Unghie, come scegliere l’abbellimento delle unghie evitando brutte sorprese?

Unghie, come scegliere l’abbellimento delle unghie evitando brutte sorprese?
Ci sono ormai vari modi per abbellire le unghie: Quello classico con manicure e smalto, lo smalto permanente e dulcis in fundu la ricostruzione delle unghie, specie quella in acrilico, se si riesce a trovare una brava professionista della tecnica in sculturale americano in resina acrilica, che non è gel! Il gel si spalma, non si scolpisce se non in enormi strati ed eccessive bombature!!!
Ultimamente va tanto di moda lo smalto permanente che è un gel più fluido a cui sono stati aggiunti pigmenti colorati e poi versato nella boccetta con pennello la stessa del contenitore per lo smalto, da qui il nome di smalto permanente.
Le fasi di applicazione sono : Preparazioen delle unghie con abrasione della superficie applicazione della base trasparente e infine applicazione del colore. Ogni procedimente va asciugato bene sotto i raggi UVA della lampada.
E’ a tutti gli effetti un gel più fluido, ma chimicamente simile a quello della ricostruzione unghie in gel, con tanto di lampada di scottature ecc…
I vantaggi con lo smalto permanente sono rivolti solamente a chi possiede unghie belle, di forma perfetta e robuste, poichè su unghie deboli molli e che si sfaldano, lo smalto permanente tende a sfogliarsi o sbeccarsi facilmente specie se usiamo le mani senza dovute accortezze come indossare guanti per faccende domestiche ecc.
La spesa si aggira intorno alle 40 Euro che a dire il vero non è poco, tanto vale fare una buona ricostruzione almeno si ha il vantaggio di creare una forma alle unghie più bella e sappiamo che dura un mese o meno a seconda della ricrescita.
La ricosruzione delle unghie in GEL purtoppo non potrà mai essere di forma pefretta come quella in acrilico tranne che su unghie robuste e dalla conformazione naturale con curva C.
Con la ricostruzione in ACRILICO si hanno maggiori vantaggi e la spesa è davvero rapportata alla resistenza alla durata e alla qualità dei prodotti in resina acrilica e non in gel, poichè il gel tende a modellarsi sulla forma naturale delle unghie e in caso per avere una forma bella si deve ricorrere a incollare un supporto in plastica preformato con curva C, ma la durata della colla è davvero relativa e precaria anche dopo soli due giorni dalla ricostruzione.
L’ACRILICO o la resina acrilica, invece, ci permette di avere la forma che desideriamo modellandola sculturalmente su cartina, fino ad ottenere una curvatura C perfetta anche su unghie piatte quindi si possono correggere i letti ungueali di unghie storte o che vanno in direzione diversa alla forma del dito.
Inoltre con la resina possiamo ricavare un’unghia artificiale anche su unghie onicofagiche cioè mangiate e cortissime, mentre con il gel si deve ricorrere ad incollare una base in plastica.
Che dire le scelte sono tante, ma si deve anche avere un briciolo di mestiere per capire quale ricostruzione o procedimento effettuare alla cliente consigliandola onestamente e in base alla conformazione delle unghie naturali, senza offendere, ma cercando di spiegare i motivi delle scelte e se proprio vi trovate difronte una persona testarda, avvisatela però che se la ricostruzione unghie o lo smalto permanente non soddisfa le sue aspettative…Bhe voi l’avevate avvisata!

Smalto permanente o semipermante

Lo smalto permanente o semipermanente è un prodotto a metà tra il gel usato per la ricostruzione delle unghie e un qualsiasi smalto colorato.
La sua qualità è quella di resistere per molto tempo senza sbucciarsi e sfaldarsi.
L’applicazione è semplicemente identica a quella di uno smalto comune, però va asciugato con un trattamento a Raggi Ultra Violetti come il gel per la ricostruzione delle unghie.
Affinchè questo smalto possa essere utilizzato si deve eseguire una buona manicure e le unghie devono essere sane e curate, questo, perchè, lo smalto permanente verrà assorbito dalle unghie rese porose dalla limatura effettuata sulle unghie naturali.
La resistenza di questo tipo di prodotto è davvero impressionante, dura ben 30 giorni prima di doverlo rimuovere.
Non si può usare per allungare le unghie e non può essere applicato su unghie ricostruite.
Al momento della rimozione non viene limato o fresato ma viene immerso in un liquido composto da oli essenziali acetone articolo che consigliano di acquistare per poter togliere da sole a casa lo smalto prima di ritornare dall’estetista, questo perchè, il giorno della rimozione, non è possibile riapplicare nuovamente la copertura ma bisogna aspettare almeno 24 ore.
Con lo smalto permanente è possibile fare anche french bianca o colorata, ed anche decorazioni semplici con smalti.
Deve essere applicato professionalmente nei centri specializzati. Sono davvero numerosi gli estetisti che offrono questo servizio.
Il vantaggio dello smalto permanente rispetto ad una ricostruzione classica delle unghie è anche economico. Bastano soltanto 30 Euro per avere unghie sempre perfette!
Ora leggete qualsiasi presentazione dello smalto permanente semipermanente e poi rileggete il mio articolo con più attenzione specie quanto segue

Nessuno ha ancora capito che è semplicemente un gel da stendere su unghie limate che va asciugato con la lampada?

Hanno trovato un modo velocissimo e di poca qualità per farvi spendere soldi inutilmente?
Non ci credete bhe provate e ne riparliamo!

La differenza tra la ricostruzione unghie in gel e lo smalto permanente o semipermanente qual’è?

NESSUNA, forse la bombatura direi, ma lascia il tempo che trova se le unghie sono brutte piatte e storte!

Smalto? Lo chiamano smalto?
Si spalma come lo smalto, ma è lo stesso identico componente del gel per ricostruzione unghie?

INDOVINATO!

Ovviamente i vantaggi sono :
Vendono più semplicemente i kit (costosi tral’altro circa 120 euro) dicendovi che finalmente anche voi a casa potete fare da sole.

Chi non è ambidestro? Cosa fa?

False promesse soprattutto che costa meno di una ricostruzione…30 Euro!
Io con 15 euro in più la trovo in acrilico e con allungamento quindi ne vale 90 di euro!


Ma quanto dura lo smalto permanente gel e che effetti ha sulle unghie naturali?

LA VERITA’?

Non fatevi ingannare date retta a me!  Se in tutto il mondo fanno la ricostruzione unghie in acrilico un motivo ci sarà!

Smalto unghie

Molti non sanno che un semplice smalto potrebbe rovinare la salute delle unghie naturali. Oggi gli smalti come tanti altri cosmetici, sono reperibili ovunque dal supermercato ai banchi del mercato. Come si fa a riconoscere un buon smalto per unghie? Cerchiamo quei prodotti da poco pubblicizzati perchè sicuramente sono di recente produzione. Guardiamo attentamente se c’è il sigillo perchè indica  che non è stato aperto, quindi il prodotto è intatto e non scaduto. Se il sigillo non c’è e in molti casi vi assicuro  non c’è, vuol dire che i prodotti sono fuori mercato pubblicitario, quindi vecchi di sicuro, oppure qualcuno li ha manomessi. Le  etichette dei prodotti presentano una data di scadenza, ma per i cosmetici è molto difficile capire. Se dunque sullo smalto che dovrete acquistare il sigillo non c’è abbiate la faccia tosta di esaminare l’odore, perchè è molto importante e non deve presentare acetone o solvente. Se io fossi un rivenditore disonesto e mi ritrovassi degli smalti vecchi e secchi per venderli comunque ricorrerei ad allungarli con solvente. Prima cosa da fare è aprire la boccetta e annusare, tanto il sigillo non c’è sicuramente. Io lo faccio con tutti i cosmetici senza sigillo specie mascara,  rossetti,  fondotinta , invece con gli smalti non più perchè ho sempre le unghie artificiali e non riscontrerei alcun danno per quelle naturali. Riguardo la data di scadenza osservate sull’etichetta spesso c’è il disegno di un barattolino con un numero riportato sopra, quel numero indica di solito i mesi che garantiscono la durata da quando il prodotto viene aperto.

Se proprio non siete sicuri degli smalti acquistati, almeno su una cosa fate attenzione ed abituatevi ad usarla sempre, specie per smalti colorati: Una BASE trasparente curativa di ottima marca da mettere sulle unghie naturali prima di colorare, eviterete unghie danneggiate da pigmenti o ingiallite da ingredienti chimici.

LO SMALTO VA IN PENSIONE Ora un giro d’affari miliardario fa tendenza!

E’ una vera esplosione chiunque ormai ricorre alla ricostruzione unghie alla moda per apparire e far tendenza. Sulle riviste di moda si vedono unghie lunghissime, perfettamente laccate, dipinte e tempestate di strass, sono una moda per chi le porta e un business per chi le fa.
Unghie alle unghie mangiucchiate e le antiestetiche pellicine diciamo addio, ormai le unghie hanno la dignità di un gioiello, o sono impreziosite da disegni, swarovski e piercing, oppure  coloratissime, ma sempre in tono con l’abbigliamento  e le occasioni.
Oggi le aziende specializzate in nail art sono quasi cinquanta in tutta Italia, la clientela aumenta del 18% ogni anno.
In Germania lavorare con la ricostruzione unghie non c’è bisogno nemmeno di un attestato ed  in Francia chi decide di seguire un corso si può far rimborsare le spese.
Gruppi di apprendiste sbarcano in Italia dalla Spagna e dalla Grecia per imparare i trucchi del mestiere e aprire uno studio nelle loro città.
Negli Stati Uniti la nail mania è un grosso giro d’affari fin dagli anni ’70, dopo che un odontotecnico si accorse che le resine utilizzate per le protesi dentarie facevano miracoli anche nella ricostruzione delle unghie.
Un business che produce tanti soldi e tendenze ed ora dopo New York e Londra anche in Italia aprono i Nail bar. Se in origine le mani si curvano al chiuso di una cabina estetica, ora è un rito collettivo da godersi con le amiche fra un una tartina al caviale, un po’ di vino e chiacchiere in simpatia.

SMALTO FAI DA TE SULLE UNGHIE IN ACRILICO

Con piccoli accorgimenti e seguendo regole semplici e precise potete anche voi a casa smaltare le vostre unghie ricostruite in acrilico.
Come fare: Si procede stendendo sulle unghie una base trasparente anche uno smalto e poi, dopo l’asciugatura passare al colore da voi scelto.
Per rimuovere lo smalto usate l’ACETONE NON ACETONE reperibile in qualsiasi profumeria, scegliete buone marche anche spendendo un pochino di più.
Evitate di usare prodotti sbagliati perchè rischiate di corrompere la ricostuzione opacizzandola e rovinando tutto il lavoro pazientemente raggiunto.
Non dimenticate una base a smalto trasparente prima di usare colori forti specie di smalti scadenti.
Questi consigli utilizzateli anche per smaltare le vostre unghie naturali.

Curate le vostre mani sempre!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: