Ricostruzione Unghie Consigli di Moda

La ricostruzione delle  unghie con extension e decorate sono dei veri e propri accessori moda e oggi rappresentano la donna femminile seducente e moderna.
La moda impone spesso regole che ci rendono tutte uguali e per distinguersi dalla massa dobbiamo scegliere la qualità e non ciò che è commerciale.
Se osserviamo bene, ormai quasi tutte le vetrine dei negozi espongono la stessa merce e se cerchiamo qualcosa di diverso dobbiamo spendere davvero molto. Anche il vintage che non è altro che roba usata 30 anni fa costa tantissimo. E’ un vero paradosso!
Ritornando al discorso unghie tutto ciò che offre il mercato in Italia è una semplice french corta oppure un po’ di colore spalmato sulle unghie e sinceramente, più tosto che spendere soldi per avere lo smalto permanente su unghie corte, è meglio divertirsi a smaltare a casa da se scegliendo il colore ogni giorno diverso!
L’extension delle unghie è chiaramente per donne che vogliono distinguersi per femminilità e ceto sociale per non confondersi con la massa e con le adolescenti, se non anche, dalle bambine!


Se osserviamo le mani delle donne spesso incontriamo unghie nude corte mangiucchiate e trasandate, oppure colorate senza una minima lunghezza sinonimo di poca femminilità e più adatte alle adolescenti che ad una donna!
Le unghie corte non sono sinonimo di femminilità e non rispecchiano una donna di classe.
Per una donna femminile sicura di se e moderna si dovrebbe scegliere una lunghezza media di forma arrotondata o squoval e renderle giovanili con delicate sfumature di ogni colore oppure impreziosirle con pietre o microperle, Saranno da evitare colori troppo accesi,  ma se proprio amiamo il colore,  meglio sceglierlo scuro e arrotondare le  punte, eviterei le unghie quadrate poichè accorciano esteticamente le dita e mettono in evidenza la pelle non più tonica delle mani!
Conversando con le donne, ho scoperto che molte di loro vorrebbero fare le unghie lunghe e decorate, ma non sono abituate ad abinarle al resto dell’ abbigliamento e alla fine scelgono le solite unghie corte colorate al massimo una french o una piccola decorazione in 3D.
Inoltre, sono terrorizzate dalla lunghezza perchè convinte che durano poco tempo e si staccano, ricordiamo che un tecnico delle unghie professionale, sa come ricostruire le unghie artificiali inoltre consideriamo che con le unghie in resina acrilica non si corrono rischi poichè è di una resistenza assoluta che anche fare le faccende domestiche non comporta impedimenti.

Voglio darvi un esempio di abbinamento di accessori attraverso le due foto che vedete,

Finito il carnevale e tolto i costume di Cleopatra, è semplicemente bastato consigliare di indossare un anello in oro con una pietra blu, oppure un paio di orecchini in oro e blu, una spilla, un bracciale e si riprende il colore con semplicità senza apparire come Arlecchino!
Se invece vogliamo dare tono alle nostre mani ed usare le unghie come accessori di moda lasceremo che si evidenzino tra l’abbigliamento come se fossero esse stesse gioielli preziosi.
Il consiglio che do a tutte le donne per essere sempre all’altezza d’indossare qualunque accessorio ed in ogni occasione, è la disinvoltura e la gioia di esprimersi,  soltanto questo ci renderà irresistibili e affascinanti anche con un paio di jeans e una camicetta le nostre unghie saranno perfette!

Annunci

Unghie perfette dopo il ritocco durano un mese

C’è un proverbio che dice che la gatta frettolosa fa i gattini ciechi…
Ancora molte persone mi chiedono come fare per avere unghie sempre perfette e che differenza c’è tra le varie tecniche usate per abbellire ed allungare le unghie.
Nei precedenti articoli trovate tante spiegazioni in merito.
Oggi vorrei analizzare insieme COSA DAVVERO SI VUOLE OTTENERE quando si ricorre al tecnico delle unghie e se vale la pena spendere poco o tanto e se la velocità nell’effettuare una ricostruzione unghie o un ritocco non sia un difetto invece di un pregio.
IL TEMPO PER LAVORARE SULLE UNGHIE E OTTENERE UN’OTTIMA FORMA E UN’OTTIMA TENUTA E’ IMPORTANTE IN QUANTO CURARE SCRUPOLOSAMENTE OGNI DETTAGLIO FA DURARE TANTO LA RICOSTRUZIONE, CHE SIA COPERTURA, EXTENSION O SMALTO PERMANENTE
Personalmente preferirei che la mia onicotecnica avesse cura e mi dedicasse tempo invece di andare di fretta e avere dei risultati scadenti e d esteticamente inguardabili… Per fortuna sono io la mia onicotecnica!
Premesso ciò vediamo insieme quale migliore scelta fare in base a ciò che si vuole ottenere come costti durata qualità ed estetica:
EXTENSION CON TIPS: supporti in plastica a forma di unghia che s’incollano, questo procedimento è veloce e costa poco, ma è anche di poca durata circa 10 giorni se tutto va bene! La ricostruzione con le tips è consigliata se si vuole avere una mano curata e femminile con l’extension, per poco tempo ad esempio per occasioni speciali per cerimonie o cene ecc.
EXTENSION CON CARTINA :E’ l’unica che dura molto ed è l’unica che fanno i veri e seri professionisti, costa il doppio è vero, ma dura il doppio.
Una buona ricostruzione con cartine si effettua in un tempo massimo di due ore perchè prima di tutto occorre pulire le unghie dalle pellicine, dare forma sculturalmente alle unghie curando i dettagli della curva C che deve essere perfetta e limando in base alle forme che si vogliono ottenere dalla punta tonda a quella quadrata, allo squoval ecc. Sappiamo bene noi professioniste che la limatura è diversa per ogni forma!
PREPARAZIONE DELLE UNGHIE: Importantissima e va comunque effettuata su qualsiasi tecnica, sia che si utilizzi lo smalto permanente, le tips o le cartine.
Molto spesso per questioni di tempo e denaro, viene tralasciata da chi vuole sbrigarsi e la resa non sarà tra le migliori e le unghie presto formeranno bolle d’aria sollevandosi.
Le bolle d’aria, ricordiamolo, sono molto pericolose perchè si annidano germi e con il calore e l’umidità delle mani si rischiano le muffe.
Quando una ricostruzione è fatta adeguatamente e col tempo che occorre durerà circa un mese o in base alla ricrescita o in base all’utilizzo che facciamo delle mani, trascorso il tempo necessario si ricorre al ritocco e anche qui il tempo che occorre per ritoccare varia in base a come si presentano le unghie.
Con il gel si usa smontare e ricostruire e questo danneggia le unghie naturali, con l’acrilico basta riempire la parte che ricresce, ma prima occorre fare l’ennesima pulizia di pellicine e della vecchia ricostruzione specie se disastrata ed eliminare qualsiasi bolla d’aria o sollevamento che si è formato dopo un mese!
Il RITOCCO o refill è un altro passo per mantenere la ricostruzione delle unghie nel tempo, perchè se viene effettuato bene, il ritocco, durerà un altro mese circa e quindi la spesa diventerà contenuta, ma il ritocco può essere un vero problema se effetuato male e di fretta!
Facciamo attenzione quando ci ritoccano le unghie perchè molti per fare presto a pochi soldi non curano le bolle d’aria e ricoprono senza scrupolo le muffe causando danni irrimediabili, fino allo sgretolamento delle unghie.
Per esperienza e per fortuna ho aiutato tante donne ad evitare formazione di funghi, perchè decidendo di passare all’acrilico ho smontato le loro ricostruzioni in gel che sono state ritoccate senza dovuta attenzione scoprendo formazione spesso di muffa e funghi.
Questo accade perche molti tecnici delle unghie non hanno nè preparazione, nè scrupolo e per fare in fretta a basso costo se ne fregano dei danni che possono causare!

Unghie, come scegliere l’abbellimento delle unghie evitando brutte sorprese?

Unghie, come scegliere l’abbellimento delle unghie evitando brutte sorprese?
Ci sono ormai vari modi per abbellire le unghie: Quello classico con manicure e smalto, lo smalto permanente e dulcis in fundu la ricostruzione delle unghie, specie quella in acrilico, se si riesce a trovare una brava professionista della tecnica in sculturale americano in resina acrilica, che non è gel! Il gel si spalma, non si scolpisce se non in enormi strati ed eccessive bombature!!!
Ultimamente va tanto di moda lo smalto permanente che è un gel più fluido a cui sono stati aggiunti pigmenti colorati e poi versato nella boccetta con pennello la stessa del contenitore per lo smalto, da qui il nome di smalto permanente.
Le fasi di applicazione sono : Preparazioen delle unghie con abrasione della superficie applicazione della base trasparente e infine applicazione del colore. Ogni procedimente va asciugato bene sotto i raggi UVA della lampada.
E’ a tutti gli effetti un gel più fluido, ma chimicamente simile a quello della ricostruzione unghie in gel, con tanto di lampada di scottature ecc…
I vantaggi con lo smalto permanente sono rivolti solamente a chi possiede unghie belle, di forma perfetta e robuste, poichè su unghie deboli molli e che si sfaldano, lo smalto permanente tende a sfogliarsi o sbeccarsi facilmente specie se usiamo le mani senza dovute accortezze come indossare guanti per faccende domestiche ecc.
La spesa si aggira intorno alle 40 Euro che a dire il vero non è poco, tanto vale fare una buona ricostruzione almeno si ha il vantaggio di creare una forma alle unghie più bella e sappiamo che dura un mese o meno a seconda della ricrescita.
La ricosruzione delle unghie in GEL purtoppo non potrà mai essere di forma pefretta come quella in acrilico tranne che su unghie robuste e dalla conformazione naturale con curva C.
Con la ricostruzione in ACRILICO si hanno maggiori vantaggi e la spesa è davvero rapportata alla resistenza alla durata e alla qualità dei prodotti in resina acrilica e non in gel, poichè il gel tende a modellarsi sulla forma naturale delle unghie e in caso per avere una forma bella si deve ricorrere a incollare un supporto in plastica preformato con curva C, ma la durata della colla è davvero relativa e precaria anche dopo soli due giorni dalla ricostruzione.
L’ACRILICO o la resina acrilica, invece, ci permette di avere la forma che desideriamo modellandola sculturalmente su cartina, fino ad ottenere una curvatura C perfetta anche su unghie piatte quindi si possono correggere i letti ungueali di unghie storte o che vanno in direzione diversa alla forma del dito.
Inoltre con la resina possiamo ricavare un’unghia artificiale anche su unghie onicofagiche cioè mangiate e cortissime, mentre con il gel si deve ricorrere ad incollare una base in plastica.
Che dire le scelte sono tante, ma si deve anche avere un briciolo di mestiere per capire quale ricostruzione o procedimento effettuare alla cliente consigliandola onestamente e in base alla conformazione delle unghie naturali, senza offendere, ma cercando di spiegare i motivi delle scelte e se proprio vi trovate difronte una persona testarda, avvisatela però che se la ricostruzione unghie o lo smalto permanente non soddisfa le sue aspettative…Bhe voi l’avevate avvisata!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: