Fenomeno Unghie Italia Estero

Il fenomeno ricostruzione unghie è una moda, ma noi non sappiamo nemmeno cosa viene applicato sulle unghie, come dal parrucchiere non chiediamo cosa viene messo sui nostri capelli e questo è una normale abitudine SBAGLIATA! Le tinte sono dei composti chimici così come le resine e il gel per le unghie e i prodotti nella fase della preparazione quando le unghie vengono limate tropo e male e s’indeboliscono diventando sottili come lattuga! Tra le tante ricerche sui componenti dell’acrilico o del gel o la fibra di vetro e i vari prodotti usati sulle unghie, poco viene mensionato e malgrado ciò, leggendo i bicomponenti della resina in acrilico, si scopre che sono usati in odontoiatria (monomero e polimero). La resina in acrilico è la prima a nascere circa 50 anni fa e poi si sviluppa il gel a cui si aggiungono altri componenti chimici fluidificanti appunto detti gel. Perchè ancora si sente dire che l’acrilico è tossico mentre il gel no, è davvero incomprensibile, visto che sono simili tranne che per la catalizzazione o asciugatura: Quella dell’acrilico avviene all’aria mentre per il gel si usano i raggi uva. I fattori determinanti in una buona resa e tenuta sono i prodotti, più alta è la qualità più si alza il costo e la tranquillità di non creare problemi di allegie o danni permanenti sulle unghie naturali. Putroppo è un fatto trascurabile vista l’ignoranza del pubblico che non chiede nemmeno la marca dei prodotti che usa e non distingue una buona ricostruzione di qualità da una scadente con prodotti acquistati al risparmio. Chi non è del mestiere non sa davvero a cosa può andare incontro e la fiducia viene sempre meno data l’esperienza in mano ad inesperti che sono purtoppo tantissimi e che immancabilmente s’improvvisano rovinando le unghie e le clienti dovranno attendere dai 6 agli 8 mesi prima che le unghie ricrescano sane e robuste. La moda della ricostruzione si sta sfruttando troppo a causa del commercio e il commercio impone il gel e annulla l’acrilico. In Italia è un fenomeno diffuso e spesso l’acrilico viene mensionato come tossico ed obsoleto per paura che lo si riconosca come miglior prodotto per la ricostruzione. Prima o poi qualcuno si stancherà: Sia che si usi il gel o l’acrilico entrambi sono componenti chimici sulle unghie naturali, quindi laspeculazione e il poco controllo da parte della sanità a favore di un giro di miliardi nelle tasche delle case cosmetiche che ormai producono anche bassa qualità pur di vendrere in nome della concorrenza. E’ proprio la forma di speculazione sull’ignoranza che a me spaventa! Non è convincere che l’acrilico è meglio del gel o viceversa. Ciò che mi terrorizza è che prima o poi tutti perderanno la voglia di farsi le unghie se i veri professionisti non saranno presto regolarizzati e il busines che oggi dilaga a discapito di tanti anche quello prima o poi dovrà fare i conti con la realtà!

Annunci

Unghie Moda Vintage 2011 ancora vecchio!

La cultura Italiana è vecchia e non ha più stile, poca informazione e poca documentazione stanno portando il popolo italiano a essere sfruttato ed emarginato. Ho scritto molto sulle ungie sulle decorazioni e potete vedere tante foto nell’apposita pagina. Il mio blog non nasce per pubblicità, ma per informazione sulla tecnica in acrilico o resina acrilica o porcellana, come viene chiamata in Spagna. Il mio blog nasce nel 2009 con il solo scopo d’informare chi usa la ricostruzione delle unghie, quali e quanti modi esistono, quali e quante DECORAZIONI si possono fare, qualche accenno di chimica, qualche consiglio utile a chi vuole sapere e conoscere. Raggiungo ormai visite di 600 persone al giorno da tutta Italia e vi assicuro che tutto ciò che scrivo nasce dalla mia mente ed è di mio pugno, se qualche volta ho lincato degli articoli ho sempre citato la fonte, per correttezza, perchè lo trovo giusto e onesto. La mia non è una lotta alla concorrenza, il mio non è interesse economico, la mia è una vera e propria battaglia alla disinformazione e a quanti vogliono farci diventare “sonnambuli”. La mia per le unghie è una vera e propria passione e il rispetto per questo mestiere così poco valutato, che rischia di diventare solo un fenomeno passeggero. In Italia non abbiamo la giusta cultura per apprezzare i talenti e la qualità! Noi onicotecniche non siamo manicuriste, siamo specialiste della ricostruzione unghie e delle decorazioni delle unghie! Non ci interessiamo di manicure e smalti, quello è mestiere del manicurista, noi siamo onicotecnici e artisti della Nail Art cioè dell’arte della decorazione unghie! Quando qualcuno vede le mie decorazioni ancora dice: ” Che bel colore che bei rilievi, ma cos’è smalto? Quelli dove li compri, ma si attaccano con la colla?”. Assurdo penso io, e spiego: Sono polveri acriliche colorate che unite al liquido poi solidificano e non viene via con l’acetone devi limare per cambiare colore, i rilievi non sono incollati, ma li scolpisco sulle unghie artificiali”. In altre occasioni e sono tante credetemi, la domanda è cos’è l’acrilico, ma è vero che fa male? Deduco che questa sia l’informazione che gli altri danno nei centri estetici in genere e mi chiedo: ” Perchè si deve parlare male di qualcosa mentendo? Facile risposta per me che sono del campo è la concorrenza è la paura che se si scopre quanto l’acrilico sia migliore e quanto sia usato nel mondo dai migliori professionisti e con le migliori decorazioni, si perdano i clienti. Io semplicemente potrei usare il gel, ma non lo faccio per mia scelta, anche se la richiesta di acrilico è minore specie a Roma. Il fenomeno della ricostruzione delle unghie è conosciuto solo da qualche anno, ma esiste da 50 anni in America e da 20 in Italia. Nasce con l’acrilico, il gel è giovane ed è un derivato. Nei casi peggiori, le unghie artificilai vengono maggiormente usate per nascondere i difetti dovuti ad onicoafgia o per ovviare a curarsi esteticamente con una semplice manicure e uno smalto, ma quanti decorano e usano le unghie come accessori di moda? In tanti paesi del mondo la cultura della bellezza è completamente diversa e lontana dalla nostra, basta documentarsi con un semplice libro di fotografie. Le unghie sono un culto come i capelli come un vestito, come le scape, come il trucco. Acqua e sapone e unghie sbiadite non sono accessori di moda e non sono bellezza femminile, ad esempio, nei paesi più disperati di alcune tribù dell’Africa o dell’India, amano mettere in risalto la bellezza con accessori decoratissimi, nastri tra i capelli, orecchini colorati e vistosi collane e unghie bellissime lunghe colorate decorate tra anelli e bracciali e altri accessori anche alle caviglie, tra le dita dei piedi. Ora quante di voi hanno le unghie dei piedi smaltate in invero e curano i loro piedi? Quante di voi non mettono crema sulle mani per proteggerle dal freddo? Quante di voi ha dei cerotti perchè le unghie saltano? Le mani sono importanti come un bel sorriso messo ancora più in risalto da un rossetto rosso e una bell’acconciatura no si deve usare solo al matrimonio, le decorazioni esprimono la femminilità, parlano di noi e ciò che indossiamo fa parte della nostra identità culturale e sembra proprio che in Italia tutto ciò che serve a rendere bella una donna sia una vergogna. Siamo lontane da questi concetti di estetica e di apparire donna ed essere piacevolmente “decorate” come donne! Indossiamo divise grigie come in fabbrica oppure tacchi altissimi e gonne corte pensando di essere moderne e fighe, ma in realtà la bellezza è un’arte. Non è copiare le vetrine o le donnette della tv. L’arte di essere femminile non c’è in Italia, anzi devo dire che esiste ma grazie ai travestiti che sono più femminili di una donna nata donna! Ci siamo mai chiesti la collana che abbiamo comprato al mercatino chi l’ha pensata e realizzata e a quale stile si deve abbinare? Lo stile non è una borsa con un nome stampato. Lo stile è buon gusto e l’arte di abbinare gli stili. La moda, la musica, l’arredamento sono stili diversi che vanno studiati e sapientemente accostati e tutto ciò nasce dalla cultura dei paesi e dagli studiosi dell’arte della moda e del designer. Anche gli orecchini le collane gli anelli e le unghie sono pensati come stile. No ci si può limitare ad una french, noi non siamo francesi. Cominciamo a guardare libri d’arte a guardare cosa succede nel mondo, cosa esiste al di là di ciò che vogliono venderci solo perchè gli resta in magazzino! Il VINTAGE ad ‘esempio è un fenomeno che va ed è per me stupido e consumistico: Che me ne faccio dei vestiti di mia nonna? Io voglio nuovi stili e nuova moda futuristica e comoda e soprattutto femminile e speciale! Però il Vintage c’è purtroppo è questa moda da robivecchi e ci sono dei pezzi che costano 18 mila euro e li comprano pensate li comprano davvero! Gli stilisti furbi, vendono la loro moda nel mondo dove hanno gusto e intelligenza e a noi ci fanno vestire come i nostri nonni anzi bisnonni, perchè all’estero non compra nessuno le cose vecchie, tranne i poveracci e non di denaro intendiamoci, poveracci dentro, poveracci di stile e personalità! No grazie io mi rifiuto. Gli outlet sono una presa per i fondelli sconti su roba passata e vecchia e lo dicono pure, ma quanti di voi vanno a comprare! Io sono stanca di essere presa in giro e non sono di certo quella che mantiene gli stilisti con la roba vecchia! Io amo le cose belle e artistiche nuove e all’avanguardia e vedo il mondo con gli occhi di un artista e vedo il mio paese troppo vecchio e stanco e i giovani troppo spenti e poco rivoluzionari. Ho una cliente che partecipa a uomini e donne e ciò che vedete è finto e dovete imitarlo , ho qualche modella di Milano e so che gli stilisti sono furbi, vi posso assicurare che so di cosa parlo e in confidenza vi dico…Spegnete la tv e usate la fantasia e la vostra testa! Quando comprate usate il cuore e siate felici di ciò che piace a voi e non agli altri.
Un augurio per il 2011 è quello che Tutti noi si possa finalmente vivere in un mondo a colori e pieno di lustrini!!!!!!!!!

Ricostruzione Unghie Katynails Roma Estate

Questi splendidi anni in cui mi sono dedicata e  mi dedico alla ricostruzione delle unghie, mi hanno portato non poche soddisfazioni a livello professionale di tecniche avanzate come l’acrilico, che ormai ho scelto definitivamente eliminando addirittura l’utilizzo del gel.
L’acrilico mi ha dato l’opportunità di sviluppare le mie qualità artitiche anche in Europa. Per l’acrilico occorre davvero tanta passione e bravura, perchè la realizzazione di unghie perfette, sottili  quasi come quelle naturali  e le fantastiche decorazioni che solo in acrilico si possono realizzare, denotano manualità elevata, senso estetico elevato, esperienza maggiore, passione, ricerca, pratica e formazione continua, insomma tutte queste qualità non tutti possono averle. Ad esempio la realizzazione di ben 10 unghie decorate perfettamente e minuziosamente con mini-sculture, è un’opera d’arte dei migliori onicotecnici appassionati e pazienti.
I migliori usano soltanto l’acrilico come il signor Bonvicini che io ammiro molto, o le nail artist di origine russa che realizzano capolavori in varie forme dallo stiletto allo edge ecc, con decorazioni minuziose pazzesche. I giapponesi mitici amanti del  lusso e della bellezza che non rinunciano ad unghie decorate ed esclusive dove la pazienza sfiora il limite e che solo gli orientali possono avere!
In Italia spesso ci viene chiesto qual’è lo stile per eccellenza e a differenza dgli altri paesi non abbiamo ancora nulla di concreto. In Russia ad esempio le unghie sono lunghe a punta decoratissime e che slanciano e donano eleganza ad ogni tipo di mano. Così in Giappone si ricerca anche il diamante vero incastonato!
L’Italia ancora si limita alla french, piccola, quadrata e corta, si crede che duri di più o che sia elegante e semplice in realtà è ormai del tutto banale, è vecchia, è triste! Perchè spendere così tanto per  realizzare ciò che si può ottenere semplicemente con smalti  colorati, quando con l’acrilico si avrebbero operere d’arte vere e proprie da indossare e sfoggiare come si fa per borse orecchini o collane ecc.? Già in altri articoli del blog ho parlato della differenza tra l’Italia e il resto del mondo ed è sempre la stessa risposta: Stiamo indietro anniluce!!!
Perchè qui si utilizza i gel invece dell’acrilico?
Il gel è ovviamente una tecnica molto più semplice da utilizzare e ultimamente si stanno ampliando e moltiplicando le filiali di rivenditori di gel e dei corsi in gel semplici e accessibili a tutti coloro che hanno un minimo di manualità, qundi il rapporto acquisto del gel è maggiore ed è  quindi maggiore il guadagno delle case cosmetiche e questo lo ribadisco, avviene solo in Italia dove ancora ci abbindolano con le stupidaggini spacciandole per moda e novità.
In Italia ancora si è capito ben poco o nulla del rapporto qualità -prezzo, infatti si vedono solo semplici unghie banali corte e quadrate a costi elevati, quando in Italia abbiamo i migliori stilisti ricchissimi di fantasia e i migliori masters di decorazione o nail artist  a portata di mano. Siamo limitati purtoppo dal mercato che predilige il business commerciale a discapito del vero stile Italiano, della vera qualità e della giusta qualità. Aprire un nail center in Italia significa soltanto sborsare 3000 euro per aprire una partita iva e vendere prodotti o stupidi corsi limitati ad una misera french e qualche ricamino con colori acrilici del ferramenta, rivestiti di barattolini lussuosi! Fare qualche unghietta semplice in gel con qualche glitterino colorato o passare uno smalto colorato da fare indurire sotto una lampada uva e fare arricchire le case cosmetiche?… No grazie! Preferisco cambiare ambito! Tantovale vendre Avon!
Io mi sono un po’ ribellata a tutto ciò forse a mio discapito o forse no, infatti molte persone mi dicono ” Fai il gel c’è più richiesta e guadagni di più!” Ebbene non m’importa! Questo rispondo sempre, non è guadagnare buttando via il talento che si raggiungono le alte vette degli stilisti in questo campo, ma sono la qualità  e la bravura di eseguire una tecnica così difficile nel massimo delle capacità, che porta le vere grandi soddisfazioni. Già in tanti richiedono la mia competenza, ovviamente non qui in Italia, ma  in Europa in Francia e in Inghielterra, ho collaborato con vari artisti tra fotografi e stilisti di moda per realizzare book fotografici per varie pubblicità di prodotti di acrilico, il mio nome è ancora in sordina e lo preferisco per ora, perchè ho la testa dura e ancora per voi sono qui per dare l’opportunità a quanti vorranno, di portare l’acrilico, ma ovviamente ancora s’insisterà nello scoraggiare chiunque a studiare e usare questa splendida tecnica che è l’acrilico per incentivare sempre più il gel  e le case cosmetiche a discapito vostro e di chi ci crede.  Chi si occupa di business sa come marciare sull’ignoranza rilfilandoci bugie e so che tanti come me si sono stancati delle bugie, se così continuerà, bene a quel punto dirò basta e anch’io come tanti altri colleghi andrò a portare il mio talento e l’acrilico dove sarà apprezzato non solo come miglior tecnica e prodotto, ma come arte e Stile Italiano che gli Italiani hanno, ma non vedono ad un palmo del loro naso!
Siamo pochi in italia ad usare questa tecnica veramente bene e a Roma c’è Katynails per tutte voi.
Ringrazio tutte le splendide donne che mi conoscono e che hanno scelto me augurando felici vacanze con le splendide unghie che ho realizzato per loro. Invito tutte coloro che ancora non mi conoscono comunicando che per tutto il mese di agosto sono a Roma.
Grazie infinite ed a tutti voi auguro buone vacanze! Katy

Moda unghie guardate le scarpe!

Tra poco è primavera e come ogni stilista o nail art che si rispetti, ho studiato le nuove tendenze per il 2010.
La nail art ha già proposto in passato alcuni degli stili che vedremo di seguito, ma soprattutto per le spose e in qualche caso per donne molto sexy e stravaganti.
Torniamo ad oggi: Pare che  un famoso stilista delle scarpe abbia ispirato un abbinamento alquanto caratteristico per distinguersi, ossia abbinare le unghie alle scarpe e in fatto di scarpe da Manolo Blahnik,  a Louis Vuitton, Cristian Dior, la moda del momento è pizzo, pizzo, pizzo!!!
Ogni cosa sarà pizzo,orecchini, borse, guanti, anche le unghie dunque si vestono di pizzo.
Chi ama il pizzo e l’oro, fa doppiamente trendy, il colore estivo per eccellenza è oro sulle unghie, magari con piccoli disegni stile liberty di nero, si potrebbe far invidia alle star del momento! L’articolo precedente lancia la moda dell aminx nail art, adesivi da applicare su unghie tramite calore.
In Italia ancora la moda delle unghie è poco seguita, è anche vero però che sono pochi coloroche propongono stili e decorazioni o punte diverse da ciò che è veloce e prendi i soldi e scappa.
La donna che ama i dettagli, non si ferma ad un semplice french specie nelle occasioni particolari come feste in discoteca o matrimoni.
Tante sono le cubiste, le donne di spettacolo o  comunque sia, molte donne che si esibiscono davanti al pubblico e che amano distinguersi, si rivolgono alla Nail Artist con qualche dote in più e sono sempre alla ricerca del’ultima tendenza.
Iniziamo quindi a capire quale è la tendenza del 2010 per le unghie che ormai è un accessorio da abinare alle scarpe, invece che al trucco, come ci viene proposto nello stile LOUBOUTIN- MANICURE,  spirata al famoso Christian Louboutin chiamata unico rosso : Lo stile glamur per le unghie da abbinare alle scarpe, ispirato alla collezione di C.Louboutin, fu lanciato dal manicurista Zoe Pocock  e consiste nel, lucidare la parte superiore dell’unghia con il colore scelto dalla cliente e poi applicare colore rosso vivo alla parte inferiore secondo lo stile di Louboutin sceglieremo nero e rosso oppure altro stile .
Andando oltre e giungendo alla primavera e al prossimo autunno ritorna di gran voga il pizzo, oltre allo stile bicolore di scarpe e unghie abbinate. Come accennato prima tutto sarà in pizzo dai vestiti agli accessori, quindi un revival anni ’80 con super colori e la diva per eccellenza Madonna, forse un po’ teenager, per la nostra epoca, che cerca comunque una donna di classe, femminile e graziosa e non una pop punk.
Oggi comunque la moda lascia spazio alla creatività e basta ispirarsi un po’ per avere gusto e stile tutto Italiano.
Ad esempio una donna di nome Raffaella Calzà crea stupendi accessori
La ricerca invece delle nostre nail artist o artiste delle unghie sta voi  a me non resta che darvi solo qualche consiglio per questo 2010.


Ora la tendenza è ovviamente abbinare scarpe unghie e pizzo e magari impreziosire il tutto con qualche sfavillante luccichio di pietre preziose.


Foto Tokio nail expo

Unghie Moda Superstar Minxnails

La moda detta legge e noi c’inchiniamo alle nuove tendenze.
Che arrivi o no in Italia, vedremo, ma intanto pare che molte star americane di gran fama siano impazzite per questo look scintillante e colorato.
Si chiama MINXNAILS il produttore che rivende questi prodotti e si possono acquistare tramite il loro sito http://www.minxnails.com, vi verrà poi inviato un file da scaricare per imparare la tecnica.
Minx viene definita nail art, ma di Arte c’è ben poco in quanto sono fogli termoadesivi stampati da macchine industriali! (Scusate, ma ho rispetto per l’arte e non posso fare a meno di commentare!)
Comunque MINX-NAILS si applica dopo una manicure, non è uno smalto, ma una pellicola adesiva dai colori scintillanti come oro e argento, oppure disegni di ogni tipo e colore, questa pellicola si attacca alle unghie attraverso l’aiuto del calore di una lampada e si toglie con un semplice asciugacapelli. Pare che se applicato correttamente, si possa anche fare il bagno caldo senza compromettere l’adesivo. La durata è di circa 4-8 giorni c’è chi dice anche 15 giorni.
Si l’invenzione di questi adesivi è strepitosa, veloce  ecomoda, ma per noi comuni mortale se non si hanno unghie naturali belle?  Incollare quelle di plastica?  Fare la ricostruzione di base?  Certo e allora perchè non decorare direttamente la ricostruzione con una vera nail art?  Se vi recate presso una nail artist vera e competente con fantasia e creatività, otterrete risultati migliori e duraturi, più di un adesivo, personalizzati e di gran classe, unici e inimitabili, dallo stile inconfondibile…
Comunque questa moda sta spopolando da Oltreoceano. Gli americani sanno fare business per ogni cosa. Sanno osare e divertirsi con disinvoltura e creatività.
Vi riporto alcuni link di video presi dal web per capire meglio di cosa si tratta.
Titolare del prodotto   www.minxnails.com guarda le foto della galleria e aggiornati.

Unghie e moda le sfilate Parigi Londra

Nelle passerelle di moda di Parigi e Londra le unghie diventano l’accessorio più ricercato.
I colori sono  metallici dal bronzo all’oro dal blu al viola.
NERO E GUANTI DARK che metono in risalto le punte di varie forme.
Decisamente IN le unghie non troppo lunghe con punta arrotondata si predilige lo stile anni ’40.
Sono assolutamente OUT le unghie squadrate troppo spesse e il french.
GLAMOUR la mezza luna evidenziata con toni decisi.
IN i colori scuri e decisi che sfumano da più scuro a più chiaro.
MOLTO IN VOGA LA SERA unghie impreziosite con veri diamant,i rubini, topazi e zaffiri ecc.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: