Decorazione unghie 3D resina acrilica

Vi posto una splendida decorazione in 3D (3 dimensioni) con resina acrilica. La  base è un allungamento con cartina in resina trasparente poi vi ho aggiunto dei delicati fiori con sfumature blu sempre scolpite direttamente a mano con pennello e resina, ovviamente in rilievo.

tras-fiori-blu

 

I fiori sembrano spuntare dal nulla e la base trasparente si abbina ad ogni colore delle superfici.

La resina acrilica si presta a decorazioni particolari che solo personale esperto sa gestire rendendo unica e raffinata la forma delle unghie. Al contrario del gel la resina non fa spessore e risulta più naturale. La resina è difficile da scolpire senza dovuto esercizio. Importantissimo è dire che con l’acrilico non occorre ustionare le unghie sotto i raggi UVA della lampada, è dunque meno aggressivo, non indebolisce le unghie naturali e non danneggia la pelle.

Che dire I LOVE ACRILICO !!!:D

Annunci

Ricostruzione unghie professionale

Gent.me amiche,
a breve ci saranno cambiamenti e novità per coloro che vogliono un servizio perfettamente adeguato al costo!
Cambiamenti rivolti soprattutto a coloro che vogliono la qualità e la professionalità  e un marchio ed uno stile unico ed esclusivo!
E’ giusto ormai dare tono e voce a chi questo mestiere lo studia seriamente e s’impegna ad essere professionale e fin troppo onesto, offrendo un servizio di qualità!
La qualità ha costi alti proprio perchè è frutto di studio e lavoro serio!
La qualità non si offre a domicilio, ma ci si reca dove attrezzature ed igiene sono a norma di legge!
Ormai sta diventando un lusso anche poter svolgere ricostruzione unghie con professionalità e serietà.
Si sta approfittando di tante donne che sono ancora all’oscuro del fatto che le sostanze utilizzate sulle loro unghie sono chimiche e se non controllate dalla sanità,  causano gravi e seri danni con allergie, infezioni e malattie della pelle e delle unghie!
Occorre per tanto distinguersi dalle incompetenti senza studi approfonditi che comprano prodotti scadenti e dannosi senza marchi controllati e di qualità e che giocano a fare la manicure a casa vostra!
Quando si ha un costo contenuto dobbiamo capire e stare attente perchè sono prima di tutto onicotecniche improvvisate e disoneste perchè utilizzano sostanze chimiche che possono essere pericolose senza adeguati studi e corsi di specializzazione e che risparmiano proprio sui costi dei prodotti acquistandoli nei negozietti cinesi, a vostro discapito!
Questi prodotti di gel a poco prezzo non sono controllati sono cancerogeni e acidi e si rischiano tumori e allergie.
Io che ho sviluppato con serietà e impegno questo mestiere mi sento in DOVERE D’INFORMARE e di portare un pò di ordine, per non confondere il professionista da improvvisate “amiche a poco prezzo”.
Se fossimo disonesti anche noi potremmo prendere in giro le persone e offrire prodotti scadenti e unghie artificiali a poco prezzo!
Al contrario noi professionisti, compriamo solo da rivenditori ufficiali con marchio garantito specie per le resina acrilica!
L’acrilico è usato solo da veri PROFESSIONISTI specie all’estero e soprattutto in America e quindi controllata da anni sia come sostanza chimica sia come qualità!
Noi professionisti seri, non  possiamo certo offrire tutto ciò a  costi bassi dato che i prodotti costano tantissimo specie il liquido o monomero quando è di qualità non puzza e non causa malessere!!!
Non è vero che la resina acrilica è stata tolta dal commercio in Italia, la verità  è che si trova solo nei negozi seri e autorizzati ed è sicuramente poco commerciale, costa molto di più del gel che ormai lo trovi a buon mercato ovunque specie nei kit fai da te!

Proprio l’acrilico è un altro tema scottante ed è sgradevole sentir dire che è tossico quando le mie unghie da 3 anni sono sanissime e non ho mai avuto problemi, così come altre donne che usano l’acrilico da 6 o 8 anni. Leggendo tra i vari articoli e chiedendo ovunque, dove ricostruiscono le unghie,  si sta ingiustamente accusando la resina acrilica di essere tossica, cancerogena e queste voci messe in circolazione sono il frutto di scarsa informazione e specializzazione.
Dire che l’acrilico è tossico per convincere il cliente a non fare questo tipo di ricostruzione è un atto da considerare di terrore e ingiusto!
Iniziamo col capire che i corsi base vanno dal gel per le principianti fino alla specializzazione in acrilico per i professionisti e chi si ferma al gel non si può di certo chiamare tecnico delle unghie!
Come ci si può fidare di un principiante e non di un professionista?
Cosa spinge a farsi rovinare le unghie da queste ragazzine armate di kit fai da te scadenti, che non hanno basi e studi specifici?
Si avere unghie belle costa è vero, ma chi davvero si distingue e desidera la qualità sa dove andare e quanto è giusto spendere!

Come ho scritto di recente su facebook:
“LA PROSSIMA CHE VIENE DA ME A LAMENTARSI PERCHE LE HANNO ROVINATO LE UNGHIE E DI AIUTARLA CON  UN MIRACOLO…..
MARTELLATE!!!!”

 

Storia:Unghie artificiali acrilico 1954

Sono riuscita  a trovare finalmente la storia delle unghie in acrilico a tanti di noi sconosciuta per confermare che le mie ricerche non sono campate per aria e non invento nulla. Quando tanti vi parleranno male o non avranno nessuna informazione su cosa sia questa invenzione o tecnica sconosciuta in Italia, finalmente saprete capire la verità!

Riporto di seguito un articolo tradotto con google sulla storia della ricostruzione unghie e il relativo link in lingua originale , che anche voi potrete tradurre o utilizzare un traduttore del web.

(Traduzione): L’uso di acrilico come materiale per l’estensione dell’unghia è iniziato per caso. E ‘successo nel 1954, a Philadelphia, Fred Slack, un dentista, è stato il principiante. Una volta si fece male all’unghia del dito durante il lavoro. Prese un pezzo di stagnola solida, la coprì con materiale da restauro. Fece la prima unghia artificiale in assoluto nel mondo. E’ stato sorpreso del risultato ‘l’unghia sembrava naturale e il dolore passo in un momento. Il dentista ha svolto i suoi primi esperimenti usando dentifricio acrilico e le forme delle unghie. Ben presto il fratello Tom Slak, lo raggiunse e brevettò  la prima unghia artificiale e la loro invenzione ‘ di forma e di composizione per uno styling di unghie acrilico  dal marchio Nails Patti. Altri marchi come Glamour Nails e Nails Mona, hanno dominato sul mercato delle unghie affari di oltre 10 anni per l’inizio degli anni ’70. Così l’acrilico  ha iniziato la sua storia per il rafforzamento e l’estensione delle unghie. Acrilico unghie ottenne popolarità incredibilmente in fretta. Tuttavia a causa di imperfezione del processo di estensione e lo stesso materiale non tutti potevano permettersi l’estensione unghie in acrilico. Il materiale è stato fuori controllo, induriva in pochi secondi e diventò una vera tortura per client e master. A causa di tutte queste difficoltà, tra cattivi odori e il danneggiare le unghie naturali con l’estensione, l’acrilico ebbe una cattiva reputazione. Vi furono anche casi di allergia e altre malattie della pelle. Col tempo si scoprì che a causare tutto ciò è stato componente principale dei monomeri (liquidi per fare miscela di polvere di acrilico) il metilmetacrilato (metacrilato di MEtile) e dopo alcune ricerche è emerso che metilmetacrilato è stato il più forte agente tossico. Era un momento critico per l’industria delle unghie artificiali. Nuove ricerche e ricerche di farmaco alternativo furono avviati. Questo agente è stato trovato alla fine e si chiama metacrilato di ETile, completamente sicuro per la salute in contrasto con metilMEtacrilato. Questa fu la via d’uscita per l’industria delle unghie. Il nuovo agente aveva un sacco di vantaggi, non ci furono problemi con allergie ecc e le unghie sembravano ancor più naturali,  Metilmetacrilato era generalmente vietato nel 1974.
Ora l’acrilico è il materiale più importante per l’estensione unghie, perchè può perfettamente nasconde tutti i difetti delle unghie naturali.

Fred Slak si occupò della casa produttrice NSI o Bosji ancora oggi attivissima ancora una kikka per voi: Qui di seguito la traduzione ma potete scegliere se utilizzare il link in lingua originale

Fondatore e Direttore R & D

Prima di concentrarci su prodotti per le unghie, Fred Slack III è stato un innovatore e pioniere nel settore dentale. Era in prima linea nello sviluppo della prima corona ad alto impatto e materiali ponte, la prima polvere / liquido di riempimento in materiale composito, il primo diretto adesivi incollati ortodontico, e il primo composito ibrido. Ha iniziato a lavorare in società madre NSI nel 1960, iniziata dal padre Fred Slack Jr., che all’epoca era in via di sviluppo e produzione di prodotti dentali. Ha usato la sua conoscenza del settore dentale, ha acquisito presso l’Università di Pennsylvania Dental Laboratory, e ha lavorato sulle caratteristiche del polimero acrilico / chimica monomero con DuPont, Rohm & Haas, e Imperial Chemical di Gran Bretagna, solo per citarne alcuni.

Quando suo padre si ritirò nel 1962 e si trasferì in Florida, Fred acquistato l’azienda.Attraverso la sua leadership, la società ha lanciato molti nuovi prodotti nel settore dentale che aprirebbe la strada per la tecnologia unghie artificiali valorizzazione. Ha sviluppato il primo rinforzo in fibra di vetro, denti materiale acrilico colorato e la prima resina liquida composito con un monomero nuova resina composita, che ha portato alla chimica UV gel nel campo unghie artificiali.

Nei primi anni settanta, Fred ha visto il potenziale commerciale di prodotti per unghie professionale con tecnologia gel acrilico e ai raggi UV e ha accelerato la sua attività di R & S nell’industria cosmetica per unghie. Nel 1978, egli aveva sviluppato il primo EMA-based, colore stabile, polvere e sistema di liquido per i tecnici delle unghie e ha cominciato a fornire prodotti per le unghie private label per i principali operatori nel mercato cosmetico unghie artificiali.

Dopo circa un decennio di successo come costruttore di sviluppo privato, Fred Slack, e suo figlio, Rick Slack ha deciso di prendere la loro attività al livello successivo. Essi hanno concordato di avviare la propria impresa di marca chiamata di unghie, più tardi rinominata NSI, con il loro primo prodotto di essere segreti, il primo sistema inodore acrilico. Fred è stato dietro ad ogni lancio di nuovi prodotti nella storia NSI e mentre suo figlio ha ripreso, come presidente, egli è ancora molto attivo in azienda come Direttore della R & S.

Unghie acrilico o resina acrilica

Le unghie  in acrilico o resina acrilico sono formate da catene di monomeri che sono contenuti nel liquido e di polimeri che sono contenuti nella polvere. Quando entrambi vengono uniti con l’aiuto di un pennello che sarà immerso nel liquido e poi nella polvere, inizia la fase di catalizzazione. In questa fase la reazione chimica sprigiona del calore “naturale” e si andranno a formare delle catene di monomeri sempre più grandi fino al raggiungimento di una pasta solida e malleabile chiamata anche resina acrilica, che indurisce in 40 secondi circa e si che poi si potrà limare per formare l’unghia artificiale.
Questo è in parole povere l’acrilico o la resina acrilica.
Il gel si comporta in maniera diversa in quanto è un oligomero, il composto preformato di polimeri, iniziatori e altri additivi è gia miscelato ed ha bisogno di luce e calore maggiore ed è per questo si utilizzano le lampade uva
Questa è l’unica differenza tra acrilico e gel.
Leggendo e rileggendo vari siti, blog, articoli sul web o nelle riviste, non ho ancora trovato notizie sulla chimica dei prodotti, a parte le solite frasi scopiazzate qua e là di incompetenti riguardo l’acrilico.
Trascorro molto tempo nella ricerca di notizie scientifiche più tosto che chiacchiere, perchè per me è fondamentale capire come si comportano i prodotti che utilizziamo sulle  nostre unghie!
L’acrilico non è antico e non è tossico, viene usato in tutto il mondo al contrario del gel ed una raggione per questo ci sarà!
Chi l’ha capita bene, chi non l’ha capita, spero s’informi meglio prima di divulgare sciocchezze.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: