Estetista parrucchiere onicotecnica al vostro domicilio conviene davvero?

La professione dell’estetista del parrucchiere dell’ onicotecnica non è un gioco che si può improvvisare, ma occorre una vera e propria preparazione nel settore e tanta responsabilità e attenzione per la salute del corpo, dei capelli e delle unghie.

Purtoppo ancora oggi la legge non prevede norme per i settori dell’estetica che diano professionalità, ma generalizzano in un unico settore e penalizzano gli specialisti.

Ad esempio chi si occupa di depilazione con ceretta, spesso effettua anche massaggi o pulizia del viso ecc…
Ognuno di noi è afferrato in un campo specifico più che a un’altro e di conseguenza una brava epilatrice non può essere una brava onicotecnica e così via.

L’improvvisazione del mestiere che si genera dopo pochi giorni di video-guide  viste su youtube o corsi ingannevoli di breve durata senza adeguata preparazione, specie in settori così importanti come la cura del corpo dove il rischio di infezioni e danni permanenti è all’ordine del giorno.

Questa speculazione non è solo dettata da guadagno facile e veloce che come abbiamo detto prima  è spesso pericolosa e dannosa per le persone , ma è anche frutto di clienti poco informati e poco esigenti tanto da portare persone senza scrupoli ad approfittarsi  della loro buona fede e ignoranza o del loro  “non voler vedere” pur di spendere poco.

In ogni campo porfessionale non si può improvvisare o essere specializzati in mille attività ad esempio l’avvocato, non può fare il commercialista e l’idraulico non può fare il muratore.

La responsabilità di tutta questa confusione inganno e insoddisfazione dei servizi non solo dipende dagli specialisti , ma soprattutto dai clienti stessi.

Se il cliente è esigente e pretende anche di pagare poco probabilmente non sa quanto impegno, tempo e costi ci vogliono per sviluppare e offrire seriamente un ottimo servizio di qualità .

Credete davvero di avere un buon servizio al “vostro domicilio” a poco prezzo, credete davvero alle favole?

Come può una estetista venire  a casa vostra e farvi ceretta, unghie, massaggi e tinta sul tavolo della cucina o sul divano e con i bambini che giocano sulle vostre gambe?

Con tutto ciò vediamo oggi  un pululare di estetisti, parrucchieri, onicotecnici, massaggiatrici, truccatrici ecc., che offrono servizi al vostro domicilio a poco prezzo,
ma quale convenienza è recarsi nel traffico sprecare tempo e denaro con modiche cifre e quale servizio ci si può aspettare?

Mettiamoci in testa una volta per tutte che per avere un buon servizio di qualità dobbiamo cominciare a capire l’importanza del posto di lavoro perchè questo, si deve svolgere in una sede ben attrezzata di ogni confort e comodità per chi opera, così da offrire al meglio il suo servizio e allo stesso tempo per i clienti, che potranno beneficiare dei risultati migliori.

L’igiene è spesso dimenticata e gli attrezzi del mestiere non si possono trasportare di qua e di là in ambienti scomodi e inadeguati quali sono  il domicilio del cliente.
Per questo e per tanti motivi come, ed elenco i più banali ad esempio  il letto per i massaggi, i colori per le tinte e la vasca per lavare i capelli, la postazione con luce inadatta per manicure o ricostruzione unghie e le frese e i pennelli e i disinfettanti o la depilazione scomoda  ecc ecc…

Insomma se vogliamo un buon servizio di qualità serio dobbiamo recarci nei centri specializzati o nei luoghi attrezzati per quel tipo di settore. Chiaramente chi lavora a domicilio ha minori spese di gestione e può offrire anche prezzi più convenienti.

Pensiamo bene quindi quando cerchiamo l’esperto che svolge al vostro domicilio perchè spesso sarà una delusione e una spesa da evitare!

Compro il kit e faccio ricostruzione unghie gel

C’è chi inizia così e c’è invece chi inizia dai corsi e ne vuole fare un mestiere. Tu da che parte stai?
Ormai il gel lo trovi ovunque e non serve più fare un corso per imparare la tecnica e come non danneggiare le unghie con prodotti chimici, sono tanti ormai i casi di allergie, psoriasi e perdita delle unghie a causa di prodotti scadenti e ragazzine improvvisate del mestiere.
Qualche anno fa senza aver conseguito un attestato o un diploma in ricostruzione unghie, non si poteva assolutamente acquistare il kit, ne andava del buon nome della società e del marchio. Oggi solo qualche ditta seria e affidabile obbliga almeno un corso base per apprendere la tecnica di ricostruzione unghie e lo stile che viene insegnato per il marchio come etica ed estetica.
La maggior parte delle ditte cosmetiche che ormai non adottano più questo sistema di qualità dovrebbero vergognarsi di ciò che ormai si vede in giro con il loro marchio e le voci girano e alcuni marchi iniziano la loro decadenza finalmente!
Finalmente per tutti coloro che hanno rispetto per questo mestiere e passione e che ci credevano e invece si vedono scavalcare da ragazzine armate di kit fai da te e valigetta rosa con slogan ricostruzione unghie a 15 euro, ma per fortuna durano poco data la scarsa professionalità e incapacità a produrre qualcosa di duraturo e si vedono ovunque unghie storte corte e colorate alla meno peggio, grosse deformità sulle dita. Proprio qualche giorno fa nel forum al femminile è stata presa una discussione su questo tema dove è stato scritto: “Ragazze tranquille c’è la selezione naturale, lasciamole credere e aspettiamo con pazienza, presto finirà e sai che soddisfazione! Prima o poi anche chi si fa fare la ricostruzione unghie dalle “improvvisate rovinaunghie” quando se le ritroveranno rovinate e distrutte o peggio con infezioni cominceranno a capire che la qualità e il mestiere di qualità non è per tutti!”
Ancora peggio però e si sta diffondendo a macchia d’olio l’improvvisazione a questo delicato mestiere e purtroppo  la conclusione è che molte donne stanno rinunciando a fare ricostruzione unghie e questo a discapito dei bravi e onesti professionisti.
Speriamo quanto prima in vere  eproprie leggi che tutelino i tecnici delle unghie e soprattutto chi ama curare l’estetica senza incappare in mani inesperte e poco preparate. Tu da che parte stai?

Roma International Estetica 2010 il video di youtube

Il video è stato gentilmente concesso  da IlCustodesign
A mia discrezione ……se vi occorre è bravissimo!

Estetica International 2010 Fiera di Roma

Estetica International Roma 2010Anche quest’anno a Roma l’evento dedicato al mondo della bellezza e del benessere è vicino.
La Fiera International estetica 2010 che si svolgerà il 30, 31 gennaio e 1 febbraio alla Fiera di Roma, è una mostra-convegno dedicata all’estetica professionale, ospitata nei padiglioni di Fiera Roma anche nel 2010 inaugurerà la sua terza edizione il prossimo 30 gennaio.
L’evento è il punto strategico d’ incontro e scambio delle realtà più significative del settore dell’estetica.
Il quartiere fieristico sarà animato da un ricco calendario di eventi trade, conferenze e show con padiglioni dedicati a Cosmesi, Spa, Apparecchiature, Solarium, Nail e Make-Up e un palco-eventi in ciascuno di essi e faranno lo scenario di sfilate, gare, concorsi, premi e altre manifestazioni.

Invito chiunque a partecipare ci saranno i padiglioni dedicati alle Unghie e tutto ciò che riguarda la nails extension e la nail art, potete vedere i campioni nazionali e internazionali al lavoro .
PER INFORMAZIONI SU COME PARTECIPARE ECCO I DETTAGLI:
Segreteria organizzativa:
Fiera Roma Srl
Via Portuense, 1645-1647
00148 Roma – Loc. Ponte Galeria
Tel. 06.650 74521 – 23 – 22 – 20
Fax 06.650 74474
www.internationalestetica.it
info@internationalestetica.it

L’ingresso per i visitatori di Roma International Estetica è:

Ingresso EST – Via A.G. Eiffel (traversa Via Portuense).

COME ARRIVARE:

IN AUTO
Dal GRA (Grande Raccordo Anulare) uscita 30, Nuova Fiera di Roma in direzione Fiumicino seguire le indicazioni per Nuova Fiera di Roma.
Sono disponibili parcheggi esterni a pagamento per circa 5000 posti auto.

IN TRENO
Dalla Stazione Termini: Prendere la LINEA B della metropolitana, scendere alla fermata PIRAMIDE oppure Stazione Ostiense. Prendere la linea ferroviaria FR 1 direzione Fiumicino e scendere alla fermata Fiera Roma  ci sono treni circa ogni 15 minuti.
Dalle Stazioni Tuscolana, Tiburtina, Ostiense collegate alle Linee A e B della Metropolitana prendere la linea Fr 1 direzione Fiumicino e scendere alla fermata Fiera Roma.
La Fermata Fiera Roma è direttamente collegata all’Ingresso NORD da una passerella coperta.
L’Ingresso EST (circa 1km) si potrà raggiungere grazie ad un servizio navetta gratis.
Per la metropolitana il costo del biglietto è 1 euro.

Unghie dei piedi: cura ed estetica

Gran parte del fascino di un piede deriva dall’attenzione che dedichiamo alle sue unghie e non tralasciamo duroni e pelle secca sui talloni o ai lati delle dita.
Le unghie sane infatti, hanno un aspetto lucente e un colore trasparente , ma 8 donne su 10 soffrono di problemi alle unghie.
Cominciamo dai piedi e vediamo un po’:
Molti di noi non si preoccupano affatto della salute dei propri piedi, anzi  non si accorgono di averli finchè, arrivati ad una certa età, questi non cominciano a dolere e a dare problemi. In estate poi si sa, dobbiamo scoprirli e lì è il vero dramma: Unghie ingiallite e spesse, duroni, pelle squamosa, odore impossibile!
Mi sto facendo prendere la mano, cioè il piede! Si ho scherzato, ora però andiamo avanti e seriamente:
Innanzitutto fate molta attenzione ai tessuti o scarpe che indossate: nylon, microfibra o tessuti sintetici, gomma, plastica, sono causa di micosi o psoriasi difficilissimi da debellare sia sulle unghie che sui piedi, specie tra le dita dei piedi dove si annidano i batteri e sotto l’unghia libera, la parte bianca per intenderci.
Un’alto passo fondamentale è l’igiene giornaliera dei piedi e delle unghie:
L’igiene tutto l’anno è qualcosa che poche donne fanno e non si tratta di lavare i piedi o fare il bagno o la doccia, si tratta di togliere le cellule morte sulla pelle, togliere i duroni,  e spazzolare bene con detergente sotto le unghie.
 Questa è una procedura da fare sempre , non solo d’estate, ma anche e soprattutto d’inverno specie per chi porta stivali o scarpe da ginnastica!
Iniziamo ora l’igiene del piede:
Acqua calda, sali per i piedi in granuli o effervescenti, procedete lasciando un piede ancora nell’acqua e abbiate cura del primo, tamponatelo con l’asciugamano e procedete con la pietra pomice o la raspa per i piedi, poi riimmergetelo nell’acqua, tirate fuori l’altro piede, tamponatelo e procedete, e così via. Quando sarete soddisfatte della morbidezza che avrete dopo averle ben bene raspati e lisciati, un piede per volta, è d’obbligo la crema e non creme grasse del supermercato per risparmiare e tanto i piedi chi li vede!
Amate i vostri piedi, perchè le creme scadenti a base di grassi fanno sudare i piedi e fanno venire malattie, oltre che accentuare cattivo odore!
Usate creme specifiche per idratare i piedi, spray e lozioni a base di antimicotici etc. Come se fosse la pelle del viso! Se non siete sicure dell’acquisto chiedete a me, potrò farvi avere quelli che uso io personalmente.
Passiamo adesso alle unghie, un po’ difficile averne cura lo so, ma proviamoci.
Così come le unghie delle man,i anche quelle dei piedi vanno limate e non tagliate o se proprio avete fretta dopo averle tagliate alla lunghezza giusta, limatele lo stesso per non rischiare che si sfaldino.
La forma delle unghie dei piedi è importante così come la lunghezza: Unghie troppo corte o troppo lunghe sono causa di unghie incarnite, forme troppo quadrate o a punta è lo stesso e creeranno seri problemi:
Si deve creare una curva omogenea priva di angoli e lasciare appena una strisciolina di bianco, come la french, ma cosa fare se ci sono le pellicine anche nelle unghie dei piedi? Non usate forbicine per carità! Anche li olio per cuticole e spingetele col bastoncino d’arancio. Se c’è tanta pelle perchè in tutto l’anno non avete fatto pedicure,chiamatemi! Scherzi a parte, se proprio non riuscite con il fai da te chiamate la vostra pedicure di fiducia! Poi però usate l’olio per le cuticole anche sulle pellicine dei piedi, come fate per le mani.. Lo fate vero?
Ora un po’ di maquillage

zzzzz
Coloriamole un po’ per sfoggiare la moda!
Attenzione poi all’applicazione dello smalto se non volete unghie gialle o bluastre! I pigmenti degli smalti e alcune sostanze contenute vengono assorbite dalle unghie!
Se avete letto gli articoli su come smaltare le unghie ricorderete che prima dello smalto va messa una base di buona marca e non colorata!
Gli smalti sono tossici, mettiamocelo in testa, evitate quelli da bancarella, provengono da paesi non controllati e non sono a norma CEE!
Anche in questo caso se non siete sicure dell’acquisto vi aiuterò volentieri.

piedi

CHI SONO E PERCHE’ USO SOLO ACRILICO

Mi chiamo Katy e sono appassionata di estetica in generale, di bellezza, di arte e di tutte le forme belle e armoniose della natura. Da qualche anno mi sono appassionata alla Ricostruzione delle unghie , ma solo in acrilico perchè offre, sotto il punto di vita artistico,  molteplici possibilità di forme e decorazioni sulle nostre unghie, mettendo in risalto la bellezza delle mani.

LA TECNICA IN ACRILICO
Nella tecnica con acriliico, non si usano  le tips incollate, cioè no si usa prolungare le unghie per allungarle e dare appoggio alla resina. Allungo le unghie con le nail form o cartine, che si adagiano sotto e s’incollano sul polpastrello.

NON MI PIACE USARE IL GEL
Perchè per ottenere la lunghezza delle unghie occorre, incollare le tips che sono dei prolungamenti di unghie in plastica o unghie finte, poi si spalma il gel e  si usa la lampada ad ultra violetti x catalizzare cioè far indurire la resina sulle unghie e dalle statistiche risulta un po’ doloroso, ma questo è un altro argomento.

SOLO L’ACRILICO mi da soddisfazione:
E’ semplice, mi sono innamorata di questa tecnica, visto che le resine chimicamente sono uguali , che sia gel o acrilico, inoltre perchè è una metodo difficile e per me significa una maggiore sfida a raggiungere la perfezione! Soprattutto è artistico e mi permette di fare delle decorazioni molto originali. Inoltre sono certa dei risultati che si possono ottenere sia per curare l’onicofagia, sia perchè essendo molto resistente, già che è la stessa pasta delle protesi dentarie,in più ogni cliente è soddisfatta di poter utilizzare le mani senza molte preoccupazioni.
Le unghie in acrilico vengono costruite con una pasta come quella usata dai dentisti e non serve catalizzare con la lampada a raggi uv perchè asciuga semplicemente all’aria con il calore stesso delle mani e della temperatura, è piu’ resistente e si applica e si modella direttamente sulle unghie. Semplice e veloce.
La tecnica o  metodo che utilizzo  è chiamato NAIL SCULPTURE  ed è di certo il primo in assoluto nella storia della ricostruzione, è una piccola invenzione di un dentista che per evitare alla  moglie di mangiare le unghie, gliel’ ha  ricoperte, da qui poi si sa, nasce la copertura e l’allungamento delle unghie. La tecnica in acrilico è maggiormente richiesta nel mondo per la qualità dei prodotti e dei risultati.
Il metodo sculturale ha anche lo scopo di correggere i letti ungueali difficili, come ad esempio le unghie piatte o all’insù,  dato che si può conferire una forma con curva C perfetta per i canoni della bellezza delle unghie, ovviamente si ottiene se si ha una buona manualità e tanta pratica ed esperienza e un ottimo senso estetico. Con la tecnica scultura in acrilico è possibile avere risultati eccellenti anche con le unghie molto mangiate o estremamente corte a causa di qualche rottura e se pensiamo che non si deve incollare assolutamente  nessun supporto sulle unghie, significa che la stabilità e la tenuta della resina acrilica, è maggiore. Le unghie così costruite e allungate, essendo molto resistenti non devono essere trattate con eccessiva attenzione.
Questi sono i motivi della scelta della tecnica in acrilico per non aggiungere altro come i ritocchi e il cambio delle decorazioni.
SGRASSARE LE UNGHIE:
E’ la pratica fondamentale dopo un’accurata manicure per eliminare le cuticole senza creare traumi, poi appunto, sgrasso l’unghia e applico le nail forms in carta e inizio la scultura. Modello attentamente le unghie in 30 secondi rispettandone la forma, la curva C,  il punto di stress ed evitando eccessive bombature che donano un aspetto posticcio e innaturale.

Esistono ahimè delle problematiche per l’odore del liquido MONOMERO e sono sorte tante  LEGGENDE data la scarsa o male informazione ed è per questo che ho voluto riportare un articolo dell’unica rivista sulle unghie esistente in Italia, l’articolo è Tratto da Unghie e Bellezza N 19 pag 96.

Si dice che l’acrilico sia tossico, ma forse molti non sanno l’acrilico è il primo cugino del gel  ed hanno gli stessi componenti chimici ossia i polimeri, il gel è gia pronto inquanto i polimeri sono  gia mischiati con fotiniziatori per essere asciugati se esposti ai raggi uv della lampada (fotoindurente), l’acrilico invece si asciuga al’aria mischiando i polimeri con il liquido monomero BPO (perossido di benzoil e metacrilato), che ha un odore molto forte e spaventa, ma non tutti sanno che viene usato nelle creme cosmetiche per curare l’acne e in odontoiatria per le otturazioni o le protesi.
Dunque non c’è nulla di tossico nell’acrilico è solo l’ignoranza che porta a credere ai fantasmi! L’importante è la scelta del prodotto che deve essere di ottima qualità e controllato dalla legislatura europea e non confondere  l’etil metacrilato   non tossico, metil metacrilato  concancerogeno e che comunque è stato già bandito negli anni ’70!

PRODOTTI CHE UTILIZZO:
I prodotti da me utilizzati sono resine acriliche acquistate solo presso rivenditori autorizzati e prediligo quelle provenienti dall’America che sono le più controllate e sicure dato che l’acrilico è molto usato. Costano molto e  finiscono presto, infatti i prezzi dovrebbero essere più alti sia come qualità che durata e resistenza, ma ancora siamo lontani dal capire queste cose!
I MIEI STUDI:
Ho la qualifica , che sinceramente posso utilizzare solo nel Lazio, ma questo è un altro lungo discorso su quanto questo mestiere sia ancora poco riconosciuto, basta immaginare che in alcune Regioni italiane non esiste nemmeno la possibilità di avere un diploma. La legge 191 sul mestiere del’onicotecnica potrà aiutarvi a capire quanto è lunga e difficile la strada.
Quello che so è che amo l’estetica in genere e soprattutto quella delle mani che considero molto importante, ho tanta passione e rispetto per questo mestiere e spero sempre che un giorno si apprezzi la qualità e non la quantità di chi lo fa.

Potrei ancora fare un lungo elenco dei motivi che mi spingono ad utilizzare maggiormente la tecnica in acilico, ma crredo che solo provando si può capire.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: