Unghie Vecchio Stile Italiano

Un articolo nella rivista sole 24 ore inizia dicendo così: “Fino ad una decina di anni fa ogni donna, nel suo beauty case, aveva in media quattro o cinque smalti, di solito colori chiari e poco appariscenti, la trasgressione era un rosso lacca. Da qualche anno, però…”
A  parer mio non è cambiato nulla,  le donne italiane continuano ad essere sempre più monotone sia nell’abbigliamento che nelle acconciature che negli accessori.  La personalità non emerge è tutto una copia di tutto.
Sono pochissime le donne di forte personalità che si distinguono con look particolari stravaganti , ma allo stesso tempo femminili, colorati e divertenti.
Dai sondaggi, le richieste delle donne Italiane nei saloni delle unghie sono la frencina appena appena con uno stikers attaccato, a costi ovviamente dai 60 ai 90 euro e un “lattigginoso” detto così perchè fa apparire le unghie appena appena più bianche e pulite.
I costi? Dalle 40 alle 65 euro, in gel…L’acrilico? Nemmeno l’ombra!
Purtroppo la qualità, lo stile e la classe, non sono minimamente percepibili. Si pensa che i colori chiari e le unghie corte siano sinonimo di eleganza…Forse si, ma la forma??? Ne vogliamo parlare?
Due passate di gel una botta di lampada, una passata di colore e si vedono quadrature innaturali e bombature eccessivamente deformanti! I costi? Dalle 40 alle 90 euro. Si c’è la ragzzetta che le fa a casa pe 25 euro, appunto e che poi viene sfruttata nei centi estetici o nei parrucchieri a discapito delle vostre povere unghie.
In ogni parte del mondo esistono i Nail Center che sono esclusivi per le unghie e  dove lavorano solo gli specialisti della ricostruzione unghie. Da noi le unghie si fanno ovunque centri estetici, profumerie, palestre, ricordiamoci però che dal parrucchiere si fa la manicure durante una tinta non una ricostruzione unghie! Comunque questo è un altro argomento…
La cosa peggiore e dico , la cosa peggiore di tutte è che nessuno conosce l’acrilico, la resina acrilica si si, quella…
Cos’è? Chiedete in giro e vi diranno che è tossico, vecchio ecc… Io mi chiedo, ma se l’acrilico è tossico lo è anche il gel visto che,  i componenti sono identici???
In bocca al lupo ragazze e sappiate scegliere. Informatevi attentamente e ne riparleremo tra qualche anno!
Per chi già conosce la qualità, la resistenza, la naturalezza che l’acrilico può dare (ovvio in mani competenti) ha già capito cosa intendo dire!

In questa fotografia le unghie a stiletto allungate con cartina notate la forma delicata naturale…Costo? Pari al gel!

Un bacione a tutte le amanti dell’acrilico! Katy

Annunci

Ricostruzione unghie costo rapporto qualità durata stile

Ci siamo mai chiesti perchè la ricostruzione unghie in gel ha prezzi bassi che non possono essere applicati all’acrilico? Intanto sappiamo che l’acrilico è ancora qualcosa che in Italia si conosce poco come tutto ciò che avviene nel nostro paese siamo sempre in ritardo di circa 30 anni, ma nel caso dell’acrilico forse di più, visto che nasce negli anno 50. Comincerei col dire che le poche fortunate a conoscere e saper usare la tecnica in acrilico sono ancora poche in Italia e visto che il commercio del gel la fa da padrone, si riesce a reperirlo più facilmente e a prezzi più bassi.
Noi che ci occupiamo di acrilico sappiamo bene quanto dobbiamo impazzire alla ricerca di un buon prodotto e vi garantisco che i prezzi non hanno concorrenza!
Se per acquistare un vasetto di gel si parte dalle 12 euro in su a seconda della qualità, per l’acrilico un vasetto di polvere di buona qualità e resistenza parte dai 28 euro in su. I costi del pennello per il gel sono irrisori in quanto di setole sintetiche si parte dalle 4 euro fino a 14 euro, mentre i costi per il pennello in acrilico vanno dalle 30 alle 90 euro per quelli professionali. Il gel è già preconfezionato, mentre l’acrilico va dosato con il pennello intriso di monomero un liquido e il polimero ossia la polvere, il liquido di una buona marca costa ben 32 euro 100ml fino a 180 euro 500ml.  Il costo per le unghie di plastica si aggira intorno alle 4,50 euro fino a 15 euro 50 pezzi, mentre il costo per le cartine dalle 9 euro, quelle dorate che si scollano in continuazione deformando la base,  fino alle 28 euro per 100 pezzi di quelle professionali. Le decorazioni fatte con il gel son spesso stikers o lineette fatte con smalti dal costo di circa 2 euro fino a 6 euro, le decorazioni con le polveri acriliche colorate che si possono togliere solo limando le unghie, vanno da un costo di 7 fino a 15 euro per una buona marca che abbia una polvere buona per sfumare e modellare le sculture ottenute sempre con liquido e polvere. Il procedimento in gel è spesso utilizzato con le tips ovvero le unghie incollate di plastica, se si vuole ottenere una lunghezza oltre la media. Anche con l’acrilico in america viene usata la tips, ma solo dai cinesi in fila, all’incirca una cinquantina su banchetti sitemati in corridoi lunghi a soli 25 dollari. Rimaniamo sul discorso della tecnica e dei vari procedimenti. Ricostruire un’unghia col gel è semplicissimo si fa maggiormente incollando le tips e si avrà già un’unghia pronta da ricoprire o delineare con il bianco per la french, poi si fa acsiugare sotto la lampada e secondo le varie fasi o componenti del gel si procede ai vari strati che servono. Allungare l’unghia col gel e la cartina già impegna più tempo ad esempio si deve sistemare la cartina, fare uno strato di gel, asciugare, limare la forma giusta da conferire all’unghia e poi si procede a strati in base alla decorazione o french o altro.
Riflettiamo dunque su cosa si ottiene con l’acrilico e cosa con il gel.
Personalmente mi occupo di acrilico e posso per esperienza affermare che sto spesso con le mani ammollo per i miei acquari, faccio le faccende domestiche lavo i piatti ecc. ma la ricostruzione, i colori in resina acrilica  e le decorazioni sono intatte per ben tre settimane, apparte quando uso le unghie come cacciavite o mi scivola qualcosa sulle punte allora si, lo confesso, mi sparisce un pezzetto di acrilico, ma le mie unghie sotto stanno benissimo!!!
Con il gel quante ora potete stare in ammollo con le mani? Quante volte si spezza la tip? Quanti cerotti utilizzate per coprire unghie spezzate’ Quanto tempo vi occorre per allunagre le vostre unghie e passare solo alla copertura? Pochissimo e si dovrà sempre tagliare la tip dove c’è la colla che ingiallisce e indebolisce.  Chi è passato all’acrilico dopo aver usato il gel, sicuramente si è reso conto che se una ricostruzione in gel costa 25 euro, ma dura solo 10 giorni specie se si usano le tips e la colla o se si fanno faccende domestiche o si lavora al bar ecc., la durata è minima rispetto all’acrilico che con il doppio del costo dura però il doppio del tempo e oltre. Quindi i costi sono relativi e se 2+2 fa 4, forse sarebbe meglio cominciare a capire la qualità dei prodotti per non rischiare di compromettere la salute delle unghie, capire  la durata dei prodotti, per non rischiare di spendere di più e avere sempre mani curate, capire la resistenza dei prodotti e la forma che si può ottenere più sottile e naturale con le decorazioni più originali ed esclusive, capire l’igiene che è  importantissima per revitare infezioni e perdita delle unghie o malformazioni, capire che la manicure prima di effettuare una ricostruzione in omaggio non è da tutti, capire  la cura attenta di  non dannegiare le unghie con limature eccessive, capire il lucido finale o la differenza con lo smalto lucido che viene applicato alla fine, capire che i corsi e le qualifiche dei tecnici sono da richiedere prima di fare una ricostruzione, capire che i prodotti di buona marca che costano, sono controllati dalla CEE  e visibili dai barattoli che le disoneste usano spesso senza etichette, e tanti altri accorgimenti che pochi davvero osservano e scelgono.
Quando vi dicono che è normale che la lampada bruci, non è vero. La verità è che ormai la vostra unghie è talmente assottigliata e danneggiata  che per allungarla nuovamente e sana, ci vorranno cica 6 mesi.
Fate attenzione e leggete i miei articoli nel blog, sono stati creati apposta per informare le persone, visto che sono poche le onicotecniche oneste e brave che meritano di fare questo mestiere più di altre.
Tutte queste cose insieme e altre ancora fanno i prezzi nel mercato della ricostruzione unghie. Quindi quando si sceglie si dovrebbe valutare tutto ciò che riguarda,  da chi opera sulle vostre mani e cosa usa,  fino al lucido che mettono alla fine.
La bellezza di una donna è nella cura dei dettagli e per chi desidera durata qualità e stile sa che ciò ha un costo, ma sceglie con attenzione e intelligenza.

Unghie sposa stile eccentrico

I dettagli della sposa per il giorno del matrimonio sono importanti, concedersi anche il lusso di mani perfettamente curate  e decorazioni di unghie adatte all’abito che verranno immortalate per sempre sulle fotografie è una scelta facile per chi opta per uno stile classico e sobrio. La  french con una semplice delineazione del bianco o bordo libero è ormai fuori moda ed inoltre ormai comunemente di tutti i giorni, non ha nulla di speciale e non è adatta all’occasione del matrimonio, ma molte la scelgono.
Al contrario dare maggior dettaglio per  un’acconciatura con i fiori,  perle o strass o scegliere d’impreziosire il corpetto dell’abito o addirittura le scarpe è una cosa normalissima.
Si vedono tantissime proposte di decorazioni di unghie alcune molto semplici e graziose, personalmente quando ricostruisco le unghie per una sposa è d’obligo per me vedere l’abito e ogni accessorio per ispirarmi.
In questo articolo riporto una foto scattata sulle mie mani per far capire come  mettere in risalto delicatamente la decorazione di un abito. Molti la troveranno eccessiva per la lunghezza e la forma, ma osare non è mai poco elegante dipende chiaramente da chi porta questo genere di decorazioni.
Ciò che viene definito volgare o eccessivo, spesso è dettato da preconcetti , ma  io personalmente credo che non ci sia nulla di volgare o eccessivo se non la persona stessa che indossa e ostenta senza un briciolo di classe. Distinguersi non è volgare ed eccedere in certe occasioni, si è vero forse è un po’ eccentrico e personale, ma quando l’anello verrà immortalato anche la splendida decorazione sarà un ricordo.
La foto che segue è solo un messaggio per le donne che amano distinguersi e farsi notare. Semmai dovessi sposarmi personalmente sarei felicissima di creare qualche pettegolezzo sulle mie unghie soprattutto per le più invidiose e poco coraggiose, ma questo fa parte della mia pesonalità e quindi mi sposerei con unghie molto lunghe a stiletto per slanciare le mani e riprenderei ogni dettaglio dell’abito e dell’acconciatura.
Giudicate voi e ricordate che i dettagli fanno la differenza!
PS chi  mi conosce sa cosa intendo un abbraccio a tutte voi. Katy

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: