Unghie danneggiate acrilico in soccorso. Articolo NAILPRO

Spesso nelle sedute dall’onicotecnico si scopre di avere le pareti laterali delle unghie distaccate e indebolite, questo è dovuto ai traumi di limature scorrette ed eccessive, che si fanno ai bordi laterali delle unghie, dopo le ricostruzioni, per farle apparire più strette e lunghe.
Solitamente a causare questo tipo di danno , a volte riparabile, a volte causa di gravi infezioni, sono  i meno attenti ed i meno esperti della limatura che , appunto limando, portano via sia un pezzo di “ricopertura” del bordo laterale che la lamina delle unghie.
I danni sono anche causati da coloro che rosicchiano le unghie e le pellicine attorno alle unghie.
Da un articolo tratto da lla Rivista NAIL PRO di cui riporto il link, invito tutte coloro che amano la salute delle unghie di leggere l’articolo.
Non sarò più io stessa nel mio blog a scrivere le informazioni, ma vi indicherò i link da leggere così che non si possa più accusarmi di false informazioni.
Ringrazio la gentile concessione che NAILPRO fa dell’articolo a tutte le appassionate di unghie.
In questo articolo viene descritto ancora una volta come l’acrilico sia il più adatto a salvare le unghie!

NAILPRO è l’unica la rivista online delle  unghie, che potete sfogliare comodamente sul web, ricca d’informazioni sulle ultime tendenze moda dedicate alle unghie, le competizioni con i moduli di adesione, le grandi manifestazioni presenti nel nostro paese sull’estetica e la bellezza.
Anche in versione italiana

Buona lettura da Katynails

E’ ESPLOSA LA NAIL ART il Giappone è al primo posto

Che siano decorazioni eleganti o estroverse, cambiano i connotati alle unghie, piccole chincaglierie o gioielli veri la nail art è di moda.
La Nail Art è l’arte di decorare le unghie e d è una pratica molto diffusa negli Stati Uniti e in Giappone. Ora questa tendenza esplode anche in Italia, infatti girando per le strade delle nostre città vediamo decorazioni di ogni genere.
Le unghie decorate diventano l’ultimo accessorio alla moda, Le origini della decorazione delle unghie, risalgono ai tempi antichissimi in Cina , Egitto e India già si usavano lacche o tinture come l’hennè per colorare la superficie delle unghie e la decorazione veniva praticata dalle donne e anche dagli uomini.
ovviamente la scelta dei colori distinueva sempre mentre la scelta del colore  un’appartenenza sociale più o meno elevata.
Nel 900 si sviluppò la diffusione degli smalti e le unghie laccate diventano sinonimo di bellezza personaleper tutte le donne.
Negli anni Cinquanta le unghie erano di gran moda in rosso acceso laccato, negli anni sessanta si sviluppò la french look le unghie spesso finte che divennero quadrate negli anni Settanta e molto colorate degli anni Ottanta.
Solo egli anni Novanta prende piede la ricostruzione delle unghie, nasce inizailmente con l’utilizzo della tecnica in acrilico che permette di coprire e allungare l’unghia.
Oggi, la cura delle mani rappresenta un aspetto molto importate dell’immagine della persona come una proiezione d’ identità e di stile personale.
Con l’evoluzione delle tendenze  moda, le donne si divertono a sperimentare sulle loro unghie diversi tipi di forme, lunghezze e decorazioni.
La Nail Art spopola ed  è diventata parte integrante del settore della moda Eropea .
La varietà dei colori e gli accessori utilizzati sono diversi e permettono di dare libero sfogo alla creatività dei nails designer . Le decorazioni possono essere effettuate a mano libera, che sono molto più difficili oppure con mascherine e aereografo o appplicazioni preconfezionate e incollate..
La nail art è stata influenzata da tante culture e tendenze diverse, una in particolare sta prendendo piede anche in Europa, è la cultura giapponese  nota per la sua unicità.
I giapponesi sono molto creativi, spesso però usano il loro talento andando oltre la praticità dei gesti delle mani, ed è ovvio che sono difficili da lanciare come moda.
I giapponesi sviluppano intricati disegni, esistono in Giappone delle donne che investono il loro tempo e denaro per la  cura del loro aspetto fisico in maniera  maniacale anche per le unghie.
Le unghie delle gyaru sono hanno incastonate brillantini, perle e fiorellini di plastica,decorazioni in versione 3D e ormai l’immancabile Hello Kitty.

Qualche fotografia premetto che non sono miei lavori, ma solo foto riprese da internet per informazione. Se qualcuno vuole contestare può scrivere a katynails@yahoo.it

giapp

giapp2

Link utili per Japanese Nail Art Designs
Japanese nail art Nadine Takano  http://www.nadine.jp/nailart.html
http://www.funkytrend.com/craziest-nail-art-ever/

http://nevertoomuchglitter.wordpress.com/

giapp3

giapp4

Giapp Nail Art

La nail art. Cos’è decorazione scolpita in rilievo chiamata 3D.

Con l’utilizzo di polveri che siano colorate o glitterate, con il liquido monomero miscelato e con un piccolo pennellino da decorazione, vengono scolpite le decorazioni in rilievo.
Non si tratta di attaccare adesivi o dare una semplice pennellata di smalto o colori ad acqua, c’è una grande differenza di durata e  di tempo impiegato a decorare. Fino ad oggi ho dato l’opportunità a molte mie clienti di avere queste decorazioni allo stesso prezzo del gel, ma credo che sarà ancora per poco tempo e perchè se si va in un centro di ricostruzione unghie in acrilico i prezzi delle decorazioni partono dalle 200 euro. Chi fa questo genere di decorazione è campione mondiale di nail art in rilievo con titoli e premi di carriera e secondo perchè occorre molto tempo.
Il risultato è sbalorditivo duraturo e unico perchè è artigianale.
Qui sotto potete vedere le mie decorazioni che quelle fatte da me sulle mani di alcune mie affezionate ed eccentriche clienti che sanno di avere l’esclusiva.

frenchdeco1

rossoflo

neroflor

Queste ultime sono le mie in questi giorni…

COME COMPORTARSI DOPO UNA NAIL EXTENSION IN ACRILICO

Pochissimi e semplicissimi sono gli accorgimenti da tenere conto se si ricostruiscono unghie in acriliico: Evitare che l’unghia venga a contatto con liquidi acidi o corrosivi usate i guanti principalmente per la salute delle mani che non si possono ricostruire! Per colorare con smalti usare una base e per eliminare lo smalto usare un acetone non corrosivo detto NON-ACETONE che si può acquistare in ogni profumeria.
Si deve avere anche aver cura della pelle intorno all’unghia usando olio per cuticole con emolienti reperibile in profumeria ; non mangiare o tagliare le “pellicine”, evitare qualsiasi stress che possa ripercuotersi sulla “matrice” che è la parte viva dell’unghia.
E’ vivamente e obbligatorio usare i guanti per i lavori domestici e il giardinaggio, non tanto perchè si rovinano le unghie finte, dato che si possono sempre ricostruire, ma importantissimo  per le mani stesse che purtroppo si rovinano deteriorandosi e invecchiando precocemente. Inoltre è bene protegere le mani da agenti estrerni patogeni per evitare malattie, infezioni e perdita delle unghie stesse.
ATTENZIONE: Se accidentalmente staccate un’unghia o la rompete non ricorrere a colle o metodi fai da te, ma contattate la vostra onicotecnica che sarà ben felice d’intervenire.

CONSIGLI UTILI PER ESEGUIRE UNA NAIL EXTENSION PERFETTA

Spesso le persone che per la prima volta si sottopongono ad una seduta di ricostruzione unghie in gel o acrilico, chiedono un allungamento dell’unghia artificiale esagerato rispetto alla lunghezza dell’unghia naturale. L’onicotecnica è bene che dia sconsigli su tale richiesta anche se rischia di non accontentare la cliente deve spiegare che alla prima ricostruzione unghie e’ consigliato tenere una lunghezza massima di 5 mm oltre il bordo libero dell’unghia naturale, inoltre va considerata anche la misura del letto ungueale perchè se questo è corto o mangiato crea scompensi di peso e forma. Per permettere alla cliente di abituarsi alla nuova lunghezza dell’unghia ed evitarle contusioni, rotture e ferite che potrebbero derivare da una eccessiva lunghezza dell’unghia si ha il dovere e l’obbligo di consigliare la giusta estensione. Per chi non lo sa, l’unghia presenta, per sua natura, un incurvamento che va dalla matrice fino al bordo libero e questo  è un  importante punto dell’unghia da tenere in considerazine durante l’stensione, poichè è li che si concentra la forza e la tenuta di una buona ricostruzione. Se questo punto viene trascurato, l’unghia stressata si spezza a causa della distribuzione mal concentrata del peso e della lunghezza. Vi sono tanti e tanti accorgimenti che solo una professionista sa e che apprende dopo tanto studio ed esperienza.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: