Unghie moda autunno-inverno 2011

Finita quasi l’estate che ha visto le unghie coloratissime e corte usando i colori solari come giallo, arancio, ed i colori della natura come il verde, e i colori del cielo come il blu.

Con l’arrivo dell’autunno cambiano totalmente le tendenze e la moda suggerisce i colori dedicati alla stagione riprendendo anche quelli estivi, ma con tonalità meno sgargianti.
Tante saranno le gradazioni del bu, del marrone, dell’oro del bronzo e cioccolato. Protagonista il blu  nelle svariate gradazioni dal pastello al blu notte, anche il viola ritorna nelle sue gradazioni e sfumato con il blu.

Metallizzato è la parola d’ordine.
Assolutamente vietato portare le unghie corte e la french ormai obsoleta, ma per i più accaniti si potrà giocare con i colori ad esempio colorando l’unghia e la french è da evitare il bianco sul bordo libero.
Si avranno quindi lunghezze medie o lunghe e con le punte arrotondate da dimenticare almeno per questo anno le unghie squadrate.
Verrà valorizzata la lunetta evidenziandola con colori decisi. Il nero e il rosso rimangono classici e laccati.

La nail art predilige colori metallici fino ad arrivae all’oro puro realizzato con la fogliolina in oro.

Insomma per questo autunno inverno 2011 si potranno vedere unghie finalmente femminili lunghe e colorate, ma con la discrezione e il tepore dell’autunno, ricordandosi però di vivacizzare con effetti metallici ottenuti con speciali tecniche di nail art che sono possibili da ottenere solo con la tecnica in acrilico come le sfumature di due colori e l’applicazione di mettallo incastonato nella resina.

Per chi soffre di onicofagia o non riesce a portare le unghie lunghe, sono consigliati i guanti in tanti colori diversi 😀

Annunci

Unghie Moda Vintage 2011 ancora vecchio!

La cultura Italiana è vecchia e non ha più stile, poca informazione e poca documentazione stanno portando il popolo italiano a essere sfruttato ed emarginato. Ho scritto molto sulle ungie sulle decorazioni e potete vedere tante foto nell’apposita pagina. Il mio blog non nasce per pubblicità, ma per informazione sulla tecnica in acrilico o resina acrilica o porcellana, come viene chiamata in Spagna. Il mio blog nasce nel 2009 con il solo scopo d’informare chi usa la ricostruzione delle unghie, quali e quanti modi esistono, quali e quante DECORAZIONI si possono fare, qualche accenno di chimica, qualche consiglio utile a chi vuole sapere e conoscere. Raggiungo ormai visite di 600 persone al giorno da tutta Italia e vi assicuro che tutto ciò che scrivo nasce dalla mia mente ed è di mio pugno, se qualche volta ho lincato degli articoli ho sempre citato la fonte, per correttezza, perchè lo trovo giusto e onesto. La mia non è una lotta alla concorrenza, il mio non è interesse economico, la mia è una vera e propria battaglia alla disinformazione e a quanti vogliono farci diventare “sonnambuli”. La mia per le unghie è una vera e propria passione e il rispetto per questo mestiere così poco valutato, che rischia di diventare solo un fenomeno passeggero. In Italia non abbiamo la giusta cultura per apprezzare i talenti e la qualità! Noi onicotecniche non siamo manicuriste, siamo specialiste della ricostruzione unghie e delle decorazioni delle unghie! Non ci interessiamo di manicure e smalti, quello è mestiere del manicurista, noi siamo onicotecnici e artisti della Nail Art cioè dell’arte della decorazione unghie! Quando qualcuno vede le mie decorazioni ancora dice: ” Che bel colore che bei rilievi, ma cos’è smalto? Quelli dove li compri, ma si attaccano con la colla?”. Assurdo penso io, e spiego: Sono polveri acriliche colorate che unite al liquido poi solidificano e non viene via con l’acetone devi limare per cambiare colore, i rilievi non sono incollati, ma li scolpisco sulle unghie artificiali”. In altre occasioni e sono tante credetemi, la domanda è cos’è l’acrilico, ma è vero che fa male? Deduco che questa sia l’informazione che gli altri danno nei centri estetici in genere e mi chiedo: ” Perchè si deve parlare male di qualcosa mentendo? Facile risposta per me che sono del campo è la concorrenza è la paura che se si scopre quanto l’acrilico sia migliore e quanto sia usato nel mondo dai migliori professionisti e con le migliori decorazioni, si perdano i clienti. Io semplicemente potrei usare il gel, ma non lo faccio per mia scelta, anche se la richiesta di acrilico è minore specie a Roma. Il fenomeno della ricostruzione delle unghie è conosciuto solo da qualche anno, ma esiste da 50 anni in America e da 20 in Italia. Nasce con l’acrilico, il gel è giovane ed è un derivato. Nei casi peggiori, le unghie artificilai vengono maggiormente usate per nascondere i difetti dovuti ad onicoafgia o per ovviare a curarsi esteticamente con una semplice manicure e uno smalto, ma quanti decorano e usano le unghie come accessori di moda? In tanti paesi del mondo la cultura della bellezza è completamente diversa e lontana dalla nostra, basta documentarsi con un semplice libro di fotografie. Le unghie sono un culto come i capelli come un vestito, come le scape, come il trucco. Acqua e sapone e unghie sbiadite non sono accessori di moda e non sono bellezza femminile, ad esempio, nei paesi più disperati di alcune tribù dell’Africa o dell’India, amano mettere in risalto la bellezza con accessori decoratissimi, nastri tra i capelli, orecchini colorati e vistosi collane e unghie bellissime lunghe colorate decorate tra anelli e bracciali e altri accessori anche alle caviglie, tra le dita dei piedi. Ora quante di voi hanno le unghie dei piedi smaltate in invero e curano i loro piedi? Quante di voi non mettono crema sulle mani per proteggerle dal freddo? Quante di voi ha dei cerotti perchè le unghie saltano? Le mani sono importanti come un bel sorriso messo ancora più in risalto da un rossetto rosso e una bell’acconciatura no si deve usare solo al matrimonio, le decorazioni esprimono la femminilità, parlano di noi e ciò che indossiamo fa parte della nostra identità culturale e sembra proprio che in Italia tutto ciò che serve a rendere bella una donna sia una vergogna. Siamo lontane da questi concetti di estetica e di apparire donna ed essere piacevolmente “decorate” come donne! Indossiamo divise grigie come in fabbrica oppure tacchi altissimi e gonne corte pensando di essere moderne e fighe, ma in realtà la bellezza è un’arte. Non è copiare le vetrine o le donnette della tv. L’arte di essere femminile non c’è in Italia, anzi devo dire che esiste ma grazie ai travestiti che sono più femminili di una donna nata donna! Ci siamo mai chiesti la collana che abbiamo comprato al mercatino chi l’ha pensata e realizzata e a quale stile si deve abbinare? Lo stile non è una borsa con un nome stampato. Lo stile è buon gusto e l’arte di abbinare gli stili. La moda, la musica, l’arredamento sono stili diversi che vanno studiati e sapientemente accostati e tutto ciò nasce dalla cultura dei paesi e dagli studiosi dell’arte della moda e del designer. Anche gli orecchini le collane gli anelli e le unghie sono pensati come stile. No ci si può limitare ad una french, noi non siamo francesi. Cominciamo a guardare libri d’arte a guardare cosa succede nel mondo, cosa esiste al di là di ciò che vogliono venderci solo perchè gli resta in magazzino! Il VINTAGE ad ‘esempio è un fenomeno che va ed è per me stupido e consumistico: Che me ne faccio dei vestiti di mia nonna? Io voglio nuovi stili e nuova moda futuristica e comoda e soprattutto femminile e speciale! Però il Vintage c’è purtroppo è questa moda da robivecchi e ci sono dei pezzi che costano 18 mila euro e li comprano pensate li comprano davvero! Gli stilisti furbi, vendono la loro moda nel mondo dove hanno gusto e intelligenza e a noi ci fanno vestire come i nostri nonni anzi bisnonni, perchè all’estero non compra nessuno le cose vecchie, tranne i poveracci e non di denaro intendiamoci, poveracci dentro, poveracci di stile e personalità! No grazie io mi rifiuto. Gli outlet sono una presa per i fondelli sconti su roba passata e vecchia e lo dicono pure, ma quanti di voi vanno a comprare! Io sono stanca di essere presa in giro e non sono di certo quella che mantiene gli stilisti con la roba vecchia! Io amo le cose belle e artistiche nuove e all’avanguardia e vedo il mondo con gli occhi di un artista e vedo il mio paese troppo vecchio e stanco e i giovani troppo spenti e poco rivoluzionari. Ho una cliente che partecipa a uomini e donne e ciò che vedete è finto e dovete imitarlo , ho qualche modella di Milano e so che gli stilisti sono furbi, vi posso assicurare che so di cosa parlo e in confidenza vi dico…Spegnete la tv e usate la fantasia e la vostra testa! Quando comprate usate il cuore e siate felici di ciò che piace a voi e non agli altri.
Un augurio per il 2011 è quello che Tutti noi si possa finalmente vivere in un mondo a colori e pieno di lustrini!!!!!!!!!

Nail Art Make up Nailpro magazine

Per le amanti della Nail Art e del Make Up, per tutti quelli che amano l’arte e la fotografia ho linkato la pagina di NAILPRO dal titolo Cover story che potrete sia cliccare dalla home page del sito Nailpro o direttamente sotto la voce video in basso.
Nailpro è una rivista italiana, l’unica on line con tanti servizi, forum, eventi, novità,  concorsi, video e tanto altro, specializzata sul mondo delle unghie.
I VIDEO che andrete a vedere sono la testimonianza di alcuni dei più famosi Nailartis e Make-upartist che hanno collaborato alla realizazione sia delle copertine, sia dei vari articoli del magazine.
Auguro a tutti una buona visione e a ritrovarci presto per le nuove proposte della primavera delle prossime collezioni.

Nail Art confusa con attak art.

Ormai è chiaro che ogni cosa colorata e decorata viene chiamata arte. Chiunque può essere artista, incollando prodotti sulle unghie o tirando linee colorate con smalti.
Le unghie decorate se fatte con buon gusto sono è vero molto belle e attraenti, ma parlare di arte è un po’ inappropriato. Spesso sentiamo parlare di nail art e genericamente è l’arte di decorare le unghie, ma quanti tipi di decorazioni artistiche sono realmente Arte?
Intanto la nail art in generale è un insieme di  tecniche di decorazione delle unghie che varia a seconda della fantasia dell’operatore.
Di solito vengono decorate tutte e dieci le unghie , ma si può anche effettuarla solo su alcune dita. Le decorazioni più comuni sono i fiori, stelle, cuori, disegni geometrici o astratti. La riuscita della decorazione delle unghie non è una cosa semplice e può dare effetti molto brutti se non si sanno accostare colori e forme, dipende molto dall’abilità di chi è del mestiere, i colori possono essere sfumati, con polvere di brillantini colorata o matt, ma occorre avere un minimo di senso atistico, conoscenza della teoria dei colori, delle forme, dello stile.
I prodotti più usati per realizzare la nail art generalmente così chiamata sono solitamente gli stripers ossia vernici simili allo smalto già preparati che si stendono con un pennello dalla punta molto fine, adatto a realizzare curve molto accentuate e si eliminano con il solvente per unghie, ma per farli resistere più a lungo è comune l’utilizzo di lucidi chiamati sigillanti.
Ci sono poi delle decorazioni già pronte da applicare chiamate stencils simili ai tatuaggi basta farli aderire tirar via la striscia e si attaccano con colla già predisposta, o  gli stickers che sono disegni adesivi che chiunque può usare, basta farli aderire alle unghie e poi proteggerli con smalto, di solito sono decorazioni di fiori, cuori, stelle, pupazzi eccetera, gia usate da tempo ideali soprattutto per le teen egers.
La vera Arte quella con la A maiuscola se proprio vogliamo parlare di Arte è la nail art sculpture chiamata 3D o la micropittura.
La nail art 3D che vuol dire tridimensionale, non è un termine molto corretto perchè in realtà si tratta di scultura vera e propria in piccolo e  consente di realizzare sulle unghie figure in rilievo con la stessa pasta acrilica usata per la ricostruzione, con vari colori da scegliere in polvere che andrà miscelata ad un liquido tramite il pennello. La Nail Art Sculptur è il termine giusto è una vera e propeia opera di microscultura.
Molti sostituiscono questo tipo di decorazioni con piccole sculture già  confezionate semplicemente da incollare, ma a differenza di quelle solidamente costruite con acrilico, tendono a staccarsi.
La micropittura, che è un’altra vera forma di Arte con la A maiuscola ed usa lo stesso procedimento dei dipinti chiamati miniature di epoca assai antica. Si tratta di dipingere piccoli paesaggi, volti, nature morte, eccetera con i colori acrilici o colori ad acqua. Il risultato è un vero e proprio dipinto in miniatura.

Spero di aver dato migliore informazione riguardo il perchè non tutti sono dei Nail Artist e che l’Arte non è di tutti ;D!

Nail Art Sculptur  di Katynails
è obbligatotio non copiare l’articolo o le foto. Oppure citarne l’autore sia delle opere sia del blog sia del l’articolo.

Unghie Moda Superstar Minxnails

La moda detta legge e noi c’inchiniamo alle nuove tendenze.
Che arrivi o no in Italia, vedremo, ma intanto pare che molte star americane di gran fama siano impazzite per questo look scintillante e colorato.
Si chiama MINXNAILS il produttore che rivende questi prodotti e si possono acquistare tramite il loro sito http://www.minxnails.com, vi verrà poi inviato un file da scaricare per imparare la tecnica.
Minx viene definita nail art, ma di Arte c’è ben poco in quanto sono fogli termoadesivi stampati da macchine industriali! (Scusate, ma ho rispetto per l’arte e non posso fare a meno di commentare!)
Comunque MINX-NAILS si applica dopo una manicure, non è uno smalto, ma una pellicola adesiva dai colori scintillanti come oro e argento, oppure disegni di ogni tipo e colore, questa pellicola si attacca alle unghie attraverso l’aiuto del calore di una lampada e si toglie con un semplice asciugacapelli. Pare che se applicato correttamente, si possa anche fare il bagno caldo senza compromettere l’adesivo. La durata è di circa 4-8 giorni c’è chi dice anche 15 giorni.
Si l’invenzione di questi adesivi è strepitosa, veloce  ecomoda, ma per noi comuni mortale se non si hanno unghie naturali belle?  Incollare quelle di plastica?  Fare la ricostruzione di base?  Certo e allora perchè non decorare direttamente la ricostruzione con una vera nail art?  Se vi recate presso una nail artist vera e competente con fantasia e creatività, otterrete risultati migliori e duraturi, più di un adesivo, personalizzati e di gran classe, unici e inimitabili, dallo stile inconfondibile…
Comunque questa moda sta spopolando da Oltreoceano. Gli americani sanno fare business per ogni cosa. Sanno osare e divertirsi con disinvoltura e creatività.
Vi riporto alcuni link di video presi dal web per capire meglio di cosa si tratta.
Titolare del prodotto   www.minxnails.com guarda le foto della galleria e aggiornati.

E’ ESPLOSA LA NAIL ART il Giappone è al primo posto

Che siano decorazioni eleganti o estroverse, cambiano i connotati alle unghie, piccole chincaglierie o gioielli veri la nail art è di moda.
La Nail Art è l’arte di decorare le unghie e d è una pratica molto diffusa negli Stati Uniti e in Giappone. Ora questa tendenza esplode anche in Italia, infatti girando per le strade delle nostre città vediamo decorazioni di ogni genere.
Le unghie decorate diventano l’ultimo accessorio alla moda, Le origini della decorazione delle unghie, risalgono ai tempi antichissimi in Cina , Egitto e India già si usavano lacche o tinture come l’hennè per colorare la superficie delle unghie e la decorazione veniva praticata dalle donne e anche dagli uomini.
ovviamente la scelta dei colori distinueva sempre mentre la scelta del colore  un’appartenenza sociale più o meno elevata.
Nel 900 si sviluppò la diffusione degli smalti e le unghie laccate diventano sinonimo di bellezza personaleper tutte le donne.
Negli anni Cinquanta le unghie erano di gran moda in rosso acceso laccato, negli anni sessanta si sviluppò la french look le unghie spesso finte che divennero quadrate negli anni Settanta e molto colorate degli anni Ottanta.
Solo egli anni Novanta prende piede la ricostruzione delle unghie, nasce inizailmente con l’utilizzo della tecnica in acrilico che permette di coprire e allungare l’unghia.
Oggi, la cura delle mani rappresenta un aspetto molto importate dell’immagine della persona come una proiezione d’ identità e di stile personale.
Con l’evoluzione delle tendenze  moda, le donne si divertono a sperimentare sulle loro unghie diversi tipi di forme, lunghezze e decorazioni.
La Nail Art spopola ed  è diventata parte integrante del settore della moda Eropea .
La varietà dei colori e gli accessori utilizzati sono diversi e permettono di dare libero sfogo alla creatività dei nails designer . Le decorazioni possono essere effettuate a mano libera, che sono molto più difficili oppure con mascherine e aereografo o appplicazioni preconfezionate e incollate..
La nail art è stata influenzata da tante culture e tendenze diverse, una in particolare sta prendendo piede anche in Europa, è la cultura giapponese  nota per la sua unicità.
I giapponesi sono molto creativi, spesso però usano il loro talento andando oltre la praticità dei gesti delle mani, ed è ovvio che sono difficili da lanciare come moda.
I giapponesi sviluppano intricati disegni, esistono in Giappone delle donne che investono il loro tempo e denaro per la  cura del loro aspetto fisico in maniera  maniacale anche per le unghie.
Le unghie delle gyaru sono hanno incastonate brillantini, perle e fiorellini di plastica,decorazioni in versione 3D e ormai l’immancabile Hello Kitty.

Qualche fotografia premetto che non sono miei lavori, ma solo foto riprese da internet per informazione. Se qualcuno vuole contestare può scrivere a katynails@yahoo.it

giapp

giapp2

Link utili per Japanese Nail Art Designs
Japanese nail art Nadine Takano  http://www.nadine.jp/nailart.html
http://www.funkytrend.com/craziest-nail-art-ever/

http://nevertoomuchglitter.wordpress.com/

giapp3

giapp4

Giapp Nail Art

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: