Ricostruzione Unghie Consigli di Moda

La ricostruzione delle  unghie con extension e decorate sono dei veri e propri accessori moda e oggi rappresentano la donna femminile seducente e moderna.
La moda impone spesso regole che ci rendono tutte uguali e per distinguersi dalla massa dobbiamo scegliere la qualità e non ciò che è commerciale.
Se osserviamo bene, ormai quasi tutte le vetrine dei negozi espongono la stessa merce e se cerchiamo qualcosa di diverso dobbiamo spendere davvero molto. Anche il vintage che non è altro che roba usata 30 anni fa costa tantissimo. E’ un vero paradosso!
Ritornando al discorso unghie tutto ciò che offre il mercato in Italia è una semplice french corta oppure un po’ di colore spalmato sulle unghie e sinceramente, più tosto che spendere soldi per avere lo smalto permanente su unghie corte, è meglio divertirsi a smaltare a casa da se scegliendo il colore ogni giorno diverso!
L’extension delle unghie è chiaramente per donne che vogliono distinguersi per femminilità e ceto sociale per non confondersi con la massa e con le adolescenti, se non anche, dalle bambine!


Se osserviamo le mani delle donne spesso incontriamo unghie nude corte mangiucchiate e trasandate, oppure colorate senza una minima lunghezza sinonimo di poca femminilità e più adatte alle adolescenti che ad una donna!
Le unghie corte non sono sinonimo di femminilità e non rispecchiano una donna di classe.
Per una donna femminile sicura di se e moderna si dovrebbe scegliere una lunghezza media di forma arrotondata o squoval e renderle giovanili con delicate sfumature di ogni colore oppure impreziosirle con pietre o microperle, Saranno da evitare colori troppo accesi,  ma se proprio amiamo il colore,  meglio sceglierlo scuro e arrotondare le  punte, eviterei le unghie quadrate poichè accorciano esteticamente le dita e mettono in evidenza la pelle non più tonica delle mani!
Conversando con le donne, ho scoperto che molte di loro vorrebbero fare le unghie lunghe e decorate, ma non sono abituate ad abinarle al resto dell’ abbigliamento e alla fine scelgono le solite unghie corte colorate al massimo una french o una piccola decorazione in 3D.
Inoltre, sono terrorizzate dalla lunghezza perchè convinte che durano poco tempo e si staccano, ricordiamo che un tecnico delle unghie professionale, sa come ricostruire le unghie artificiali inoltre consideriamo che con le unghie in resina acrilica non si corrono rischi poichè è di una resistenza assoluta che anche fare le faccende domestiche non comporta impedimenti.

Voglio darvi un esempio di abbinamento di accessori attraverso le due foto che vedete,

Finito il carnevale e tolto i costume di Cleopatra, è semplicemente bastato consigliare di indossare un anello in oro con una pietra blu, oppure un paio di orecchini in oro e blu, una spilla, un bracciale e si riprende il colore con semplicità senza apparire come Arlecchino!
Se invece vogliamo dare tono alle nostre mani ed usare le unghie come accessori di moda lasceremo che si evidenzino tra l’abbigliamento come se fossero esse stesse gioielli preziosi.
Il consiglio che do a tutte le donne per essere sempre all’altezza d’indossare qualunque accessorio ed in ogni occasione, è la disinvoltura e la gioia di esprimersi,  soltanto questo ci renderà irresistibili e affascinanti anche con un paio di jeans e una camicetta le nostre unghie saranno perfette!

Annunci

Unghie Vecchio Stile Italiano

Un articolo nella rivista sole 24 ore inizia dicendo così: “Fino ad una decina di anni fa ogni donna, nel suo beauty case, aveva in media quattro o cinque smalti, di solito colori chiari e poco appariscenti, la trasgressione era un rosso lacca. Da qualche anno, però…”
A  parer mio non è cambiato nulla,  le donne italiane continuano ad essere sempre più monotone sia nell’abbigliamento che nelle acconciature che negli accessori.  La personalità non emerge è tutto una copia di tutto.
Sono pochissime le donne di forte personalità che si distinguono con look particolari stravaganti , ma allo stesso tempo femminili, colorati e divertenti.
Dai sondaggi, le richieste delle donne Italiane nei saloni delle unghie sono la frencina appena appena con uno stikers attaccato, a costi ovviamente dai 60 ai 90 euro e un “lattigginoso” detto così perchè fa apparire le unghie appena appena più bianche e pulite.
I costi? Dalle 40 alle 65 euro, in gel…L’acrilico? Nemmeno l’ombra!
Purtroppo la qualità, lo stile e la classe, non sono minimamente percepibili. Si pensa che i colori chiari e le unghie corte siano sinonimo di eleganza…Forse si, ma la forma??? Ne vogliamo parlare?
Due passate di gel una botta di lampada, una passata di colore e si vedono quadrature innaturali e bombature eccessivamente deformanti! I costi? Dalle 40 alle 90 euro. Si c’è la ragzzetta che le fa a casa pe 25 euro, appunto e che poi viene sfruttata nei centi estetici o nei parrucchieri a discapito delle vostre povere unghie.
In ogni parte del mondo esistono i Nail Center che sono esclusivi per le unghie e  dove lavorano solo gli specialisti della ricostruzione unghie. Da noi le unghie si fanno ovunque centri estetici, profumerie, palestre, ricordiamoci però che dal parrucchiere si fa la manicure durante una tinta non una ricostruzione unghie! Comunque questo è un altro argomento…
La cosa peggiore e dico , la cosa peggiore di tutte è che nessuno conosce l’acrilico, la resina acrilica si si, quella…
Cos’è? Chiedete in giro e vi diranno che è tossico, vecchio ecc… Io mi chiedo, ma se l’acrilico è tossico lo è anche il gel visto che,  i componenti sono identici???
In bocca al lupo ragazze e sappiate scegliere. Informatevi attentamente e ne riparleremo tra qualche anno!
Per chi già conosce la qualità, la resistenza, la naturalezza che l’acrilico può dare (ovvio in mani competenti) ha già capito cosa intendo dire!

In questa fotografia le unghie a stiletto allungate con cartina notate la forma delicata naturale…Costo? Pari al gel!

Un bacione a tutte le amanti dell’acrilico! Katy

Le bugie hanno le unghie corte!

Mi sono accorta che molte colleghe sono davvero poco professionali  continuano a danneggiare coloro che non usano il gel inventando di sana pianta storie impresssionanti sulla tossicità della resina acrilica e spaventando e scoraggiando chi la usa.
Se l’onicotecnica usa la resina acrilica sulle proprie mani da anni e non ha avuto mai problemi di tossicità o allergia o funghi o altre invenzioni, perchè s’insiste nel dire che l’acrilico è tossico?
 Non lo sanno usare? Sanno bene che rispetto al gel è più resisente e duraturo e ci si guadagna poco? Lascio spazio alla vostra fantasia.
Sicuramente il rapporto qualità prezzo lo conosce bene chi fa l’acrilico.
Sinceramente sentire una collega che parla male di altri colleghi e dei prodotti che utilizza dovrebbe mettere in guardia la cliente, perchè è segno di poca correttezza e professionalità.
Avere tanti clienti significa soddisfare in pieno le loro aspettative, avere cura dei dettagli, togliere le pellicine e non solo spostarle e avere l’accortezza di non danneggiare le unghie. Non inventare bugie malsane per la concorrenza!
Molti basano il proprio lavoro sulla quantità, specie nei centri estetici o parrucchieri etc., per il poco tempo messo a disposizione dai datori di lavoro, sono persone spesso sfruttate con attestati presi da poco e per 8 lunghe ore e devono sbrigarsi e in meno di 2 ore, devono eseguire  una ricostruzione poco gradevole con forme che non assomigliano per nulla alle unghie naturali.
Ma come dico nel titolo del post: Le bugie hanno le unghie corte, perchè si spezzano e perchè solo con l’acrilico vengono meno danneggiate dato che non si usano colle e lampade UV.
Acrilico e gel hanno la stessa comosizione chimica…
A buon intenditore poche parole!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: