Unghie in svendita!

Troppo spesso nel panorama dei tecnici delle unghie si vedono, artiste improvvisate, o poco professionali, e sempre troppo spesso queste figure si svendono. Ovviamente tutto per la gioia dei rivenditori di prodotti, che non fanno molta differenza fra artisti professionisti e principianti senza arte nè parte e intanto stanno facendo di questa professione una vera farsa. Svendersi porta a svendere il proprio operato e chi compra a basso costo capirà che sulle mani ha solo una buffa composizione di prodotto poco grazioso e innaturale. Svendere vuol dire svendere la fiducia!
Questo piccolo articolo, vuole essere una sorta di invito, alle fantastiche onicotecniche Italiane a non svendersi e a manifestare senza paura e con fiducia la propria professionalità, restando unite e mettendo da parte le inutili rivalità, e spronare le onicotecniche emergenti a seguire il proprio percorso, con passione per questa splendida arte e a fare la propria gavetta con studi e percorsi di qualità, gli emergenti di talento affiancandosi ad una professionista con ben più esperienza, potranno fare opere di nail art e nail extension dove ogni donna sarà felice di aver investito tempo e denaro per la propria bellezza e per far si che ogni donna possa capire la qualità di un buon lavoro di ricostruzione unghie e riconoscerne il marchio. La speculazione sull’ignoranza di chi non comprende quale sia un lavoro di qualità da uno scadente è una vera ingiustizia a discapito di onicotecniche e clientela. La cosa più importante da non sottovalutare è che prima o poi questi eventi faranno sì che la maggior parte delle donne preferirà non avere più questo tipo di servizio che sia di qualità o no e tutto si rivolterà anche con chi fa business. Se io fossi una donna che decide di abbellire le mani e le unghie dopo vani tentativi rinuncerei sempre più convinta di essere stata presa in giro!
La bellezza di una donna è nella cura dei dettagli! Katynails

Gel e acrilico dal dentista: Sulle unghie noi mettiamo gli stessi prodotti

E’ tutto il giorno che cerco i componenti chimici per la ricostruzione unghie del gel e dell’acrilico e finalmente ho trovato qualcosa di veramente importante a livello d’informazione per noi onicotecniche. Dunque ora basta informarsi per sentito dire. Leggete un po’ qui!
Da non crederci, ma per eseguire una ricostruzione unghie, noi ci mettiamo gli stessi prodotti che utilizzano i dentisti. Cliccate sui documeti riporati  e scoprirete i polimeri, e i monomeri a freddo o con lampade uva.

DOCUMENTO IN FORMATO PDF
resine sintetiche quali i copolimeri vinil-acrilici, il polistirene i policarbonati, il nylon, i poliacrilati idrofili, le resine acriliche rinforzate con gomma. Attualmente vengono utilizzate diverse resine sintetiche per basi protesiche, generalmente suddivise nei seguenti gruppi:
–resine acriliche a base di
polimetimetacrilato;
— resine acriliche modificate
ad elevata resistenza agli urti
rinforzate con gomma;
un monomero liquido.
Esistono anche resine fornite già
premiscelate, sotto forma di massa plastica. L’impasto ottenuto dalla miscelazione della polvere con il liquido viene sottoposto a formatura e, successivamente, viene sottoposto a riscaldamento per l’attivazione
della reazione di polimerizzazione.
Le resine di tipo II sono chiamate autopolimerizzabili o polimerizzabili a
freddo in quanto dopo la formatura non vengono….

DOCUMENTO Questa serie di Polimerizzatori soddisfa pienamente il trattamento di qualsiasi tipo di materiale fotoindurente

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: