere il prodotto da ricostruzione e questo avviene applicandovi particolari sostanze chimiche, vediamole insieme:

I DEIDRATANTI
I deidratanti sono molto importanti perché l’umidità può portare a sollevamenti e anche contribuire all’insorgere di infezioni. Gli effetti della deidratazione sono attivi fino a trenta minuti prima che il naturale livello di umidità venga ripristinato dal corpo.

PRIMER O MEDIATORE DI ADESIONE
Il primer agisce come un nastro biadesivo: Un capo della catena del primer si adatta alla superficie ungueale  mentre il capo opposto si adatta alla catena di monomeri e polimeri rendendo la superficie dell’unghia naturale più compatibile con i prodotti da ricostruzione.
I primers sono a base acida e sciolgono le molecole oleose rimaste sull’unghia naturale: infatti una normale opacizzazione o abrasione dell’unghia nella fase di preparazione, non potrà mai rimuovere questi microscopici residui.

COME REAGISCONO GLI ACRILICI E I GEL UV?

GLI ACRILICI : La ricostruzione in acrilico utilizza un liquido e una polvere che quando sono mescolati insieme si attivano producendo calore e reagiranno chimicamente per formare l’unghia artificiale. Il liquido in realtà è un composto di monomeri, mentre la polvere è un insieme di polimeri che, agendo come mezzo di trasporto, contengono gia  l’iniziatore ossia l’attivatore dal calore e altri additivi. Gli additivi possono essere per esempio i coloranti, o alcuni elementi chimici che rendono il risultato più naturale. Il calore ambientale e corporeo rompe in due una molecola dell’iniziatore-polvere, generando due radicali liberi ed ognuno di essi sollecita il monomero-liquido dandogli la dovuta energia e man mano viene completamente eliminato, poi si unisce alla coda di un altro monomero trasferendo l’energia acquisita, fino a quando tutti i monomeri sono legati insieme in una fitta massa di lunghe catene. Le catene, allungandosi, si legano attorno al polimero-polvereche ora funziona solo da mezzo di trasporto dell’iniziatore.
La consistenza è data dalle rispettive quantità di liquido e di polvere mescolate per creare l’unghia artificiale: Una consistenza molto asciutta offre la migliore resistenza, ma causa rotture e sollevamenti per la minore adesione; una consistenza troppo liquida è poco resistente. La consistenza media è la migliore: l’unghia artificiale è resistente, flessibile e aderisce molto bene all’unghia naturale.

I GEL UV:  La ricostruzione in gel utilizza un unico prodotto pre-composto dalla consistenza densa che, attivato dalla luce UV, reagirà chimicamente per formare l’unghia artificiale. Gli iniziatori, i monomeri e gli additivi sono contenuti insieme nello stesso prodotto. La polimerizzazione, in caso di monomeri attivati con la luce, è più difficoltosa perché i raggi UV non riescono a penetrare molto in profondità nel prodotto. Ecco perché, per facilitare la reazione, alcuni monomeri sono già in parte uniti tra loro all’interno del composto. I gel infatti sono costituiti da catene corte, che non sono né monomeri né polimeri, ma che stanno nel mezzo: sono oligomeri. La luce UV, conferita da speciali lampade, rompe in due una molecola dell’iniziatore generando i due radicali liberi e dando il via alla reazione a catena; i monomeri sono già legati in oligomeri e quindi la formazione dei polimeri sarà molto più facile e veloce.
La consistenza più densa e viscosa del gel riduce l’evaporazione e l’odore. Sono prodotti pre-dosati e sono più facili da usare, ma è necessario tener conto di una regola importante: più spesso è lo strato, meno efficiente è la polimerizzazione. E’ molto meglio usare tre  o quattro strati più sottili piuttosto che uno  o due strati più spessi,  perché così potrà penetrare una maggiore quantità di luce. E’ importante anche rispettare i tempi di esposizione del prodotto alla luce UV per completare correttamente la polimerizzazione ed utilizzare lampade con una potenza in watt adeguata. Per questo la condizione dei suoi bulbi è vitale: dovrebbero essere sostituiti ogni 6 mesi, anche se sembrano funzionare bene.

TEST: UNO SGUARDO ALLE MANI…

Finalmente oggi possiamo avere mani curate decorate e raffinate grazie non solo ad una frequente manicure, ma anche grazie alla nail extension o allungamento delle unghie, anche per coloro iper che le mangiano o non riesno  ad allungarle  a causa di una lamina troppo debole e che si sfalda . Prima di praticare l’estensione delle unghie proporrei di dare uno sguardo alle condizioni delle proprie mani, fare un piccolo test e chiedersi:
Mi piacciono le mie mani?
Posso migliorare l’aspetto delle mie mani?
Uso i guanti nelle faccende per proteggere le mie mani?
Mi piacciono le unghie curate, ma non ho la pazienza di seguirle?
Esistono metodi per rinforzare le unghie fragili?
Esiste un metodo per non mangiare le unghie?
Utilizzo trattamenti per mani e unghie?
Da quanto tempo non faccio una manicure?
Posso ricorrere alla ricostruzione delle unghie’
Qual’è la tecnica consona al mio problema ?
E’ meglio usare il gel o l’acrilico?

E’ ora di pensare seriamente alla cura delle mani come si è fatto per i capelli , la pelle del viso e del corpo ed il trucco.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: