Unghie moda autunno-inverno 2011

Finita quasi l’estate che ha visto le unghie coloratissime e corte usando i colori solari come giallo, arancio, ed i colori della natura come il verde, e i colori del cielo come il blu.

Con l’arrivo dell’autunno cambiano totalmente le tendenze e la moda suggerisce i colori dedicati alla stagione riprendendo anche quelli estivi, ma con tonalità meno sgargianti.
Tante saranno le gradazioni del bu, del marrone, dell’oro del bronzo e cioccolato. Protagonista il blu  nelle svariate gradazioni dal pastello al blu notte, anche il viola ritorna nelle sue gradazioni e sfumato con il blu.

Metallizzato è la parola d’ordine.
Assolutamente vietato portare le unghie corte e la french ormai obsoleta, ma per i più accaniti si potrà giocare con i colori ad esempio colorando l’unghia e la french è da evitare il bianco sul bordo libero.
Si avranno quindi lunghezze medie o lunghe e con le punte arrotondate da dimenticare almeno per questo anno le unghie squadrate.
Verrà valorizzata la lunetta evidenziandola con colori decisi. Il nero e il rosso rimangono classici e laccati.

La nail art predilige colori metallici fino ad arrivae all’oro puro realizzato con la fogliolina in oro.

Insomma per questo autunno inverno 2011 si potranno vedere unghie finalmente femminili lunghe e colorate, ma con la discrezione e il tepore dell’autunno, ricordandosi però di vivacizzare con effetti metallici ottenuti con speciali tecniche di nail art che sono possibili da ottenere solo con la tecnica in acrilico come le sfumature di due colori e l’applicazione di mettallo incastonato nella resina.

Per chi soffre di onicofagia o non riesce a portare le unghie lunghe, sono consigliati i guanti in tanti colori diversi 😀

Annunci

Colore unghie. Decorare e abbinare make up e accessori moda

Il colore delle unghie è molto importante ed oltre alla french classica, si possono usare colori neutri da abbinare all’abbigliamento di tutti i giorni. Ad esempio il colore unghie rosso denota un carattere passionale si abbina di più ad una serata elegante e classica. Il colore unghie oro o argento spacie se s’indossano anelli o bracciali si abbina molto come unghie-gioielli. La tavolozza dei colori è infinita, ma l’origine dei colori sono il rosso il blu e il giallo ossia i colori primari, il bianco e il nero sono luce o mancanza di luce. Da questo nasce la teoria dei colori importantissima per sapere gli accostamenti nella pittura e nella decorazione in genere e per la decorazione delle unghie o nail art si deve avere un minimo di buon gusto. Comprare tanti colori è irresistibile tra smalti ombretti rossetti accessori ecc, ma accostarli e non sembrare un personaggio da baraccone del circo non è così semplice. Abbinare il trucco in base alla carnaggione non è facile così come scegliere il rosa giusto per ottenere naturalezza per una french e il colorito della pelle delle mani o una decorazione dai toni freddi o caldi. I dettagli fanno la differenza tra il buon gusto e il cattivo gusto. Spesso per il colore delle unghie è più facile scegliere quelli chiari e poco appariscenti specie per chi non sa appunto abbinare, ma quando a decorare sono persone preparate allora ci si può sbizzarrire e stare tranquilli che i colori scelti per le unghie e gli accostamenti in base alla vostra caratteristica di pelle e personalità saranno perfetti. A scuola si possono imparare tutte le tecniche e le teorie di base, ma non bastano a fare dei capolavori. Ingannare poi le persone che mai si sono abbellite con i cosmetici è ancora più facile. I gusti sono gusti, ma come si fa ad abbinare il colore giusto per le unghie? Anche avendo più di 40 colori in Italia quelli più richiesti sono unghie rosso corallo, unghie rosa chiaro e qualcuno azzarda unghie di colore  nero o melanzana, spesso tinta unita su tutta l’unghia. Avete mai provato una delicata sfumatura sulle unghie in bronzo o arancio e verde militare? Colori della natura che ci circonda specie in autunno? Sfumature di blù e giallo o oro, estate di giorno, nero o blu e argento i colori della notte. In primavera cosa sceglierete quale sarà il colore per decorare le vostre unghie?

Unghie moda Autunno

Unghie primavera

Unghie Vecchio Stile Italiano

Un articolo nella rivista sole 24 ore inizia dicendo così: “Fino ad una decina di anni fa ogni donna, nel suo beauty case, aveva in media quattro o cinque smalti, di solito colori chiari e poco appariscenti, la trasgressione era un rosso lacca. Da qualche anno, però…”
A  parer mio non è cambiato nulla,  le donne italiane continuano ad essere sempre più monotone sia nell’abbigliamento che nelle acconciature che negli accessori.  La personalità non emerge è tutto una copia di tutto.
Sono pochissime le donne di forte personalità che si distinguono con look particolari stravaganti , ma allo stesso tempo femminili, colorati e divertenti.
Dai sondaggi, le richieste delle donne Italiane nei saloni delle unghie sono la frencina appena appena con uno stikers attaccato, a costi ovviamente dai 60 ai 90 euro e un “lattigginoso” detto così perchè fa apparire le unghie appena appena più bianche e pulite.
I costi? Dalle 40 alle 65 euro, in gel…L’acrilico? Nemmeno l’ombra!
Purtroppo la qualità, lo stile e la classe, non sono minimamente percepibili. Si pensa che i colori chiari e le unghie corte siano sinonimo di eleganza…Forse si, ma la forma??? Ne vogliamo parlare?
Due passate di gel una botta di lampada, una passata di colore e si vedono quadrature innaturali e bombature eccessivamente deformanti! I costi? Dalle 40 alle 90 euro. Si c’è la ragzzetta che le fa a casa pe 25 euro, appunto e che poi viene sfruttata nei centi estetici o nei parrucchieri a discapito delle vostre povere unghie.
In ogni parte del mondo esistono i Nail Center che sono esclusivi per le unghie e  dove lavorano solo gli specialisti della ricostruzione unghie. Da noi le unghie si fanno ovunque centri estetici, profumerie, palestre, ricordiamoci però che dal parrucchiere si fa la manicure durante una tinta non una ricostruzione unghie! Comunque questo è un altro argomento…
La cosa peggiore e dico , la cosa peggiore di tutte è che nessuno conosce l’acrilico, la resina acrilica si si, quella…
Cos’è? Chiedete in giro e vi diranno che è tossico, vecchio ecc… Io mi chiedo, ma se l’acrilico è tossico lo è anche il gel visto che,  i componenti sono identici???
In bocca al lupo ragazze e sappiate scegliere. Informatevi attentamente e ne riparleremo tra qualche anno!
Per chi già conosce la qualità, la resistenza, la naturalezza che l’acrilico può dare (ovvio in mani competenti) ha già capito cosa intendo dire!

In questa fotografia le unghie a stiletto allungate con cartina notate la forma delicata naturale…Costo? Pari al gel!

Un bacione a tutte le amanti dell’acrilico! Katy

Ricostruzione unghie cos’è conoscere capire scegliere

Da tempo ormai mi occupo della tecnica in acrilico per la ricostruzione delle unghie e l’ho scelta perchè dopo varie ricerchè ho capito che è la migliore, prima di tutto perchè è maggiormente usata in tutto il mondo (apparte in Italia). Ho scelto la tecnica in resina acrilica perchè volevo fare qualcosa che mi desse soddisfazione e stimolo per le mie capacità manuali.
Prima di occuparmi di ricostruzione delle unghie decoravo le unghie naturali con smalti e colori ad acqua, un giorno poi (comprato il mio primo pc) cercando decorazione delle unghie su internet, ho letto ricostruzione e allungamento con gel o acrilico. Da quel giorno le mie ricerche sono state ostinate  alla ricerca del miglior prodotto esistente e della migliore tecnica del mondo. L’acrilico è stato il mio amore assoluto sia per la difficoltà tecnica visto che in 40 secondi si deve saper modellare l’unghia su cartina, sia perchè le decorazioni erano e sono vere e proprie minisculture.
Molte persone che oggi fanno ricostruzione delle unghie ignorano totalmente l’esistenza dell’acrilico e della tecnica usata, conoscono soltanto il gel. Anche nei centri nails e le stesse onicotecniche ignorano cosa sia oppure non ne parlano o addirittura mettono in circolazione false notizie sulla tossicità del prodotto ecc.
Dopo tante ricerchè e allarmismi causati dall’ignoranza, ho scoperto che il gel e l’acrilico hanno le stesse componenti chimiche, anche se al gel è stato aggiunto un fluidificante da qui appunto il suo nome. A causa di questo fluidificante l’asciugatura del gel ha bisogno dei raggi ultravioletti della lampada e se si sbaglia la forma o la quantità per fare le unghie si corregge facilmente. Con l’acrilico è diverso, perchè si deve essere veloci e avere tanta bravura sia nel comporre la pasta attraverso liquido e polvere sia nel modellare la resina ben dosata, anzi si devono scolpire le unghie, conferendone una bella forma naturale.
La domanda è : PERCHE’ IN ITALIA SI FA MAGGIORMENTE IL GEL E POCO ‘ACRILICO?  PERCHE’ L’ACRILICO VIENE DEMONIZZATO SULLA TOSSICITA’ E SI CERCA DI NASCONDERNE L’ESISTENZA? CHI CERCA DI LASCIARCI ALL’OSCURO? Solo chi viaggia all’estero, dove invece prevale la ricostruzine unghie in acrilico, lo conosce, sa che la resa è migliore così come la durata, sa che si ha più praticità e le mani in acqua non sono un problema, la bolla d’aria non causa distaccamento e i ritocchi si possono prolungare con una semplice manutenzione da fare a casa, quindi maggior risparmio e miglior qualità.
Ma cosa succede in Italia, perchè ancora siamo così lontani dagli altri paesi del mondo?
Proprio qui si è scelta ostinatamente la vendita del gel attraverso dei kit con un libretto d’istruzioni facile da reperire da chiunque. Il giro d’affrari che si è creato è sbalorditivo, in pochi anni in ogni profumeria, magazzino anche nei negozietti cinesi si può acquistare facilmente e a pochi soldi un kit in gel e senza l’obbligo di un corso di preparazione adeguato. Provate a cercare l’acrilico e a fare da soli una ricostruzione, prima di tutto costa di più come prodotto, secondo, quando inizierete ad unire il liquido alla polvere, l’asciugatura all’aria renderà difficile non impiastricciare il pennelo di setole naturali che sono costosi e si attaccherà irrimmediabilmente, costringendovi a buttare il pennello che costa circa 30 euro il più scadente 67 il migliore. Capite bene che ci vuole una scuola seria e non basta il libretto d’istruzioni, occorre la manualità adatta per certe tecniche e dell tempo per mparare e la pazienza non è una dote di tutti. In verità c’è poco commercio proprio perchè la gente si accontenta di poco e si gioca molto sulle spalle dell’ignoranza e della scarsa tutela legale riguardo a questo mestiere che ancora non ha una legge e una qualifica.
Risulta chiaro che a monte c’è una forte vendita di prodotto in gel perchè è più facile  eveloce e la scarsa qualità a costi minori, fa da padrone.
Quando poi si trovano ragazze o donne che hanno capito che guadagnare con la ricostruzione unghie è facile, nascono in solo poche settimane le professioniste delle unghie in gel, provate a chiedere la ricostruzione con allungamento senza unghie di plastica incollate. Non dico altro.
I prezzi sono bassissimi come la qualità dei prodotti e di chi fa questo per soldi. Attenzione dunque quando si sceglie l’onicotecnica. Chi fa questo mestiere da anni e ha esperienza e usa prodotti di qualità e se sa usare l’acrilico lo proporrà perchè avrà maggior riscontro e soddisfazione, ahivoi, non può certamente avere dei costi così bassi come quelli del gel dei novellini. Il consiglio che dò è quello d’informarsi severamente su chi mette le mani sulle nostre unghie senza un’adeguata preparazione attraverso la scuola,mchiedere sempre di certificare con almeno un attestato che si è frequentato un corso in una scuola per onicotecnici, chiedere sempre la marca dei prodotti utilizzati. Senza un minimo di attestato e quando sul tavolo si notano barattolini senza etichette, quando usano prodotti sulle vostre unghie naturali come primer acidi o altro, chiedete a cosa servono, quando sentite le vostre unghie bruciare sotto le lampade, quando usano lime grossolane sulle vostre unghie naturali, i danni che si possono causare a livello di traumi e malattie potrebero sfociare in vere e proprie patologie. Già che pagate, avete tutto il diritto di fare le vostre domande prima di sottoporvi al trattamento! Spero che ciò che ho scritto possa essere d’aiuto a molti e far capire che le persone serie, non hanno nulla da nascondere!
Attenzione dunque e abbiate cura delle vostre mani, solo chi fa questo lavoro con passione e serietà ha i diritto di toccare le vostre unghie. Capisco che avere mani e unghie alla moda oggi va tanto, ma meglio una buona manicure con un po’ di smalto che orribili informità sulle mani, o danni seri e malattie sulle unghie se non potete spendere comunque non cercate la moda cercate la salute! Fate una scelta intelligente e non fatevi prendere in giro! Informatevi attentamente siate caute, meglio spendere un po’ di più, ma avere risultati eccellenti e duraturi.
So che molte onicotecniche se la prenderanno e mi bombarderanno  di commenti cattivi, ma non importa, purchè si cominci a informare la gente perchè se si conosce e si capisce, si può almeno scegliere!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: